Cernobbio crocevia per capire quali strade seguiranno il lavoro e il commercio in futuro

Lo scenario europeo e mondiale, le nuove opportunità commerciali che potrebbero essere aperte della via della Seta, i modelli di riferimento e le eccellenze del mondo produttivo, dei trasporti e della logistica, il ruolo delle istituzioni e dei territori: sono diversi e sutti di strettissima quanto importante attualità i temi al centro della terza edizione del Forum Internazionale Conftrasporto organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti, che si svolgerà lunedì 9 e martedì 10 ottobre al Grand Hotel Villa d’Este a Cernobbio, sulle rive del lago di Como. Un appuntamento che sarà aperto dalla conferenza stampa del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli e del presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, che lunedì alle 11 forniranno ai rappresentanti della comunicazione i dati principali emersi dall’analisi realizzata dai responsabili dell’Ufficio Studi di Confcommercio in collaborazione con Isfort con le previsioni del trasporto merci in Italia. Continua a leggere

Infrastrutture e mobilità, dopo 31 anni d’attesa la svolta del Governo farà ripartire l’Italia?

Sarà come ogni anno Chia Laguna a ospitare, dal 28 al 30 settembre, la Conferenza di sistema di Confcommercio che quest’anno, a dimostrazione di quanto forte sia l’interesse confederale sul tema infrastrutture e mobilità ospiterà una sessione di lavori che avrà come tema: “Le infrastrutture per valorizzare il territorio”. Un titolo che fa emergere in tutta evidenza come le connessioni siano fondamentali per la valorizzazione del territorio e la ripresa economica che ne è diretta conseguenza. Continua a leggere

Aumentano i Tir carichi di merci, ma quanta ripresa economica trasportano davvero?

Non è certo per attribuire meriti all’Esecutivo in carica, ma è indubbio che alcuni segnali di ripresa si intravvedono. E se è vero che l’Europa cresce il doppio del nostro Paese o che, come segnala il centro Studi della Confcommercio, il Mezzogiorno del Paese fa ancora  fatica e l’incremento sui dati occupazionali è frutto per lo più di contratti a termine, rispetto ai tanti segni negativi finalmente se ne vedono anche di positivi. Segnali di ripresa evidenziati anche dai numeri sul traffico dei Tir in autostrada che crescono ormai a due cifre, come ha evidenziato il Corriere della Sera in un articolo di Dario Di Vico che ha provato a fotografare l’Italia che cambia, partendo dai poli logistici che sembrano ridisegnare i territori. Tutto vero, ma allo stesso tempo meritevole di un approfondimento, per comprendere, per esempio, quanto del positivo che appare sulla carta lo sia realmente fino in fondo e “quanta di questa nuova  ricchezza”  rimanga davvero nel Paese. Continua a leggere

Imprese di trasporti abusive, 8 scoperte in Sicilia. “Ma la Finanza può scovarne ovunque”

Un grazie e un invito a  far di tutto perché nuovi ringraziamenti possano essere fatti. Il grazie è quello rivolto dal presidente di Fai Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè agli uomini della Guardia di Finanza “per l’operazione condotta  in provincia di Messina contro l’abusivismo nel trasporto merci,  operazione che ha permesso  di smascherare gli illeciti di otto imprese infliggendo sanzioni per oltre 150mila euro”.L’invito, sempre rivolto dallo stesso Uggè, è invece quello a moltiplicare  sempre più i controlli, “estendendoli in tante altre zone d’Italia dove l’abusivismo è, come denunciamo da tempo, una piaga ben presente”.   Continua a leggere

Pietro Lunardi, il ministro che 30 anni fa seppe indicare la strada per sfuggire all’alluvione

“Quanti si rammentano le parole : “tracimazione controllata”? Eppure 30 anni or sono erano due termini pubblicati su tutti i media locali e nazionali. L’artefice di quell’opera era ricercato da tutti. Qualcuno provo’ anche a ostacolarlo; ma l’ingegner Pietro Lunardi, convinto della Sua intuizione, che aveva testato piu’ volte presso gli uffici dell’Enel nei quali aveva riprodotto su scala ridotta la diga per provare la funzionalità della Sua idea di ingegneria, ando’ avanti. La gente di Valtellina visse l’esperienza piu’ coinvolgente per quei tempi ma per la Valle e la Sua gente fu la fine di un incubo. Pietro Lunardi che aveva messo la faccia e la Sua professionalità aveva avuto ragione. Gli elogi  e le dichiarazioni di eterna riconoscenza si sprecarono. Continua a leggere

