Legalità e sicurezza nell’autotrasporto, a Parma nasce l’Osservatorio provinciale

Nasce a Parma l’Osservatorio provinciale della sicurezza stradale nel settore dell’autotrasporto. Il Protocollo d’intesa, promosso dal prefetto Luigi Viana, è stato sottoscritto il 30 gennaio con la provincia, la Polizia stradale, la Direzione territoriale del lavoro, la Motorizzazione civile, Inail, Inps, Unione Parmense degli Industriali, Anita, Confartigianato trasporti, Fai, Fita-Cna, Filt Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Apla, Gruppo imprese artigiane, Lega cooperative, Cna. “Anche nella nostra provincia, così come in altre della Regione, si avverte la preoccupazione che un settore così delicato come quello dell’autotrasporto possa essere oggetto di fenomeni di diffusa illegalità e di distorsione dei meccanismi di leale concorrenza”, si legge nella nota della Prefettura di ParmaContinua a leggere

In Italia non si respira più: le città più inquinate sono Parma, Cremona e Vicenza

Le temperature solo salite e i termosifoni si sono abbassati, ma la qualità dell’aria in Italia non accenna a migliorare. Segno chiaro che il traffico e l’assenza di precipitazioni in alcune regioni del Nord fanno crescere le concentrazioni di ossidi di azoto, ozono troposferico, ma soprattutto polveri sottili Pm10 e sottilissime Pm 2,5. La denuncia è stata portata questa volta da Legambiente e dalle Ferrovie dello Stato nel giorno della partenza del Treno Verde 2012.  Continua a leggere

Fa il camionista di professione, in realtà è rimasto senza patente 25 anni fa

Professione? Camionista. Peccato che non avesse più la patente. Sì, ma non è che l’avesse smarrita o qualcosa di simile, la licenza di guida gli era stata revocata addirittura nel 1986. Incredibile, ma assolutamente vera, la storia diffusa dall’agenzia Ansa di un 59enne fermato alla guida di un mezzo pesante dagli agenti della Polizia Municipale delle Terre Verdiane di Fidenza (in provincia di Parma). L’uomo è stato denunciato per guida senza patente e possesso e uso di documenti falsi. Continua a leggere

Parma assume un coach motivatore per insegnare alla gente a usare la bici

Lui si chiama Roberto Merli, ha 48 anni e ha iniziato la sua carriera come allenatore di pallavolo a Parma, passando poi, sempre nel volley di alto livello a un ruolo di “motivatore” e di “team coaching”. E proprio con questo ruolo, Merli dovrà ora cercare di motivare i parmigiani verso una mobilità a basso impatto sull’atmosfera, in soldoni a inforcare la bicicletta. L’iniziativa è del Comune di Parma in collaborazione con Infomobility. Il progetto si chiama “Mobility Coaching”.  Continua a leggere

Bergamo, oggi ad Alzano un convegno sulla mobilità sostenibile

È un pomeriggio dedicato alla mobilità sostenibile quello organizzato per oggi da Compere (Consorzio materie prime energie rinnovabili ecosostenibili) alla FaSE, l’ex cartiere Pigna, di Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. Partendo dal presupposto che il settore dei trasporti ha grosse responsabilità per l’inquinamento atmosferico – secondo i dati Ispra ogni anno vengono emesse oltre 100 milioni di tonnellate di Co2 – l’appuntamento di oggi vuole far riflettere sul tema della mobilità sostenibile, un sistema di mobilità urbana che non gravi eccessivamente in termini di emissioni, inquinamento acustico, traffico e incidentalità. Continua a leggere

Mobilità urbana, tutta l’Italia prenda esempio da Parma

Esiste una nuova realtà europea che si va sostituendo a quella nazionale nel proporre casi di eccellenza, testimoniando come grazie alle tecnologie avanzate e all’innovazione dei servizi sia possibile produrre importanti risultati di crescita intelligente, competitiva e sostenibile nel settore dell’autotrasporto, tutelando l’ambiente, aumentando la sicurezza. Una nuova realtà europea dalla quale che le istituzioni locali dovrebbero prendere come esempio per stabilire politiche di sviluppo efficaci, oltre che necessarie, per rinnovare le società,  contribuendo a mantenere una industria forte e competitiva. Continua a leggere

Auto “verdi”, queste sconosciute: solo il 4% degli italiani le guida

Tutti si lamentano per il costo di benzina e gasolio, ma quando devono recarsi al concessionario per acquistare un’auto nuova non rinunciano ai motori tradizionali. Secondo una ricerca condotta da Assicurazione.it, il principale broker online italiano, le auto elettriche o alimentate con combustibili alternativi guidate in Italia da privati sono solo il 4 per cento, esattamente la stessa percentuale di due anni fa. “Nonostante il bombardamento mediatico”, commenta Assicurazione.it in una comunicato stampa. Anche se tantissime case automobilistiche stanno investendo per realizzare modelli ecosostenibili, quando si tratta di mettere mano al portafoglio gli italiani restano scettici. Continua a leggere

Festa dell’Unità d’Italia, da oggi previsto traffico sulle autostrade

La festa dell’Unità d’Italia, con le celebrazioni in tutto lo stivale e il ponte vacanziero, potrebbe portare un incremento del traffico già da oggi. Autostrade per l’Italia prevede infatti flussi più intensi in uscita dalle grandi città mercoledì pomeriggio, dalle 16 alle 20, e giovedì mattina, dalle  8 alle 14. I rientri, invece, si concentreranno domenica pomeriggio, dalle 17 alle 21, e lunedì mattina. La circolazione – spiega Autostrade per l’Italia in un comunicato – sarà agevolata dalla rimozione dei principali cantieri, ad eccezione di quelli legati al potenziamento della rete, e dal blocco dei mezzi pesanti nei giorni di giovedì 17 e domenica 20 marzo dalle 8 alle 22. Ma quali saranno i tratti autostradali più trafficati? Continua a leggere

La lotta all’inquinamento causato dal traffico? È una presa in giro

Puntuale come una cambiale, con l’abbassarsi del termometro tipico di questo periodo invernale, tornano a salire i valori dell’inquinamento e gli amministratori, pressati dalle “madri  salutiste” (preoccupate per la salute dei figli tanto da accompagnarli tutte le mattine a scuola, magari con i Suv che regolarmente parcheggiano a motore acceso in seconda fila) non sanno far altro che ricorrere  alle solite misure tanto demagogiche quanto inutili ai fini della riduzione dei livelli d’inquinamento. L’ecopass è stato un mezzo flop? Poco importa. Le domeniche a piedi non funzionano? Non fa nulla. Continua a leggere

Nevica nel Centro Italia,
i consigli dell’Anas per chi viaggia

Prosegue l’ondata di maltempo sulle regioni del Centro Italia, ma senza particolari disagi per la circolazione sulle strade statali. Sono in corso delle nevicate soprattutto sui tratti appenninici in Toscana, Emilia-Romagna, Umbria, Marche e Abruzzo, con qualche precipitazione anche a basse quote. Il traffico è comunque generalmente regolare su tutte le strade statali, dove i mezzi spargisale e sgombraneve dell’Anas stanno garantendo la transitabilità. L’Anas consiglia di non mettersi in viaggio senza catene a bordo o pneumatici da neve. Continua a leggere