I dragster volano sulla pista dell’aeroporto di Rivanazzano nell’Hills Race 2011

Sono ormai in fase avanzata i preparativi per il grande spettacolo in programma da venerdì 2 a domenica 4 settembre, nell’aeroporto di Rivanazzano Terme (Pavia), che per l’occasione si trasformerà in circuito battente bandiera Usa. Hills Race 2011, ottava edizione, si prepara a stupire con uno show a stelle e strisce fuori dal comune e un programma dai contenuti inediti creato per “muovere” le emozioni del grande pubblico. Protagonista indiscussa la gara d’accelerazione sul quarto di miglio che vedrà coinvolti dragster, auto americane e Volkswagen aircooled, confronto diretto lungo 402,25 metri di rettilineo con tanto di burnout, impennate, profumo di gomma bruciata e Nos nell’aria. Qualcosa di unico nel panorama italiano, che lascerà a bocca aperta non solo gli appassionati del genere. Continua a leggere

La Lombardia si mette in mostra, ecco gli itinerari per bici e moto

“L’obiettivo? Trasformare le risorse del territorio in prodotti d’appeal con una valenza nazionale e internazionale sotto il profilo turistico”. Risponde a questa mission l’iniziativa di promozione di percorsi e itinerari turistici per le due ruote, che Stefano Maullu, assessore regionale lombardo al Commercio, Turismo e Servizi, ha presentato all’Eicma, il Salone internazionale del Ciclo e Motociclo. Continua a leggere

Hills Race 2010, il mito dei motori Usa rivive in provincia di Pavia

Un appuntamento che gli appassionati di motori non si possono lasciare sfuggire. Tre giorni (da venerdì 3 a domenica 5 settembre) di pura, rombante passione a stelle strisce che vedrà tra le big star dragster, auto americane, Volkswagen air cooled, Harley-Davidson e pin up. Una finestra nella cultura American Graffiti più genuina. La 7° edizione dell’Hills Race è all’aeroporto di Rivanazzano, in provincia di Pavia. È prevista una gara di accelerazione dell’American Motors Pavia con la collaborazione della Sadurano Motorsport di Forlì. Continua a leggere

Lombardia, dal 2012 i lavori per l’autostrada Broni-Pavia-Mortara

Tra cinque anni la Lombardia, in particolare la provincia di Pavia, avrà una nuova infrastruttura. Inizieranno infatti nel 2012 e si concluderanno nell’agosto del 2015 i lavori per la realizzazione dell’autostrada regionale Broni-Pavia-Mortara che collegherà i tre centri del Pavese. L’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha infatti messo a punto lo schema di convenzione che, dopo il passaggio in Giunta, consentirà a Infrastrutture Lombarde di procedere con l’aggiudicazione definitiva della concessione a SaBroM e, successivamente, alla sottoscrizione della convenzione. Continua a leggere

Il timore lombardo: la manovra mette in ginocchio i trasporti

C’è profonda preoccupazione tra gli assessori provinciali lombardi ai Trasporti, Infrastrutture e Lavori Pubblici che con l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, hanno esaminato giovedì le conseguenze che la manovra avrebbe sul trasporto pubblico locale e sugli interventi infrastrutturali che insistono sulle varie province lombarde. “È stato un incontro utile, che ha registrato il comune disappunto per la manovra così come è formulata e la comune preoccupazione per le conseguenze che avrebbe se dovesse rimanere invariata”, ha detto Cattaneo al termine dell’incontro. Continua a leggere

Guida sicura per disabili,
presentato il corso di Asc

Un corso di guida sicura studiato e pensato apposta per le persone diversamente abili. È quello che ha presentato negli scorsi giorni Asc (Automotive Safety Centre). Il corso GuidaSicura Quattroruote è assolutamente innovativo, risponde alle esigenze con metodologia efficace e con l’obiettivo di coinvolgere persone diversamente abili per condurle alla guida di un veicolo in maniera consapevole e sicura. La filosofia del corso si presenta con una differenza fondamentale rispetto ad altre: il target di riferimento è costituito da persone che hanno concluso un percorso terapeutico di riabilitazione e che scelgono di completare il proprio reinserimento sociale anche attraverso l’utilizzo di un’autovettura. Continua a leggere

Atlante europeo sulla sicurezza stradale, ecco i tratti più pericolosi

Tredici chilometri d’inferno, un tratto di strada dove tenere gli occhi bene aperti. Perché lì, sull’A1, tra la barriera di Napoli Nord e l’allacciamento della A16 Napoli-Canosa, si verificano 15 incidenti ogni milione di veicoli in transito. È questo uno dei dati contenuti nel primo Atlante europeo sulla sicurezza stradale, presentato mercoledì al Parlamento Europeo da EuroRap, l’associazione no-profit nata dalla collaborazione tra Automobile Club internazionali e istituzioni europee per promuovere e stimolare il miglioramento degli standard di sicurezza sulle strade. Lo studio calcola il rischio di rimanere coinvolti in un incidente secondo il numero dei sinistri che si verificano su una strada e il volume di traffico. E dall’analisi si scopre che il 28 per cento della rete europea è talmente pericolosa da far registrare un rischio di incidente 40 volte superiore alle strade giudicate sicure. Continua a leggere

Al volante sotto l’effetto di droga chiede informazioni ai carabinieri

La cocaina provoca gravi danni cerebrali.  Per chi avesse ancora dei dubbi, dalla provincia di Pavia arriva la notizia di un uomo che al volante sotto l’effetto di droga, e con ancora un grammo e mezzo di polverina bianca nel cruscotto dell’auto, si è fermato, alle 3 di notte, per avere indicazioni su come raggiungere un night club della zona. Peccato che per chiedere informazioni abbia scelto una pattuglia di carabinieri.   Continua a leggere

I lombardi per l’auto spendono
quasi 40 miliardi all’anno

È di 38,4 miliardi di euro la spesa per l’utilizzo e l’acquisto dell’auto in Lombardia. I dati, calcolati dall’ufficio studi di LeasePlan Italia, si riferiscono al 2008 e collocano la Lombardia al vertice nazionale. La cifra corrisponde al 18,67 per cento della spesa complessiva per il Paese, che nel 2008 è stata di ben 212 miliardi di euro ossia il 13,49 per cento del prodotto interno lordo. Continua a leggere

Dopo la notte in discoteca
meglio mettersi a letto. Nel bus

Un classico scuolabus americano, di quelli immortalati in film e telefilm, trasformato in “camera di decompressione” per i giovani che, trascorsa la serata in discoteca, non dovessero essere in grado (e comunque non se la sentissero) di mettersi al volante per tornare a casa e preferissero concedersi una tonificante dormita prima di ripartire il mattino successivo dopo aver fatto colazione con un ottimo caffé e brioche. Continua a leggere