Fai, in cabina di guida ora siede anche un manager della mobilità più tecnologica

La Fai, la federazione degli autotrasportatori più importante del settore in Italia, con circa 8.600 associati per un totale di 70mila veicoli, e 42 associazioni territoriali di rappresentanza, aderente a Conftrasporto-Confcommercio, ha un nuovo segretario generale. È Andrea Manfron, 44 anni veneto,  ingegnere dei trasporti e amministratore delegato di Aiscat Servizi nonché  direttore dell’area tecnica di Aisca. Un nuovo segretario che  vanta un’esperienza pluriennale nel campo delle infrastrutture autostradali, ambito nel quale si è occupato di tutte le tematiche di carattere tecnico connesse alla pianificazione e alla gestione del sistema e della mobilità, tra cui la sicurezza stradale, l’innovazione tecnologica e lo sviluppo di piattaforme comuni in ambito associativo, che il Consiglio direttivo dell’associazione ha voluto al fianco del presidente nazionale Paolo Uggè e del segretario generale di Conftrasporto Pasquale Russo nelle sedi nazionali di Roma a Milano.  Continua a leggere

I trasportatori aspettano il Governo alla resa dei conti. Che purtroppo troppo spesso non tornano

Ci sono decisioni che non si vorrebbe mai prendere ma che si è costretti ad adottare. È accaduto di doverlo fare a Unatras, associazione che raggruppa oltre alle federazioni aderenti a Conftrasporto anche le rappresentanze dell’artigianato che compongono Rete Imprese Italia,  obbligata ancora una volta, purtroppo, ad assumere iniziative di denuncia nei confronti di chi non perde occasione per sconfessare dati sui quali ogni anno si costruisce un’intesa con il settore. I dati sono quelli delle risorse per le spese non documentabili  per le imprese artigiane. Un fatto appariva incontestabile: i destinatari della misura sono diminuiti. Bastava guardare i numeri forniti dal  Comitato centrale dell’Albo dell’autotrasporto per comprendere come le imprese  monoveicolari si fossero ridotte. Continua a leggere

Uber Black torna in pista, accolto l’appello. Uggè: “Attendiamo la sentenza della corte europea”

“Mentre il Procuratore generale della corte di Giustizia europea nella sua arringa conclusiva ha espresso l’illegittimità di Uber, un tribunale italiano dice esattamente il contrario. Singolare…”. Con queste parole il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè ha commentato la sentenza d’appello di venerdì, con la quale il Tribunale di Roma sblocca Uber Black revocando la sua stessa ordinanza del 7 aprile scorso con la quale lo aveva bloccato su tutto il territorio nazionale per averne accertato “la condotta di concorrenza sleale posta in essere”.  Continua a leggere

L’ex sottosegretaria ai Trasporti indagata perché ha abbassato l’Iva? Peccato che l’Iva non ci fosse

“Ho letto sui quotidiani e ascoltato dai vari telegiornali la ricostruzione della causa delle dimissioni della senatrice Simona Vicari dall’incarico di sottosegretario ai Trasporti. L’impressione che ne ho avuto è stata di poca volontà nel voler approfondire, probabilmente per il poco tempo a disposizione. Unica eccezione, l’articolo a firma di Franco Bechis sul quotidiano Libero: è stato lui a evidenziare che: “alle imprese del trasporto marittimo locale non è stata abbassata l’Iva per il semplice fatto che il settore era esente dall’Iva sui biglietti venduti”. Continua a leggere

Cabotaggio, la via della liberalizzazione presa dall’Europa preoccupa i trasportatori italiani

L’Europa ha imboccato una strada verso la liberalizzazione del cabotaggio che preoccupa le imprese di autotrasporto italiane. Una preoccupazione manifestata chiaramente in una lettera che Stefano Spennati, senior advisor per la politica dei Trasporti e della Logistica della delegazione di Confcommercio a  Bruxelles, ha trasmesso ai deputati italiani membri della Commissione trasporti e turismo del Parlamento europeo, sottolineando in particolare la necessità di garantire condizioni omogenee tra gli stati membri ed evidenziando il rischio, senza questa premessa, di dover assistere a un pesante impatto negativo sull’economia italiana.  Ecco il testo della lettera pubblicato dal sito www.Conftrasporto.it.  Continua a leggere