Logistica sostenibile tra Italia e Austria: il porto di Trieste guida il progetto Smartlogi

Diminuire l’impatto ambientale, utilizzando al meglio la tecnologia e le informazioni. Sono questi i cardini di “Smartlogi – Logistica Transfrontaliera sostenibile e intelligente”, il progetto europeo di cui è capofila il porto di Trieste. Smartlogi, che avrà una durata di 24 mesi e un budget di circa 1,3 milioni, è co-finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Austria ed è sviluppato in collaborazione con l’interporto di Fürnitz, l’Università di Klagenfurt, il Gect “Senza Confini”, la Regione Veneto, l’Università Iuav di Venezia ed Eurac. Continua a leggere

Porto franco di Trieste, firmato il decreto attuativo. Serracchiani: “Un momento epocale”

Il decreto attuativo per il Porto franco internazionale di Trieste è stato firmato dal ministero delle Infrastrutture e quello di Economia e finanze. Lo ha annunciato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, durante una conferenza stampa congiunta con il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Graziano Delrio, e con il presidente dell’Autorità di sistema portuale dell’Adriatico orientale, Zeno D’Agostino. Serracchiani ha parlato di “pagina storica per Trieste e per il Friuli Venezia Giulia. È davvero un momento epocale per la città e per la portualità regionale”. Continua a leggere

Il porto di Trieste va come un treno: “Quest’anno raggiungeremo i 7mila convogli”

Il porto di Trieste non si ferma. Vuole crescere ancora e per farlo “deve aggiungere altri step”. Il primo, secondo il presidente dell’Autorità portuale, Zeno D’Agostino, “è quello di integrare la filiera marittima con la filiera intermodale e su questo siamo il primo porto in Italia e consolidiamo la posizione con una crescita del 5 per cento”. Per quest’anno, ha spiegato D’Agostino, “puntiamo a 60 milioni di tonnellate. Dall’altra parte siamo il primo porto in Italia dal punto di vista ferroviario, perché quest’anno avendo già fatto più di 3.500 treni nei primi sei mesi, sicuramente raggiungeremo l’obiettivo di 7mila treni”.  Continua a leggere

Al timone del porto di Trieste c’è ancora Zeno D’Agostino: sarà commissario per altri sei mesi

Zeno D’Agostino resterà per altri sei mesi commissario dell’autorità portuale di Trieste. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha infatti firmato il decreto di proroga dell’attuale commissario. Zeno D’Agostino è commissario straordinario dell’autorità portuale di Trieste dal 24 febbraio 2015. Continua a leggere

Nuovi collegamenti ferroviari e traffico in crescita, il porto di Trieste prende il largo

Il porto di Trieste continua a crescere e si conferma il primo scalo italiano anche nel primo trimestre 2016. Lo ha annunciato il commissario dell’Autorità portuale, Zeno D’Agostino. In netta crescita anche il traffico ferroviario, uno dei punti forti dello scalo. “Il tonnellaggio complessivo, che nel 2015 è stato di 57 milioni, registra un incremento del 9 per cento, facendo sperare che a fine anno supereremo i 60 milioni”, ha spiegato D’Agostino all’Ansa. “Il trend è supportato da tutti i settori con il peso del petrolifero in calo dal 78 al 72 per cento grazie alla crescita di altre attività”, ha detto D’Agostino. Continua a leggere

Porto di Trieste, Zeno D’Agostino resta commissario: “Proroga logica e opportuna”

Zeno D’Agostino resta al timone del porto di Trieste. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha infatti firmato il decreto di proroga relativo al commissario. Lo ha reso noto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che ha definito la proroga “logica e opportuna”. Continua a leggere

La rotta per i porti del Nord Adriatico? Investire di più e non dormire sugli allori

“I porti dell’Alto Adriatico non devono ‘dormire sugli allori’ ma investire di più”. Lo ha detto a Trieste la Commissaria Ue ai Trasporti, Violeta Bulc, al termine di un vertice sulle infrastrutture dell’area tenuto assieme alla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e ai rappresentanti degli scali e delle infrastrutture ferroviarie. Gli scali del Nord Adriatico, ha sottolineato Violeta Bulc, “sono una finestra per beni e merci dirette dall’Asia verso i grandi centri industriali dell’Europa centrale, come la Germania meridionale, la Polonia. Mi auguro che riescano a collaborare per realizzare economie di scala, e perché ogni investimento garantisce la migliore circolazione e la qualità delle merci”. Continua a leggere

Traffico merci, Trieste si conferma il primo porto italiano: superato il milione di Teu

Trieste resta il primo porto italiano per volumi di merce movimentata. Nel 2015 nello scalo giuliano sono state infatti movimentate 57,1 milioni di tonnellate di merce (+0,07 rispetto al 2014). Entrando nel dettaglio, sono in leggero calo le rinfuse liquide, a 41,2 milioni di tonnellate (-0,96 per cento), ma viene registrata una forte crescita delle rinfuse secche (+106,85 per cento). Aumentano le merci varie non containerizzate (+21,84 per cento), mentre resta invariato il traffico container con 501.276 tonnellate (-0.94 per cento). In una nota, l’Autorità portuale segnala la netta ripresa dei container nella seconda metà 2015, tanto da assorbire la forte diminuzione iniziata a fine 2014 e durata fino al primo semestre 2015. Continua a leggere

Il porto di Trieste viaggia come un treno: aumenta il traffico ferroviario

Più treni che arrivano e partono e container pieni. È soddisfatto il presidente dell’Autorità portuale di Trieste, Zeno D’Agostino, che lunedì è intervenuto al lavori della Commissione dell’assemblea Ince. Il traffico ferroviario da e per il porto di Trieste, ha spiegato D’Agostino, è aumentato del 15,16 per cento nei primi 9 mesi 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014. I treni transitati per lo scalo nel periodo sono stati 4.104, rispetto ai 3.564 del 2014. Continua a leggere

Piattaforma logistica del porto di Trieste, dall’Europa arrivano 15,8 milioni di euro

Il porto di Trieste riceverà un finanziamento europeo di 15,8 milioni di euro da parte dell’Innovation and Networks Executive Agency (Inea) di Bruxelles per il cantiere della piattaforma logistica. Lo ha reso noto l’Autorità portuale, che a febbraio aveva partecipato insieme ai porti di Koper (Slovenia) e Venezia a un bando Connecting Europe Facility presentando una proposta congiunta denominata “Improving North Adriatic ports’ maritime accessibility and hinterland connections to the Core Network”, che prevede la realizzazione di opere portuali finalizzate al potenziamento della dotazione infrastrutturale di base per garantire lo sviluppo dei traffici e delle connessioni multimodali. Continua a leggere