Emergenza neve, Matteoli vuole
un maggiore coordinamento

Più informazione ai cittadini sull’arrivo del maltempo, maggior coordinamento tra i gestori di strade, autostrade, ferrovie, Protezione civile e Polizia stradale. Rimodulazione dei piani di intervento per fronteggiare le emergenze climatiche. Sono questi i provvedimenti scaturiti lunedì nell’incontro presieduto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, a cui hanno partecipato i vertici della Protezione Civile, della Polizia stradale, di Anas, di Ferrovie e Autostrade, dopo i disagi vissuti venerdì e sabato soprattutto in Toscana. Continua a leggere

Matteoli sull’emergenza neve:
“Io di più non potevo fare”

Dopo l’incredibile caos di venerdì notte, con migliaia di automobilisti e autotrasportatori bloccati per ore sulla A1, è arrivato il momento di cercare le soluzioni per evitare che una simile odissea si ripeta. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, chiede un coordinamento e, in un intervista rilasciata a “24 Mattino” su Radio 24 dichiara: “Io più di quel che ho fatto non potevo fare, mi mancava solo prendere una pala per spalare la neve”. Continua a leggere

La rabbia di Fai Abruzzo: “Ogni volta che nevica è una Caporetto”

La neve sta provocando numerosi disagi alla circolazione. Tanto il malcontento, da parte degli automobilisti ma anche degli autotrasportatori, condizionati nella propria attività dal maltempo. Infuriata la Fai dell’Abruzzo, che in un comunicato stampa punta il dito contro le Autostrade: “Siamo alle solite, qualche centimetro di neve e le Autostrade S.p.A. gettano la spugna, l’A14 come in altri casi insegna, lasciando in mezzo alla strada uomini mezzi e merci per ore ed ore sotto la neve e al freddo, ogni volta una Caporetto”. Continua a leggere

Prime nevicate al Nord, fioccano
multe per chi non ha le catene

Come ampiamente annunciato dai meteorologi da alcuni giorni e dalla Protezione civile che aveva diramato lo stato di allerta, tra ieri notte e questa mattina è caduta la prima neve dell’autunno nel Nord Italia, anche in pianura. A Milano i fiocchi hanno parzialmente imbiancato alcune zone del capoluogo lombardo, soprattutto in periferia. Precipitazioni non intense, comunque, che si sono attenuate con il passare delle ore fino a cessare attorno a mezzogiorno. La bianca coltre non ha “attaccato” sulle strade, rimaste scorrevoli in tutte le regioni settentrionali, fatta eccezione per alcune frazioni montane (per lo più sopra i 1.000 metri). Continua a leggere

La Salerno-Reggio Calabria
fa litigare l’Anas e il Sole 24 Ore

Duro botta e risposta tra l’Anas e il Sole 24 Ore. Oggetto del contendere la A3 Salerno-Reggio Calabria e una serie di affermazioni riportate dal giornalista del “Sole”, Maurizio Caprino all’interno del suo apprezzato blog “Strade sicure” collegato direttamente al portale del quotidiano. Affermazioni, quelle di Caprino, che sarebbero errate secondo il direttore delle relazioni esterne dell’Anas, Giuseppe Scanni. I toni usati da Scanni nella sua lettera sono tutt’altro che amichevoli. Ecco il testo. Per gli aggiornamenti e le controrepliche ci su può direttamente collegare al blog di Caprino (http://mauriziocaprino.blog.ilsole24ore.com/). Continua a leggere

A3 Salerno-Reggio Calabria, riaperto il tratto che porta a Scilla

È durata fortunatamente soltanto dieci giorni la chiusura dell’autostrada A3, Salerno-Reggio Calabria, tra Santa Trada e Scilla. L’Anas ha avuto giovedì il via libera del commissario delegato, il prefetto di Reggio Calabria, per riaprire alla circolazione. I disagi non sono ad ogni modo terminati, visto che il traffico dovrà viaggiare momentaneamente soltanto sulla carreggiata sud, con la predisposizione di un doppio senso di circolazione. Il tratto era stato chiuso lo scorso 11 maggio a seguito della caduta di un blocco roccioso al chilometro 425, all’altezza di Scilla, “causata”, precisano dall’Anas, “da lavori privati non autorizzati e non riguardanti l’autostrada A3, in area non di pertinenza dell’Anas”. Continua a leggere

Maroni promuove il Centro per
la viabilità: Eccellenza in Europa

Cinque anni di attività “per lavorare bene insieme, in modo coordinato, ciascuno con la propria professionalità e responsabilità”. Così il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha sintetizzato il primo lustro di lavoro del Centro di coordinamento nazionale per la viabilità, nel corso di una conferenza stampa a Roma. “Un centro di eccellenza a livello europeo”, lo ha definito il ministro partecipando, insieme al capo della Polizia Antonio Manganelli, alla presentazione dei risultati dei primi cinque anni di attività.  Continua a leggere

Frana nel Varesotto a Pasqua, chiusa la Statale del Lago Maggiore

Le abbondanti piogge che sono cadute il giorno di Pasqua hanno provocato una frana a Germignaga, in provincia di Varese. Proprio per questo l’Anas ha deciso di chiudere in entrambi i sensi di marcia, la statale 394 “del Verbano Orientale” (il Lago Maggiore). La frana – spiega l’Anas in una nota – non ha minimamente interessato né le pertinenze stradali né il piano viabile, ma incombe sulle abitazioni poste tra il versante montano e la statale; a seguito di ciò, dunque, il sindaco di Germignaga ha emanato un’ordinanza di sgombero delle case limitrofe e, su indicazione dei Carabinieri di Luino, l’Anas ha ritenuto opportuno chiudere il tratto di strada statale per motivi precauzionali. Continua a leggere

Mille chilometri di autostrada
sotto la neve, viabilità nel caos

Il maltempo continua a sferzare tutta l’Italia: Autostrade per l’Italia informa attraverso un’agenzia Ansa che nevica su oltre 1.000 chilometri di rete del gruppo. Precipitazioni in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e Umbria. Nella notte centinaia di persone sono rimaste bloccate per la neve sulla A24 Roma-L’Aquila. In Sicilia fiumi esondati e strade interrotte. Nel messinese, frane e smottamenti. Isolati i paesi di Scaletta e Italia. Una nave mercantile si è incagliata vicino a Taranto. Continua a leggere

Ferrovie in tilt, altra giornata d’inferno per i pendolari lombardi

Treni bloccati, passeggeri a terra e tanti disagi. Anche oggi chi ha scelto la ferrovia per spostarsi si è trovato a fare i conti con una dura realtà. A Milano, soprattutto, la situazione è particolarmente difficile. Dopo un blocco totale, “dalle 8,50 è stato riattivato completamente il traffico. Per le dimensioni e l’estensione delle linee ferroviarie interessate, le ripercussioni sulla circolazione si estenderanno però su tutta la rete e proseguiranno anche nelle prossime ore, riassorbendosi progressivamente nel corso della giornata”. Lo hanno comunicato le Ferrovie dello Stato. Continua a leggere