Carburanti, arrivano gli aumenti. La decisione di ridurre la produzione di greggio fa salire i prezzi

Fine settimana di aumenti per i prezzi dei carburanti. Dopo l’accordo firmato sabato tra i Paesi Opec e non Opec per ridurre la produzione di greggio e tenere quindi più alte le quotazioni del barile, i prezzi alla pompa sono tornati a salire. “E le prospettive”, spiega Staffetta Quotidiana, “almeno nel breve termine, sono ancora rialziste”. Esso ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi del gasolio mentre TotalErg ha ritoccato di 0,5 centesimi al litro i prezzi sia della benzina che del gasolio.

Continua a leggere

Carburanti più cari, si fanno sentire gli effetti dell’accordo Opec sul taglio della produzione

L’accordo Opec per il taglio delle quote di produzione del petrolio deciso la scorsa settimana si è immediatamente tramutato in prezzi più alti dal distributore. Le principali compagnie hanno infatti ritoccato al rialzo i listini: venerdì e sabato ci sono stati rincari per TotalErg, Eni, Esso, Ip e Tamoil; oggi, secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana, hanno alzato ancora i prezzi Tamoil, TotalErg ed Esso.  Continua a leggere

Esodo di Pasqua, brutta sorpresa dal benzinaio: i carburanti tornano a salire

Pasqua con una brutta sorpresa per gli automobilisti. Dopo un periodo di costanti cali, i prezzi di benzina e gasolio sono tornati a crescere. Secondo i dati, la scorsa settimana il prezzo medio della benzina è salito a 1,407 euro al litro contro 1,391 euro al litro della settimana precedente, mentre il prezzo medio del gasolio è passato da 1,230 a 1,243 euro. Lo ha reso noto il Centro Studi Promotor precisando che il rincaro è probabilmente dovuto alla previsione di un aumento di domanda legato all’esodo di Pasqua. Un segnale, commenta il Csp, non positivo. Continua a leggere

Crescono i consumi di carburante. Ma con il calo dei prezzi scende il gettito fiscale

Cresce il consumo di benzina e gasolio. Non per colpa di veicoli che “bevono” di più, ma a causa di maggiori spostamenti. A giugno, infatti, c’è stato un incremento dei consumi del 6,5 per cento. Lo rende noto il Centro Studi Promotor-Csp che parla di “un segnale positivo in quanto una maggiore utilizzazione dei veicoli a motore è coerente con la ripresa dell’economia che comincia a concretizzarsi”. Continua a leggere

Carburanti più cari, Eni aumenta il prezzo di benzina e diesel di 2 centesimi al litro

È un periodo di rialzi per i prezzi dei carburanti. Come rileva Staffetta Quotidiana, anche giovedì mattina le compagnie hanno ritoccato i listini, con Eni che ha alzato i prezzi consigliati di benzina e diesel di due centesimi. Aumenti anche per Esso (+0,5 centesimi sulla verse), Q8/Shell (+0,5 cent sulla verde e +1 sul diesel), e TotalErg (+1,5 cent sulla benzina e +0,5 sul gasolio). Continua a leggere

Prezzi dei carburanti, aumenti nel fine settimana. Il diesel più caro a Trapani

Fine settimana di aumenti per i prezzi dei carburanti. Dopo il rialzo deciso da Eni venerdì, alcune compagnie hanno deciso di ritoccare i listini, soprattutto per quanto riguarda la benzina. Secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana, nel weekend hanno alzato i prezzi  Q8/Shell (+1,5 cent sulla benzina e +1 sul diesel), Tamoil (+1 cent sulla verde) e TotalErg (+1,5 cent sulla verde). Continua a leggere

Benzina, i prezzi tornano a salire. “In poche settimane pieno più caro di 11 euro”

Gli aumenti della benzina sono “abnormi e del tutto ingiustificati. In poche settimane, dal 13 gennaio, il prezzo della verde è aumentato del 14,8 per cento e quello del petrolio dell’8,8 per cento. Una fuga in avanti dei carburanti che determina un maggior esborso a danno degli automobilisti pari a quasi 11 euro a pieno”. Lo afferma il Codacons alla luce dei nuovi rincari dei prezzi dei carburanti registrati negli ultimi giorni. La benzina, infatti, venerdì si avvicina a quota 1,7 euro al litro. Continua a leggere

Benzina, i prezzi tornano a salire. Intanto in Albania si fermano le auto per protesta

Mentre in Italia ritornano a salire i prezzi dei carburanti (questa mattina Eni ha ritoccato i listini di benzina e diesel di 1,5 centesimi), in Albania si protesta contro il caro benzina. Alle 11 di questa mattina nelle principali strade di Tirana e di molte altre città del Paese, molti cittadini hanno infatti fermato e spento le auto. La protesta è stata organizzata dall’opposizione di centrodestra, guidata da Lulzim Basha, attuale sindaco di Tirana. Secondo uno studio del sito specializzato GlobalPetrolprices, l’Albania si troverebbe al 134° posto su 181 Paesi del mondo per il caro carburante. Continua a leggere

Carburanti, in un anno prezzi scesi del 30 per cento. Con le tasse il calo si dimezza

In un anno i prezzi di benzina e diesel (tasse escluse) sono scesi rispettivamente del 30 e del 29 per cento. Ma considerando il prezzo alla pompa, comprensivo di Iva e accise, il discorso cambia notevolmento e il calo si riduce della metà. La benzina costa infatti il 14,5 per cento in meno, il diesel il 15,9. Continua a leggere

Carburanti, le quotazioni crollano ancora. Eni taglia il prezzo della benzina di 3 cent

Continuano a scendere in maniera decisa i prezzi dei carburanti. Come spiega Staffetta Quotidiana, è dal 25 novembre che le quotazioni dei prodotti raffinati in Meditterraneo sono in calo. In quindici sessioni, il prezzo internazionale della benzina è sceso di oltre un quarto (-26,6 per cento), quello del diesel di oltre un quinto (-21,1 per cento). I cali si ripercuotono anche sui listini dei prezzi alla pompa. Questa mattina sono intervenuti pesantemente Eni ed Esso. Continua a leggere