Come convertire la patente italiana se vivete all’estero, le procedure da seguire

Ci sono moltissimi italiani in giro per il mondo. E muoversi con il mezzo privato per quasi tutti può diventare indispensabile. Così chi vive stabilmente all’estero si trova a dover convertire una patente di guida italiana in una estera. Esistono accordi tra gli Stati in Europa e anche fuori dall’Europa per la conversione reciproca dei documenti di guida. Non è raro però che l’autorità straniera possa chiedere una serie di informazioni scritte sulla vostra abilitazione. Continua a leggere

Caro figlio, mi dai uno strappo? La mamma lo chiede per andare a fare shopping

Mamme e papà spesso – anche se in alcuni casi non volentieri – accompagnano in auto i figli. A scuola, dagli amici, a fare sport, in discoteca. Un fenomeno comune a moltissime famiglie. Ma cosa succede quando i figli diventano grandi e hanno macchina e patente? I genitori ne approfittano per un passaggio? Lo svela in una ricerca il Centro Studi e Documentazioni Direct Line che ha indagato su questo comportamento in Italia e in Inghilterra. Continua a leggere

Deve rinnovare la patente, entra con l’auto negli uffici della Motorizzazione

Non è chiaro se alla fine sia riuscito a ottenere il suo documento di guida, ma certo la storia di questo automobilista americano è già diventata una barzelletta. Un uomo si è recato alla Motorizzazione di Spoklane Valley, nello stato di Washington, per rinnovare la patente. Anche negli Stati Uniti le procedure di rinnovo si compiono negli uffici della Motorizzazione. Fin qui nulla di strano, quindi. Ma  mentre stava parcheggiando proprio di fronte all’ingresso, invece del freno ha schiacciato l’acceleratore.  Continua a leggere

Chi compra le auto è sempre più vecchio. E i giovani fanno la patente più tardi

Sarà colpa dei pochi soldi, della mancanza di lavoro, ma i giovani negli Stati Uniti ritardano sempre più il momento in cui prendono la patente. Non solo: secondo uno studio del Michigan Transportation Research Institute (UMTRI), la classe dei “Baby Boomers”, rappresentata da donne e uomini maturi nati tra il 1945 e il 1964, è 15 volte più propensa all’acquisto di un’auto nuova, rispetto ai “Millennials”, giovani tra 18 e 29 anni. L’auto sta diventando quindi un affare da pensionati o quasi.  Continua a leggere

Multa a un automobilista, ma era a piedi. Condannati due vigili di Pescara

La Corte di Cassazione ha giudicato inammissibile il ricorso di due vigili urbani di Pescara condannati per falso ideologico a sei mesi e 20 giorni di reclusione oltre alle spese processuali e al risarcimento dei danni (4mila euro) nei confronti di un uomo che avevano multato quando questi non si trovava sulla sua auto, bensì a piedi sotto casa. La storia viene ricostruita sul sito de Il Centro, edizione Pescara. I fatti risalgono al dicembre di dieci anni fa, quando un residente si era affacciato alla finestra di casa e si era reso conto che due vigili urbani stavano multando l’auto della cognata, parcheggiata in zona vietata.  Continua a leggere

Meglio un tatuaggio della patente. Ecco i sogni dei diciottenni su Twitter

Il tatuaggio ha preso il posto della patente di guida tra i sogni dei maggiorenni. Sarà colpa del caro benzina o della nuova coscienza ecologica degli adolescenti? Questo non è dato a sapersi. Sta di fatto però che nei trend topic di lunedì 30 luglio di Twitter, #quandoavrò18anni, che è rimasto sul podio per tutto il giorno, come segnala l’Adnkronos, ciò che colpisce è proprio l’indifferenza dei moderni “preadulti” al foglio rosa e all’agognato pezzo di carta che caratterizzò i sogni dell’intera generazione precedente, e non solo.  Continua a leggere

Dal 23 aprile basta avere 17 anni per guidare l’auto. Ma soltanto se…

Non servirà più la maggiore età per guidare un’auto. Anche in Italia. Da lunedì 23 aprile, infatti, i 17enni potranno iniziare a fare pratica al volante in modo da arrivare con più esperienza al momento dell’esame per la patente B. I minorenni dovranno però essere in possesso della patente A1 per i motocicli ed essere affiancati in auto da un tutor designato. Lo stabilisce la norma sulla “Guida Accompagnata” che entrerà in vigore tra pochi giorni.  Continua a leggere

Rinnovo della patente per gli ottantenni, cancellata la commissione speciale

Nessuna commissione speciale per decidere sul rinnovo della patente per gli ultraottantenni. La cosiddetta legge Valducci, dal nome dell’ex presidente della commissione Trasporti della Camera Mario Valducci, è stata abrogata da un decreto legge dello scorso 9 febbraio. Per la “giornalista di Pace” così si definisce, Gloria Capuano, l’87enne che ha avviato una vera e propria crociata contro la ghettizzazione degli anziani, è un vero e proprio successo. Ecco alcuni passaggi della lettera che la Capuano ha scritto ai suoi affezionati lettori.  Continua a leggere

Donna saudita alla guida dell’auto, il re annulla la condanna a dieci frustate

Non sarà frustata Sheima, una donna saudita che aveva sfidato il divieto di guidare l’auto. Lo ha deciso re Abdullah, che ha annullato la condanna a dieci frustate inflitta alla donna. Una decisione importante che arriva dopo la storica concessione dei diritti politici alle donne di qualche giorno fa. Dal 1990, infatti, in Arabia Saudita possono guidare solo gli uomini. Una tra le tante limitazioni (senza il permesso di un familiare maschio, non possono lavorare, viaggiare e neppure recarsi dal medico) che le donne hanno cercato di contrastare. Quasi una questione simbolica che hanno cercato di combattere con una storica manifestazione a giugno resa nota attraverso i più celebri social network (clicca qui per leggere l’articolo sulla manifestazione).  Continua a leggere

Patente a ore e multe a rate, ecco cosa dice il Codice della Strada

La circolare del Ministero dell’Interno dello scorso aprile e relativa al recepimento delle direttive europee in materia di patenti di guida fa chiarezza su due novità introdotte dalla modifica del Codice della strada, ossia la patente a ore e la possibilità di pagare le multe a rate. La patente a ore viene concessa dal prefetto e si tratta di un’autorizzazione a guidare in determinate fasce orarie, per esempio per recarsi sul posto di lavoro e per un massimo di tre ore. Il prefetto può concedere la deroga (a chi è stata sospesa la patente) solo per violazioni non a carattere penale. Rientrano quindi gli stati d’ebbrezza con un tasso alcolemico inferiore a 0,8 grammi per litro. Per chi supera tale limite il reato diventa penale. Continua a leggere