Infrastrutture compatibili con l’ambiente e fatte velocemente: ecco la strada tracciata da Rixi

“Le infrastrutture vanno fatte e in maniera compatibile con l’ambiente e i cantieri non possono durare una vita”. Lo ha dichiarato il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi (Lega), lasciando palazzo Chigi dopo il giuramento, a chi gli chiedeva se Tav e Pedemontane andassero fatte. “Molti territori sono stufi di avere cantieri aperti da dieci, quindici anni. Bisogna fare opere in maniera più veloce, più semplice, magari facendo lavorare aziende del teritorio”. Continua a leggere

La Pedemontana va completata. Uggé: “Fontana ha ragione, è un’opera fondamentale”

La Pedemontana è “un’opera essenziale” e “sicuramente farò di tutto perché possa essere completata. Oggi è una di quelle cose che così non ha un senso. Una volta terminata diventerà invece una delle più importanti infrastrutture del nostro territorio”. Lo ha dichiarato qualche giorno fa il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ora raccoglie l’appoggio del vicepresidente di Confcommercio e presidente di Fai Conftrasporto Paolo Uggè. “Condivido pienamente le parole del presidente Attilio Fontana e dell’assessore Claudia Terzi sulla necessità di completare la Pedemontana”, ha infatti dichiarato Paolo Uggè. Continua a leggere

Pedemontana, la denuncia del Pd: “Non ci sono i soldi per finire l’autostrada”

“Maroni ci aveva assicurato che la Regione avrebbe sostenuto con risorse proprie la percorrenza gratuita fino al primo di novembre della Pedemontana e delle tangenziali di Varese e Como. Invece il presidente Sarmi ha chiarito che la Giunta non ha assunto nessun impegno”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del Pd Alessandro Alfieri e Luca Gaffuri al termine dell’audizione del presidente di Pedemontana, Massimo Sarmi, e dell’amministratore delegato di Cal, Paolo Besozzi, chiamati in Commissione Infrastrutture e Mobilità, su richiesta del Partito democratico, per relazionare in merito all’avanzamento dei lavori dell’infrastruttura e alle risorse a disposizione per terminare l’opera. Continua a leggere

Pedaggio della tangenziale di Como, camionisti pronti a bloccare la bretella

COLATO-1Camionisti pronti a bloccare la tangenziale di Como se verrà confermato il pedaggio a 60 centesimi. A dirlo è il presidente provinciale della Fai (Federazione autotrasportatori italiani) Giorgio Colato. “Gli amministratori stanno invitando a non utilizzare la tangenziale di Como per evitare il pedaggio, ma io voglio dire ai sindaci di mettersi la fascia tricolore e di andare in tangenziale a fermare il traffico, gli autotrasportatori saranno al loro fianco con i loro mezzi”. Continua a leggere

Maroni: “Finiremo la Pedemontana”. Sulla prima tratta già 30mila auto al giorno

“La Tratta ‘A’ della Pedemontana, quella che collega Varese a Como, in questo primo mese, da quando è stata messa in esercizio, ha fatto registrare una percorrenza media di più di 30.000 auto al giorno. Questo significa 30.000 auto in meno ogni giorno in giro su altre strade. La seconda tratta ‘B1’ entrerà in esercizio a giugno, poi arriveranno le altre tratte, ci vorrà qualche anno ma la completeremo tutta”. Continua a leggere

Pedemontana lombarda, entro fine anno aperti i primi tratti della nuova autostrada

Nuova tappa per la realizzazione dell’Autostrada Pedemontana. Il collegamento Est-Ovest della Lombardia verrà realizzato per lotti e si concluderà come previsto, superando tutti i nodi per arrivare al closing finanziario dell’opera inclusi gli ultimi tre tratti, grazie all’impegno di tutti gli interlocutori interessati. Lo ha confermato l’assessore della Regione Lombardia alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno, intervenendo all’abbattimento dell’ultimo diaframma di terra che ostruiva la galleria naturale di Fagnano Olona (Varese) sul tracciato dell’autostrada Pedemontana lombarda. Continua a leggere

Brebemi completata a inizio 2013, il pedaggio verrà pagato senza caselli

I lavori per la realizzazione della Brebemi, arrivati al 28 per cento, sono perfettamente in linea con il cronoprogramma stabilito. La direttissima Milano-Bergamo-Brescia sarà quindi completata nei primi mesi del 2013. È questo il principale dato emerso dal Collegio di Vigilanza convocato in Regione Lombardia dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo. “È stata una seduta importante in cui abbiamo confermato che i lavori procedono perfettamente in linea con le scadenze previste”, ha affermato Cattaneo.  Continua a leggere

Infrastrutture e intermodalità in Brianza: se ne parla lunedì a Desio

Anche il direttore generale di Autostrada Pedemontana Lombarda spa, Umberto Regalia, parteciperà all’incontro “Il sistema Pedemontano delle infrastrutture. Mobilità di merci e persone e sviluppo del territorio”. Il convegno è organizzato da Assolombarda in collaborazione con Autostrada Pedemontana Lombarda spa, e avrà luogo lunedì prossimo (18 aprile) dalle 17,30 a Villa Tittoni Traversi di Desio (Monza Brianza). Tema dell’incontro, le possibilità d’interscambio modale tra le infrastrutture, a servizio delle persone e delle merci nella provincia di Monza e Brianza. Continua a leggere

Castelli ci crede: la Pedemontana si può aprire prima dell’Expo 2015

Il viceministro alle Infrastrutture, Roberto Castelli, è possibilista sulla chiusura del cantiere della nuova autostrada Pedemontana lombarda in tempo per l’Expo 2015. “Devo dire con soddisfazione”, ha detto a margine di un’audizione in Commissione Territorio della Regione Lombardia, “che tutti gli atti propedeutici al prosieguo dei cantieri, che come noto sono già aperti, e alla realizzazione dell’opera sono terminati”. Continua a leggere

Via libera alla Pedemontana: “Buona parte pronta per l’Expo”

È arrivato mercoledì mattina il via libera definitivo alla Pedemontana, l’infrastruttura lombarda che collegherà tra di loro cinque province: Bergamo, Monza e Brianza, Milano, Como e Varese.  Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha infatti firmato l’atto aggiuntivo alla Convenzione CAL/Pedemontana, che adotta il piano Economico Finanziario del progetto definitivo approvato dal Cipe, cioè l’ultimo tassello ufficiale per la prosecuzione e il completamento della grande infrastruttura lombarda. L’approvazione di tale atto – spiega Regione Lombardia in una nota – mantiene invariato il valore di subentro, che resta pari a 1.290 milioni di euro al termine della concessione nel 2044, scongiurando così l’ipotesi di forti aumenti dei pedaggi autostradali. Continua a leggere