Nonna pirata investe un ciclista e non si ferma: patente ritirata definitivamente e denuncia

Non guiderà più la “nonna pirata” che ha travolto un ciclista a Cicagna, piccolo comune della città metropolitana di Genova. Dopo aver investito il ciclista, la pensionata, 86 anni, non si è fermata. A lei sono risaliti i carabinieri di Chiavari, intervenuti sul luogo dell’incidente.  Continua a leggere

Ubriaco e senza patente guida contromano un’auto non assicurata: arrestato un marocchino

È scappato dai carabinieri, guidando per circa tre chilometri contromano e una volta fermato si è scoperto che era ubriaco e che non aveva mai preso la patente. Non solo: l’auto utilizzata era senza assicurazione ed era intestata a una prestanome. I carabinieri di Desio (Monza Brianza) hanno arrestato un 38enne marocchino al termine di un inseguimento. I militari avevano avvicinato l’uomo mentre era fermo in auto, ma lui quando li ha visti è scappato.  Continua a leggere

Pirati della strada, crescono le vittime e diminuiscono gli arresti: strage di pedoni

61 vittime in sei mesi, più di due morti a settimana. Quelli della pirateria stradale sono “dati agghiaccianti”, come li definisce l’Asaps. Se gli incidenti stradali in generale continuano a diminuire, “nessun segno positivo emerge per quanto riguarda la pirateria stradale”, spiega l’Associazione sostenitori e amici della polizia stradale rendendo note le statistiche del primo semestre del 2015. E i numeri, purtroppo, sono in crescita. Continua a leggere

Ergastolo della patente? Agli assassini al volante meglio confiscare denaro e beni

“Prevedere l’ergastolo della patente per punire chi dovesse compiere il reato di omicidio stradale, per il quale è stato predisposto un disegno di legge che ha visto presentare gli ultimi emendamenti in commissione Giustizia, sarebbe un errore madornale, una manovra incostituzionale, inutile e dannosa, in particolar modo per chi con la patente lavora, come moltissimi autotrasportatori, conducenti di mezzi pubblici, tassisti, autonoleggiatori….  Chi lo sostiene  fa solo demagogia da quattro soldi. Esistono altre strade per combattere i criminali al volante, senza scegliere manovre anticostituzionali, visto che verrebbe applicata una sanzione a vita in un Paese dove il carcere a vita non viene dato neppure ai peggiori assassini.  Continua a leggere

Incidenti in calo, ma i pirati della strada sono sempre di più. Record in Lombardia

Diminuiscono gli incidenti stradali, ma crescono gli episodi di pirateria. La denuncia arriva dall’Asaps che ha diffuso i dati relativi al 2014. Secondo l’Osservatorio sono stati 1.009 gli episodi di omissione di soccorso, con 119 persone uccise e 1.224 feriti. Il 57,8 per cento degli autori viene poi smascherato, spiega l’Asaps, una percentuale in leggera crescita rispetto al 2013, quando i pirati individuati furono il 55,8 per cento. Continua a leggere

Provoca tre incidenti in cinque minuti e scappa, arrestato un tunisino a Genova

È riuscito a causare tre incidenti stradali nel giro di appena cinque minuti. Nei giorni scorsi un 38enne tunisino alla guida ubriaco di un furgone ha seminato il panico tra le strette vie di Sestri Ponente, a Genova. Scappando sempre dopo gli incidenti. Solamente le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Cornigliano sono riuscite a fermarlo. I primi a fare i conti con le sue non brillanti doti d’autista, spiega la Polizia in una nota, sono stati cinque motocicli posteggiati in via Ginocchio, urtati e scaraventati a terra. Una volta in via Ciro Menotti il pilota ha tamponato uno scooter, facendo cadere a terra i due giovani occupanti (medicati al pronto soccorso e dimessi con prognosi di sette e cinque giorni). A nulla sono valse le rimostranze di questi ultimi che hanno inutilmente tentato di far fermare l’uomo che, dopo aver urlato loro delle frasi incomprensibili, ha ripreso la marcia.  Continua a leggere

Renzi: “Omicidio stradale ed ergastolo della patente nel 2015: stop all’impunità”

Il tempo dell’impunità è finito: l’omicidio stradale e l’ergastolo della patente sono interventi che il Parlamento ha iniziato ad affrontare e che nel 2015 saranno introdotti. Lo ha detto il premier Matteo Renzi in un videomessaggio per la famiglia di Lorenzo Guarnieri, 17enne ucciso da un uomo che guidava sotto l’effetto di alcol e droghe. Se l’iter parlamentare dovesse bloccarsi, ha spiegato Renzi, interverrà il Governo. Continua a leggere

Pirati della strada, nessuna clemenza se sono minori: lo stabilisce la Cassazione

I pirati della strada rimangono tali anche se sono giovanissimi. Lo ha stabilito la Corte Suprema di Cassazione respingendo il ricorso del legale di un cittadino romano che quando non aveva ancora la maggiore età aveva preso l’auto di un conoscente e si era messo a superare altri veicoli zizagando e provocando un incidente. Con il ragazzo vi erano altri tre amici. Continua a leggere

Più pirati della strada e delinquenti in circolazione ? I controlli saranno meno

Su strade e autostrade, nelle vie delle città  ci sono sempre più pirati dell’asfalto (automobilisti ubriachi o drogati, semplici imbecilli del volante) ma anche più ladri e rapinatori in circolazione e  ci sono pochi controlli sui mezzi in circolazione e su quanto avviene più in generale nelle strade? Beh, rassegnamoci, perché in futuro potrebbero essercene  ancora meno, con pattuglie della Polizia e posti di blocco che diventeranno una vera rarità.  Colpa dei tagli al dipartimento di pubblica sicurezza che, denunciano i rappresentanti sindacali di  Cgil e Silp, si aggirano sui 300 milioni di euro all’anno in media, e questo dal 2009 ad oggi. “Sempre di meno, più vecchi e peggio pagati: è questo lo stato degli operatori di polizia italiani” denuncia  Daniele Tissone, segretario del Silp, sottolineando come “da anni si assista a una costante emorragia di personale, mezzi e risorse con 350 poliziotti in pensione o riformati ogni anno e blocco del turn over al 55 per cento, senza dimenticare il  perdurante blocco del tetto stipendi. Continua a leggere

Omicidio stradale, c’è il primo sì ufficiale. Nencini: “Fatto un passo avanti”

Arriva il primo sì ufficiale all’introduzione dell’omicidio stradale e dell’ergastolo della patente. La Commissione Trasporti ha infatti dato l’ok alla legge delega per la riforma del Codice della strada. L’introduzione del nuovo reato di omicidio stradale nel codice penale sarà possibile grazie a un emendamento approvato giovedì in Commissione. “È una giornata importante, la aspettavo da tempo. Per la prima volta un passo in avanti per sancire la presenza del reato di omicidio stradale nel codice”, commenta il vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Riccardo Nencini, che parla anche di “ergastolo della patente”. Continua a leggere