Passo dello Stelvio a pagamento, vignetta da 10 euro per le auto e 30 per i camion

Dieci euro per auto e moto. Trenta euro per i camion. Sono queste le tariffe fissate dalla provincia di Bolzano per salire sullo Stelvio. Il pedaggio è previsto per auto, moto e mezzi pesanti che transiteranno lungo il versante altoatesino della strada statale dello Stelvio (dal passo all’incrocio Tre Fontane). Il sistema scelto per il pagamento è quello della vignetta, simile a quello in vigore sulle autostrade austriache, che per lo Stelvio di chiamerà Green Pass. Niente caselli, quindi, ma una tariffa settimanale.  Continua a leggere

Aumento delle accise, Cna-Fita non ci sta: il 25 luglio la manifestazione

La Cna-Fita (realtà che associa 35.000 imprese di autotrasporto conto terzi e per il trasporto persone, ossia taxi, veicoli a noleggio con conducente e autobus) ha proclamato per il 25 luglio una giornata di protesta nazionale. L’organizzazione vuole nell’occasione denunciare l’emergenza mobilità merci e persone del Paese e contestare la recente decisione di aumento delle accise sui carburanti. Continua a leggere

L’idea dell’Unione europea: tassare i Tir per il rumore e l’inquinamento

Un’altra tassa sta per piombare sul mondo dell’autotrasporto. Oggi, la commissione Trasporti del Parlamento europeo ha infatti adottato un compromesso per tassare i camion con un peso superiore alle 3,5 tonnellate per i rumori e l’inquinamento prodotto lungo i grandi assi viari dell’Unione europea. Il compromesso sulla cosiddetta “eurovignetta”, secondo quanto rende noto il gruppo dei Socialisti e democratici del Parlamento, apre ora la strada al negoziato tra il Parlamento e il Consiglio Ue per trovare un accordo che consenta di evitare la procedura di conciliazione. Continua a leggere

“L’autotrasporto è allo stremo”, il 9 aprile la protesta di Assotir

“L’autotrasporto italiano è allo stremo. Alla crisi economica e allo strapotere della committenza si aggiungono ora gli aumenti a raffica di gasolio, autostrade ed assicurazioni, mentre si annunciano nuovi pesanti pedaggi sulla viabilità ordinaria”. Così Assotir ha lanciato l’allarme annunciando per il 9 aprile lo svolgimento di un’operazione di sensibilizzazione denominata ”Truck Day”. Quattro le città italiane coinvolte: Roma, Milano, Napoli e Catania.
 Continua a leggere

Matteoli: “È difficile tornare al trasporto delle merci su ferrovia”

“Non me la sento di prendere un impegno forte sulla funzionalità delle ferrovie nel trasporto merci”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, in audizione in commissione Lavori pubblici del Senato aggiungendo che “è difficile tornare al trasporto su rotaie”, soprattutto dopo averne parlato anche con alcuni omologhi ministri europei. Matteoli ha detto di credere “molto nelle autostrade del mare e non averle incentivate in questi anni è stato sbagliato”. Comunque, ha rilevato, “pedaggiare alcune strade può favorire” il trasferimento del trasporto delle merci. Le parole di Matteoli hanno immediatamente provocato una serie di reazioni. Continua a leggere

“Pedaggi auto dimezzati in Valle d’Aosta, aumenti per i camion”

Diminuire il pedaggio delle auto e aumentare quello dei Tir sulle tratte autostradali valdostane: è la curiosa proposta formulata dalla Stella Alpina (movimento politico della Valle d’Aosta) per contrastare l’aumento delle tariffe. Tra le richieste anche la riduzione del 50 per cento delle tariffe dei pedaggi sull’intera tratta autostradale Courmayeur-Pont Saint Martin, per tutti i residenti valdostani e la trasformazione del tratto autostradale Aosta Est-Aosta Ovest in una tangenziale, abolendo il pedaggio. Continua a leggere

Autostrade per l’Italia realizzerà
il telepass per i camion francesi

Autostrade per l’Italia sbarca in Francia per realizzare una sorta di telepass transalpino, un sistema che tra due anni farà pagare, via satellite, tutti i camion che circolano sulle strade francesi non ancora a pagamento. Ma la campagna transalpina non è l’unica novità per il gruppo Atlantia dei Benetton, che ha vinto la gara bandita dall’Anas “per far pagare il pedaggio su 800 chilometri di raccordi autostradali”, come si legge sul quotidiano Repubblica. Continua a leggere

Le proteste della Cna: “Assurdo
il pedaggio sulla Ascoli-Mare”

“Il pedaggio su un tratto viario come la superstrada Ascoli-Mare sarebbe un ulteriore colpo per i nostri autotrasportatori, così come per tutte le imprese che utilizzano questo asse per lavorare e per tutti i cittadini del Piceno”. Con queste parole Gino Sabatini, presidente della Cna di Ascoli Piceno e vice presidente della Camera di Commercio ascolana, sulle colonne del Corriere Adriatico lancia l’allarme sul prospettato e ormai imminente pedaggio sulla superstrada. Un balzello che si aggiunge ad altri pedaggi, all’aumento del costo del gasolio e ai prezzi sempre più alti delle assicurazioni: una vera e propria stangata per automobilisti e trasportatori marchigiani, come ha calcolato la Cna-Fita di Ascoli Piceno. Continua a leggere

Toscana, con le infrastrutture
arrivano anche i pedaggi

La realizzazione della Tirrenica, il potenziamento della Firenze-Siena, l’allargamento delle corsie della Firenze-Pisa-Livorno (Fi-Pi-Li), la terza corsia della Firenze-Montecatini. E poi la Firenze Nord-Barberino, di cui martedì inizieranno i lavori, la Firenze-Incisa Val d’Arno e altre strade della Toscana. Di queste infrastrutture hanno discusso a Roma il ministro, Altero Matteoli (che le ha definite “prioritarie”), e il governatore della Toscana, Enrico Rossi, a un tavolo convocato per risolvere i problemi infrastrutturali della Regione. Il ministro e il governatore hanno sottolineato l’esigenza di intervenire nonostante la difficoltà di trovare risorse. Continua a leggere

Matteoli ferma i pedaggi: A3 gratis, esenzione per i pendolari sul Gra

Niente pedaggi per la Salerno-Reggio Calabria e per i pendolari sul Grande raccordo anulare di Roma. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli. “Il pedaggiamento di alcune tratte autostradali gestite da Anas prevederà esenzioni per i pendolari, per coloro che utilizzano l’autostrada con frequenza per ragioni di lavoro e di studio e per coloro che, come per il raccordo anulare di Roma, la utilizzano per spostarsi nell’ambito cittadino”. Continua a leggere