Nel Corridoio Scandinavo-Mediterraneo non c’è il ponte sullo Stretto. Pat Cox: “Ora non è in lista”

“Il ponte sullo Stretto di Messina non è nella lista attuale del Corridoio europeo. Se l’Italia vuole rivedere questa scelta dovrà farlo in vista della rimodulazione dei fondi europei dopo il 2020”. Lo ha detto Pat Cox, coordinatore europeo del Corridoio Scandinavo – Mediterraneo parlando con i giornalisti a margine della visita della delegazione europea al Porto di Gioia Tauro. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, Conftrasporto applaude Berlusconi: “Bene, è un’opera prioritaria”

“Il Ponte sullo Stretto di Messina è la prima cosa da fare dal punto di vista delle infrastrutture al Sud”. La strada tracciata da Silvio Berlusconi in un’intervista a Telelombardia piace a Conftrasporto e al suo presidente, Paolo Uggè, da sempre sostenitore di un’opera che, si legge in un comunicato, “offre opportunità a un popolo di cinque milioni di persone”. “Bene Berlusconi sul Ponte sullo stretto di Messina”, dichiara il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio, che invece “non commenta le affermazioni pretestuose di alcune parti, frutto di una scarsa conoscenza dei fatti e certamente portatrici della cultura del divieto anziché dello sviluppo”. Continua a leggere

Lupi: “Il Ponte sullo Stretto è indispensabile. In altri Paesi sarebbe stato costruito senza discussioni”

Il Ponte sullo Stretto è indispensabile. Lo ha ribadito il coordinatore nazionale di Alternativa Popolare ed ex ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, durante un incontro a Messina. “Inviterei chi non conosce la situazione a venire qua per capire”, ha detto. “Quando vieni qui”, ha spiegato l’ex ministro, “ti accorgi di cosa stiamo parlando: cioè di un’infrastruttura indispensabile non per le macchine ma innanzitutto per il collegamento ferroviario del nostro Paese”.  Continua a leggere

Il Ponte sullo Stretto diventa prioritario? Uggè: “Opera utile per l’Italia e per l’Europa”

Il Ponte sullo Stretto non è soltanto un’opera necessaria per il Sud ma “sarebbe utile a tutto il Paese e all’Europa”. Lo ha dichiarato il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, commentando le dichiarazioni di Vincenzo Garofalo, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera: “Ci batteremo affinché venga approvato il nostro emendamento che considera il Ponte sullo Stretto infrastruttura prioritaria per l’interesse del Paese”, ha detto Garofalo.

Continua a leggere

Sul Ponte sullo Stretto salgono anche le Fs: “Costa meno dell’Alta capacità tra Napoli e Bari”

“Il dibattito sul ponte sullo Stretto mi lascia perplesso. È come se qualcuno si fosse interrogato sull’opportunità di attraversare il Po con la ferrovia in costruzione. Il ponte venne fatto”. Lo ha dichiarato al Corriere della Sera l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Renato Mazzoncini. Nell’intervista ha spiegato che il ponte è funzionale al completamento dei quattro Corridoi europei che interessano l’Italia, “perché le montagne si superano con le gallerie e i mari con i ponti”. Continua a leggere

Delrio: “Il Ponte non è una priorità. L’importante è che il Sud sia connesso al resto d’Italia”

“L’ho detto e lo confermo: il Ponte sullo Stretto di per sé non lo considero una priorità. La domanda che mi faccio è un’altra: vogliamo che il Mezzogiorno sia connesso al resto d’Italia o no?”. Lo ha spiegato a Repubblica, il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, che torna sul tema caldo del Ponte sullo Stretto di Messina, rilanciato nei giorni scorsi dal premier Matteo Renzi. “Io sto facendo fare uno studio di fattibilità sul corridoio Napoli-Palermo, dopo di che vedremo: risulta però complicato pensare che un’opera di alta velocità si interrompa. L’importante è che passi il treno, sopra o sotto vedremo”, ha detto Delrio.  Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, c’è chi dice no. Conftrasporto invece dice sì: “Opportunità di crescita”

Come canterebbe Vasco Rossi, c’è chi dice no. E sono in molti. Ma c’è anche chi al progetto del ponte sullo Stretto di Messina dice sì. È Paolo Uggé, presidente di Conftrasporto, che in merito alle dichiarazioni del premier Matteo Renzi che hanno riaperto il dibattito sull’utilità o meno della nuova infrastruttura, l’ha definita “una scelta giusta”, definendo “un errore quello compiuto in passato dal Governo Monti, che sospese il piano. È bene che si riprenda il filo del discorso”, ha commentato Paolo Uggè, “il ponte sullo Stretto sarebbe una grande opportunità di crescita collegando un popolo da sempre tagliato fuori dal resto del Paese.   Continua a leggere

Infrastrutture al Sud, per Delrio la situazione è drammatica: “La priorità è l’alta velocità”

Si fa, non si fa. Serve, non serve. Sul ponte sullo Stretto di Messina si è detto e si è scritto di tutto. L’ultima opinione espressa è quella del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che ha parlato del ponte alla trasmissione Agorà. “Discusso come fatto isolato è inutile”, ha spiegato, “ma fa parte dell’impegno che l’Italia ha preso con il corridoio Napoli-Palermo e come un pezzo di un corridoio di potenziamento, di collegamento e di sviluppo ha invece un suo senso, a patto che venga fatto con le caratteristiche giuste”. Continua a leggere

Salerno-Reggio pronta tra un anno? Delrio: “Finiremo gran parte dell’opera nel 2016”

Manca poco, un anno al massimo e l’odissea della Salerno-Reggio Calabria sarà finita. “Il 2016 sarà l’anno che porterà a completamento grandissima parte di quello che manca”, ha detto il ministro dei trasporti Graziano Delrio parlando dell’opera a Repubblica Tv. Per “questo ultimo pezzettino che c’è, nel prossimo anno credo che la svolta sarà decisiva. Spero che nel 2017 la Salerno-Reggio Calabria sarà raccontata come una storia di successo”. Continua a leggere

Renzi: “Il Ponte sullo Stretto si farà. Ma quando?”. Forza Italia: “Una barzelletta”

Il Ponte sullo Stretto? “Certo che si farà, il problema è quando”. Lo dice il premier Matteo Renzi nel libro di Bruno Vespa Donne d’Italia. “Ora, prima di discutere del Ponte, sistemiamo l’acqua di Messina, i depuratori e le bonifiche. Investiamo 2 miliardi nei prossimi cinque anni in Sicilia per le strade e le ferrovie. E poi faremo anche il ponte, portando l’alta velocità finalmente anche in Sicilia e investendo su Reggio Calabria, che è una città chiave per il Sud. Dall’altra parte dobbiamo finire la Salerno-Reggio Calabria”.

Continua a leggere