Brennero, l’Austria vuole “frenare” i Tir. Uggè: “Limita la libera circolazione delle merci”

L’Austria torna alla carica. Dopo gli eco-punti, bocciati dall’Europa, Vienna sta pensando a delle misure per ridurre il traffico merci lungo il Brennero. Ma dall’Italia arriva un deciso no. È quello del presidente di Conftrasporto Paolo Uggè, che in una nota definisce “irricevibile” la richiesta austriaca. “La proposta di contenere il traffico sul Brennero è una limitazione alla libertà di circolazione delle merci”, spiega Uggè, “l’economia italiana ne verrebbe fortemente penalizzata nel medesimo modo di quando il Governo austriaco aveva introdotto il sistema degli eco-punti”. Continua a leggere

Porti svenduti ai cinesi per quattro soldi, ecco la manovra che farà affondare l’Italia

“Vendono ai cinesi i nostri porti per quattro soldi. Il titolo d’apertura in prima pagina sul quotidiano Libero ha riacceso i riflettori, lasciati colpevolmente spenti da altri organi d’informazione,  su  un pericolo gravissimo per il futuro economico del nostro Paese che forse in pochi hanno davvero capito ma che di certo in troppi hanno invece perfettamente compreso, preferendo però fingere di non vedere. Ovvero che la via della Seta, il mega progetto da 113 miliardi di euro varato dai cinesi per conquistare i mercati dell’Occidente, possa trasformarsi per l’Italia da una grande opportunità in un devastante rischio”. Ad affermarlo è il presidente di  Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè che ha preso spunto  dall’articolo pubblicato dal quotidiano diretto da Vittorio Feltri per tornare a denunciare “l’importanza vitale  di una scelta che la politica italiana è chiamata a fare di fronte a un crocevia  decisivo  per lo sviluppo del Paese”,  sottolineando come” solo “mantenendo la gestione dei propri scali l’Italia potrà percorrere la via della Seta per raggiungerei importanti traguardi”, mentre “cedendo ad altri la gestione trasformerà un’opportunità in  un terribile boomerang. Svendendo ai cinesi un tesoro che l’Italia possiede e di cui non ha purtroppo  compreso il valore”.   Continua a leggere

Motorizzazioni, per farle ripartire davvero occorre affidare alcuni servizi all’esterno

“Si può dare di più” è il titolo di una canzone con la quale Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri e Gianni Morandi hanno vinto il Festival di Sanremo 1987. “Si poteva dare di più” potrebbe essere invece il titolo del comunicato con il quale i vertici di Conftrasporto hanno commentato la decisione del Governo di raddoppiare l’assunzione di ingegneri destinati a dar manforte alle Motorizzazioni civili italiane, in panne proprio a causa della scarsezza di personale. “Conftrasporto accoglie con favore l’emendamento che prevede l’assunzione di 200 ingegneri approvato ieri notte in commissione Bilancio della Camera, ma ancora non basta”, si legge nel comunicato firmato dal presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè che spiega le ragioni della soddisfazione sottolineando però anche l’aspettativa per “aiuti” più pesanti. Continua a leggere

Il cordoglio per la scomparsa di Matteoli. Uggè: “L’Italia perde un politico coraggioso”

“Sono incredulo, profondamente addolorato per la scomparsa di Altero Matteoli, un politico coraggioso che ho conosciuto da vicino, quand’era ministro, durante numerose trattative sui temi dei trasporti e che ho avuto modo di frequentare quand’era presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato. La difesa dei piccoli trasportatori e l’idea di un necessario rafforzamento per assicurare un coordinamento del mondo dei trasporti e della logistica era un tema sul quale ci siamo confrontati e trovati d’accordo parecchie volte”. Lo ha detto il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè esprimendo il cordoglio suo e della Confederazione dei Trasporti per l’improvvisa morte dell’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli.  Continua a leggere

Dumping sociale, le misure per contrastarlo devono essere estese anche all’autotrasporto

Le norme approvate in via definitiva dal Parlamento europeo per difendere industria e lavoro dal dumping sociale devono essere estese “al più presto anche al settore dell’autotrasporto”. Lo chiede il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, che definisce la nuova norma “giusta, responsabile e adeguata”. Le misure, però, non riguardano l’autotrasporto. “Non si capisce perché l’Unione europea abbia rinviato qualsiasi decisione in merito a un settore che è senza dubbio oggetto di dumping come quello del trasporto su gomma, forse per soddisfare esigenze dei Paesi emergenti?”, chiede Uggè. Continua a leggere

La neve ferma i primi Tir. E con un inverno polare in vista c’è chi taglia la pulizia autostrade

