Giachino: “La Tav è solo il primo passo, ora avanti con il Piano della logistica”

La Tav verrà realizzata (clicca qui) e in attesa che nasca bisogna dare più efficienza alla logistica. Il suggerimento arriva da Mino Giachino, ex sottosegretario ai Trasporti. “L’importante riconferma da parte del vertice italo-francese di Lione”, dice Giachino, “sollecita a migliorare al più presto l’efficienza logistica del nostro Paese. Il potenziamento della autostrada ferroviaria alpina (attualmente quattro coppie di treni merci al giorno, ndr) volto a trasferire un numero maggiore di camion dalla strada alla rotaia da Orbassano sino a Lione è solo il primo passo”. Continua a leggere

Giachino: “Con il Piano della logistica l’Italia crescerà: ecco le priorità”

Mezzo punto di Pil in più grazie a una migliore logistica. A sottolinearlo è stato l’ex sottosegretario ai Trasporti del governo Berlusconi, Bartolomeo Giachino, già presidente della Consulta nazionale dell’autotrasporto e della logistica, a Genova per la presentazione, alla facoltà di Economia e Commercio, del Piano nazionale della logistica 2012-2020. Un piano, elaborato dalla Consulta, pronto ormai da agosto e preparato dopo due anni di studi e di approfondimenti a livello territoriale. “Il piano della logistica è stato ultimato”, ha sottolineato Giachino, “e consegnato al governo, al ministro Passera, nell’agosto scorso. Con questo piano possiamo avere una crescita aggiuntiva di almeno mezzo punto”.

Continua a leggere

Confcommercio: “Il progetto su interporti e logistica? È promosso, ma solo a metà”

‘Riteniamo che il testo approvato sia un fatto positivo che doveva essere realizzato, pur se in una logica d’insieme”. Con queste parole il vice presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, Paolo Uggè ha commentato la notizia dell’approvazione da parte della Camera dei Deputati della legge quadro sugli interporti e le piattaforme logistiche. Un commento solo parzialmente positivo considerato che, ha sottolineato Uggè, ”il nuovo indirizzo votato dalla Camera si discosta da quanto fortemente voluto dai Governi Berlusconi bis e ter circa la necessità di mettere al centro dello sviluppo il tema della logistica e dei trasporti e di avviare la costituzione della Consulta del trasporto e della logistica per l’elaborazione di un piano condiviso’. Continua a leggere

Sangalli: “Competitività e sicurezza dei trasporti viaggiano insieme”

“Occorre lavorare per favorire un sistema dei trasporti che sia in grado di coniugare sviluppo, competitività e rispetto delle regole e dei relativi costi”. Ad affermarlo è stato il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nel suo intervento all’Assemblea nazionale dell’associazione che si è tenuta a Roma. Una presa di posizione importante e un’ancor più importante risposta che il mondo del commercio ha voluto dare al tentativo di Confindustria di depotenziare le norme sui costi minimi della sicurezza introdotti dal Governo, sostenendo che l’applicazione delle nuove disposizioni produrrebbe un incremento inverosimile di costi per l’economia pari a 11 miliardidi euro. Continua a leggere

«Sicurezza: Confindustria indica una strada e ne segue un’altra»

“Ci sono luci ma anche ombre, oltre a silenzi e omissioni nella relazione annuale del presidente di Confindustria Emma  Marcegaglia che oggi ha invitato lo Stato a smettere di fare, male, troppe cose  per farne, bene, poche ed essenziali  lasciando più spazio ai privati e al mercato”. Ad affermarlo è il presidente di Fai Conftrasporto e vicepresidente nazionale di Confcommercio, Paolo Uggè, secondo il quale “è giusto chiedere liberalizzazioni, ma non quando si rappresenta un monopolista nel settore del trasporto ferroviario che gestisce le reti e i servizi di trasporto; così come è opportuno criticare le mancate liberalizzazioni nei servizi pubblici locali ma è incomprensibile tacere sulla gestione a livello regionale del trasporto ferroviario”. Continua a leggere

Sqas: ovvero sarà la qualità a decidere chi potrà lavorare

Recentemente abbiamo lanciato alcuni suggerimenti al Governo con l’obiettivo di dare risposte adeguate al grande tema della competitività: liberalizzazione del trasporto ferroviario, con la separazione tra chi gestisce le reti e chi i servizi; costituzione di un’Autorità del trasporto, logistica e sicurezza stradale rendendo vincolante il Piano della logistica; riforma del sistema portuale con l’autonomia finanziaria. Oggi ci rivolgiamo invece alle imprese di trasporto e a quelle committenti invitandole a riflettere sulla nuova fase che, imperniata su un sistema gestionale di valutazione integrata aziendale, regolerà il mercato. Continua a leggere

Nerli: “Logistica inefficiente, i porti italiani non escono dalla crisi”

Quello italiano è il secondo sistema portuale dell’Europa per merci, il primo per quando riguarda invece i passeggeri. Eppure “sta uscendo dalla crisi più lentamente degli altri”. È questo il grido d’allarme del presidente di Assoporti, l’associazione dei porti italiani, Francesco Nerli. Il motivo di questa lentezza, secondo Nerli, sta nella mancanza di “una efficiente rete logistica infrastrutturale”, specie per quanto riguarda “le connessioni di ultimo miglio” e “la mancanza di una proiezione – attraverso strade, ferrovie, valichi – dei porti settentrionali verso il cuore dell’Europa continentale”. Continua a leggere

Giachino: Il fermo dei Tir non aiuta i trasportatori e danneggia l’Italia

All’inizio di questa legislatura e all’atto della mia nomina a sottosegretario ai trasporti immaginavo di lavorare a una politica industriale dell’autotrasporto, un settore importante per la nostra economia che al 90 per cento viaggia su strada, per rafforzare, accorpandole, le aziende e renderle più competitive sul mercato nazionale e su quello internazionale. Il fortissimo aumento del gasolio nei primi sette mesi del 2008 e la pesantissima crisi economica hanno costretto il Governo a cercare di difendere il settore assegnando più risorse, almeno 200 milioni in più all’anno, e con nuove norme (art.83bis e Legge 127) tutte concordate con la stragrande maggioranza delle associazioni del settore. Continua a leggere

Uggé: “Un errore non mettere la logistica nel Decreto sviluppo”

“Se da una parte non si può che plaudire al finanziamento per l’Ecobonus 2009, che rappresenta un’importante boccata d’ossigeno per il mondo dell’autotrasporto, dall’altra  non si può non condividere  alcune critiche rivolte dall’onorevole Enrico Letta in riferimento all’assenza, all’interno del Decreto Sviluppo,  di ipotesi di finanziamento per il settore infrastrutture”. Ad affermarlo è il vice presidente di Confcommercio, Paolo Uggè, secondo il quale “la  mancata assegnazione di risorse al Piano nazionale della logistica si rivela un grave errore in prospettiva. Continua a leggere

Uiltrasporti: “Il Cipe approvi in fretta il Piano della Logistica”

La Uiltrasporti condivide “in larga parte i contenuti e l’approccio pragmatico del Piano della Logistica” e si attende che “il Cipe lo approvi con urgenza affinché siano realizzate le misure in esso contenute, molte delle quali a costo zero”. Lo afferma in una nota il segretario nazionale Claudio Tarlazzi. “La crisi mondiale ha ulteriormente messo in luce carenze sulle quali è necessario intervenire con urgenza allo scopo di far crescere l’Italia al ritmo degli altri Paesi avanzati e ne scongiuri l’emarginazione”, afferma Tarlazzi. Continua a leggere