Autopromotec corre verso l’edizione 2017, a Bologna raddoppia lo spazio per le gomme

Ci saranno tutte le più importanti case produttrici mondiali, lo spazio espositivo sarà raddoppiato e non mancheranno i convegni dedicati. Gli pneumatici saranno grandi protagonisti della prossima edizione di Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico che si svolgerà a Bologna dal 24 al 28 maggio. Oltre ai padiglioni 20, 22 e 31, che già nell’edizione di due anni fa erano destinati alla gomma, anche il padiglione 15 sarà interamente dedicato agli pneumatici.  Continua a leggere

Pneumatici protagonisti di Autopromotec: tante novità e più spazi espositivi

A poche settimane dall’inizio di Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, che avrà luogo a Bologna dal 20 al 24 maggio 2015, gli organizzatori della manifestazione confermano il successo riscosso dal settore degli pneumatici e delle attrezzature per gommisti. Continua a leggere

Pneumatici riciclabili? Se sono fatti utilizzando la buccia di riso lo diventano

Tutti sappiamo quanto sia complicato smaltire uno pneumatico, tanto che quando cambiamo le gomme paghiamo un sovrapprezzo per la sua distruzione. Tutti sappiamo come ci sia chi per evitare di pagare abbandona ruote in discariche abusive, se non addirittura le brucia. In pochi sanno cosa sia la lolla, o pula, ossia la buccia che si stacca durante la trebbiatura dei cereali. I saggi contadini non buttano via niente e da sempre utilizzano la lolla di riso per le lettiere degli animali, fare mangimi o concime. Continua a leggere

Pneumatici ricostruiti, è boom. In un anno risparmiati 221 milioni di euro

Nel 2012 l’impiego di pneumatici ricostruiti ha consentito di risparmiare 221,6 milioni di euro. Lo comunica l’Ansa in un’agenzia che analizza il bilancio della ricostruzione di pneumatici lo scorso anno redatto da Airp, l’Associazione italiana ricostruttori pneumatici. A beneficiare del risparmio sono stati in gran parte gli operatori delle società di autotrasporto di merci e persone, in quanto i ricostruiti sono utilizzati oggi soprattutto su camion e autobus. Continua a leggere

Asfalto derivato da vecchi pneumatici, la scommessa parte da Ferrara

Una strada dal battistrada delle gomme, un gioco di parole, ma anche un progetto concreto in cui crede il Comune di Ferrara. L’amministrazione emiliana punta infatti a  trasformare le oltre 8.000 tonnellate di rifiuti in gomma, abbandonate in una delle aree industriali cittadine, in superficie stradale. “Alla realizzazione – si legge sul portale greenstyle.it – collaborerà la Ecopneus, società no profit per la gestione dei “Pneumatici fuori uso”. I pneumatici verranno utilizzati per la copertura di un tratto di strada lungo via Pomposa e provengono dal deposito abbandonato di Via Ca’Rosa, zona industriale della Diamantina. La società chiamata a disfarsene è fallita e tutto il materiale in gomma è rimasto inutilizzato fino all’intervento della Ecopneus, che si occuperà della sua trasformazione in asfalto”. Continua a leggere

Smaltimento degli pneumatici, costi più alti per autoveicoli e ciclomotori

Si pagherà di più per smaltire gli pneumatici di auto e motorini. Il Minambiente, il nuovo decreto direttoriale del 3 luglio 2013, ha infatti fissato un aumento del 13 e del 20 per cento sugli oneri verdi per le gomme di autoveicoli e ciclomotori rispetto al 2012, mentre rimangono praticamente identici quelli per macchine agricole e industriali e addirittura sono in diminuzione quelli relativi ad autobus e camion. Dunque l’eco-contributo che gli acquirenti di auto e moto nuove dovranno sborsare ai rivenditori per la copertura dei costi di gestione degli pneumatici in dotazione una volta giunti a fine vita sarà più caro.  Continua a leggere

Attenti agli pneumatici: dai controlli irregolarità sul 12,1 per cento delle gomme

Centomila verifiche in dieci anni. Un campione più che significativo che, pur non avendo valenza di rigorosità statistica, è certamente un riferimento rappresentativo della realtà del parco circolante italiano. Cosa emerge quindi dai controlli, realizzati dalla Polizia stradale, degli pneumatici in Italia? I risultati di quest’anno indicano che il 12,1 per cento delle 7.000 vetture controllate in sette regioni d’Italia presenta almeno una non conformità riferita alle gomme. Il dato, trasformato sui 37 milioni di auto circolanti in Italia, si tradurrebbe in circa 4 milioni e mezzo di vetture con irregolarità degli pneumatici.  Continua a leggere

Pneumatici, Continental cambia logo: il precedente durava da ben 137 anni

Dopo una storia lunga 137 anni, Continental, la casa tedesca produttrice di pneumatici, decide di rifarsi il look modificando il suo family brand e quello del prodotto principale del Gruppo. Ci sono voluti oltre due anni di studi al gruppo di pneumatici per lanciare una nuova architettura di marca, un nuovo posizionamento di marketing e nuovi logo e design. Continua a leggere

Dai vecchi copertoni delle auto si possono fare asfalti e piste d’atletica

Gli pneumatici di auto e camion sono complessi da smaltire, tanto che al cambio delle gomme si paga un contributo per la loro distruzione. Eppure a Possagno, nel Trevigiano, hanno scoperto come recuperare proprio gli pneumatici ormai fuori uso ed è stato realizzato il più grande impianto d’Italia di questo particolare trattamento. L’impianto, realizzato nel 1995, può lavorare fino a 50mila tonnellate l’anno di copertoni usati, quasi duecento al giorno. Si chiama Graneco Rubber ed è controllato dalla Settentrionale Trasporti della famiglia Daniele, un’azienda di trasporti nazionali e internazionali con un parco di duecento mezzi.  Continua a leggere

Risparmio di carburante, rumore e aderenza: arriva l’etichetta delle gomme

Anche gli pneumatici avranno la loro etichetta, che indicherà chiaramente quali sono le caratteristiche di quella gomma: dalla resistenza al rotolamento, all’aderenza sul bagnato, al rumore. Uno pneumatico migliore di un altro, in base alla caratteristica scelta, sarà, dal primo novembre, immediatamente riconoscibile. “Si tratta”, spiega Assogomma in una nota, “di una novità assoluta introdotta dal Regolamento UE 1222/2009 che si pone l’obiettivo di migliorare la sicurezza e l’efficienza economica ed ambientale del trasporto su strada attraverso la promozione di pneumatici più sicuri ed efficienti dal punto di vista dei consumi di carburante, con bassi livelli di rumorosità”.  Continua a leggere