Una prima nevicata, decisamente in anticipo; un blocco della circolazione per i Tir a scopo preventivo; code chilometriche in autostrada; e, all’orizzonte la possibilità che lo sgombero della neve possa essere ritardato o addirittura reso impossibile da eventuali “tagli” agli affidamenti diretti alla società Autostrade per l’Italia per effettuare i lavori di manutenzione e per garantire transitabilità e sicurezza nelle autostrade. Ci sono tutti i presupposti, soprattutto per chi sulle strade ci viaggia ogni giorno per ore per lavoro, per non dormire sonni tranquilli in vista di un inverno che, oltre a partire in anticipo, potrebbe risultare particolarmente rigido, con previsioni che indicano nevicate e gelate record. Ed è infatti preoccupato uno che i lavoratori della strada li rappresenta: Paolo Uggè, presidente nazionale di Fai Conftrasporto che all’indomani dello stop dei mezzi pesanti deciso ieri dalla società Autostrade per l’Italia e alla luce di alcune “manovre politiche” riguardanti proprio gli affidamenti dei lavori ha denunciato, nero su bianco in un comunicato diffuso alla stampa, Continua a leggere

Sciopero dell’autotrasporto, alcuni sindacati e giornali fanno viaggiare solo disinformazione

Basta con le fake news, ovvero con le false notizie. Ha scelto udi utilizzare anche l’inglese (per farsi comprendere anche da tutti gli autotrasportatori stranieri) il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, per ribadire una volta di più come “sullo sciopero dell’autotrasporto e della logistica prosegua l’opera di disinformazione” e come si continui in alcuni articoli apparsi su quotidiani a “fare opera di disinformazione”. Una duplice “condanna” dunque, per quei sindacati che diffondono false notizie e per quei giornalisti che si limitano a fare un facile “copia incolla” dei comunicati stampa delle stesse organizzazioni dei lavoratori senza dare le doverose verifiche, per “uno sciopero dell’autotrasporto e della logistica che praticamente nessuno quasi ha visto”, sottolinea Paolo Uggé. Continua a leggere

Motorizzazioni ferme, per ripartire servono 280 ingegneri ma nel 2018 ne arriveranno 30

“Assumere 280 nuovi ingegneri negli uffici delle Motorizzazioni civili, come richiesto dal ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Graziano Delrio, per far ripartire le montagne di pratiche, in particolar modo revisioni di mezzi pesanti, che si sono accumulate nelle varie sedi per mancanza di personale, non sarebbe stata certo una manovra risolutiva ma avrebbe comunque contribuito a risolvere moltissime situazioni in cui, per mancanza di un pezzo di carta, trasportatori e aziende sono costretti a tenere fermi i mezzi, le merci e dunque l’economia. Ora scoprire che di quelle assunzioni ne verranno fatte poco più di un terzo, 100 in tutto, ha il sapore di una beffa. Come dare l’aspirina a un malato terminale”. Così il presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè ha commentato la notizia dell’inserimento nella manovra Finanziaria 2018 di 100 assunzioni per i controlli stradali. Continua a leggere

Cernobbio crocevia per capire quali strade seguiranno il lavoro e il commercio in futuro

Lo scenario europeo e mondiale, le nuove opportunità commerciali che potrebbero essere aperte della via della Seta, i modelli di riferimento e le eccellenze del mondo produttivo, dei trasporti e della logistica, il ruolo delle istituzioni e dei territori: sono diversi e sutti di strettissima quanto importante attualità i temi al centro della terza edizione del Forum Internazionale Conftrasporto organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti, che si svolgerà lunedì 9 e martedì 10 ottobre al Grand Hotel Villa d’Este a Cernobbio, sulle rive del lago di Como. Un appuntamento che sarà aperto dalla conferenza stampa del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli e del presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, che lunedì alle 11 forniranno ai rappresentanti della comunicazione i dati principali emersi dall’analisi realizzata dai responsabili dell’Ufficio Studi di Confcommercio in collaborazione con Isfort con le previsioni del trasporto merci in Italia. Continua a leggere

Infrastrutture e mobilità, dopo 31 anni d’attesa la svolta del Governo farà ripartire l’Italia?

Sarà come ogni anno Chia Laguna a ospitare, dal 28 al 30 settembre, la Conferenza di sistema di Confcommercio che quest’anno, a dimostrazione di quanto forte sia l’interesse confederale sul tema infrastrutture e mobilità ospiterà una sessione di lavori che avrà come tema: “Le infrastrutture per valorizzare il territorio”. Un titolo che fa emergere in tutta evidenza come le connessioni siano fondamentali per la valorizzazione del territorio e la ripresa economica che ne è diretta conseguenza. Continua a leggere