La nuova Torino-Lione toglie ai No Tav ogni motivo (vero) per opporsi alla realizzazione

Il nuovo asse ferroviario Torino-Lione è parte della rete centrale delle infrastrutture Europee TEN T, definita dal coordinatore europeo “sezione chiave” dell’intero corridoio Mediterraneo, lungo circa 3.000 chilometri, che collegherà il Mediterraneo occidentale con l’Europa centrale. Un corridoio di grande importanza strategica destinato a servire il 20 per cento circa della popolazione europea in regioni che rappresentano un quinto circa del Pil dell’Unione. Una via di collegamento che potrebbe essere definita un’importante tessera all’interno di un puzzle europeo che, una volta ultimato, risulterebbe assolutamente positivo per l’Italia. Continua a leggere

La produttività è in calo ma la logistica cresce. Qualcuno in Italia viaggia… controsenso 

Capita di leggere sempre più spesso analisi di esperti che si cimentano sul tema della logistica. Oramai tutti parlano di questo tema gettonatissimo, quasi come le condizioni dei ponti che sono in questi tempi oggetto di attenzione dei media (impegnatissimi invece a mettere in pagina o in onda tutt’altri argomenti quando Conftrasporto lanciava, prima di alcuni dei crolli avvenuti, ripetuti allarmi sulla tenuta e sulle ragioni dei possibili cedimenti, come per esempio il passaggio di moltissimi trasporti eccezionali da 108 tonnellate che in realtà – e per la legge – eccezionali non sono). In questi studi si sostiene che il settore della logistica, secondo le stime Istat del maggio 2018, sarebbe in crescita. Continua a leggere

Sarà l’autotrasporto non pagato da mesi a fermare la produzione degli stabilimenti dell’Ilva

“Sarà l’autotrasporto a fermare la produzione degli stabilimenti dell’Ilva”. Ad affermarlo è il vicepresidente di Conftrasporto e di Confcomercio Paolo Uggè denunciando come dal 1° settembre molti autotrasportatori “non dispongano più delle risorse per effettuare il rifornimento di gasolio visto che il nuovo governo non ha stanziato i fondi, assegnati invece nella precedente legislatura, per coprire i costi di tre mesi di trasporto già sostenuti dalle imprese per assicurare il servizio. Continua a leggere

Il Governo non ferma i maxi tir che sfondano i ponti. E che rischiano addirittura di aumentare

“Siamo ancora in attesa di un provvedimento urgente del Governo che impedisca il trasporto eccezionale a quei carichi di merce che eccezionali non sono, e che però viaggiano con 108 tonnellate di peso sui ponti delle nostre reti stradali. Vogliamo aspettare il prossimo crollo?”. È una battaglia che è deciso a combattere fino in fondo, continuando a riproporre il reale pericolo all’attenzione del Governo  (in modo che un domani nessuno possa dire “non sapevo” e, magari, possa essere trascinato in un’aula di tribunale per non essere intervenuto?) Paolo Uggè, vicepresidente di Confcommercio, alla guida di Fai-Conftrasporto (la federazione nazionale degli autotrasportatori) che dopo aver lanciato l’allarme sui maxi tir che rischiano di sfondare i ponti immediatamente dopo la tragedia del cavalcavia Morandi a Genova, torna alla carica. Continua a leggere

Merci e passeggeri fra nuovi trasporti e vecchi problemi visti da un Osservatorio speciale

Quanto e come sta cambiando il traffico merci e passeggeri in Italia in generale? E per le singole modalità di trasporto gomma, mare, ferro, aria” E qual è lo stato di salute delle imprese del settore? Sono alcune delle domande alle quali daranno risposta i protagonisti della presentazione del primo  numero dell’Osservatorio congiunturale trasporti in programma mercoledì 18 luglio, alle ore 10.30, nella sede di Confcommercio, in piazza G. G. Belli 2, a Roma.  Continua a leggere

Conftrasporto chiede al nuovo Governo un nuovo ministero “dedicato” solo a logistica e trasporti

“Sono conscio della grande sfida che sto raccogliendo per il progresso di una nazione che ha bisogno di essere sempre più connessa al suo interno e verso l’estero, in modo razionale e sostenibile. Lavoreremo in continuità rispetto a quanto di buono è stato fatto, cercando di innovare laddove il Paese è rimasto indietro”. Ad affermarlo è il neoministro alle Infrastrutture e trasporti, Danilo Toninelli, che in una nota ha anche ringraziato il suo predecessore, Graziano Delrio per l’incoraggiamento ricevuto. Un incoraggiamento, unito a un grande in bocca al lupo, arrivato al neoministro anche dal vicepresidente di Confcommercio e presidente di Fai- Conftrasporto Paolo Uggè consapevole del non certo facile compito che attende l’esponente del Movimento 5 Stelle chiamato a guidare uno dei dicasteri più importanti. Continua a leggere

Caso Brennero, Conftrasporto chiede a Mara Carfagna di trovare una via per agire in fretta

Con un Paese che ormai da tre mesi è senza una guida politica, a quale “conducente” rivolgersi per affrontare temi decisivi per l’economia, per risolvere problemi che altrimenti, senza che sia presa una direzione ben precisa, rischiano di far “schiantare” la possibilità di restare competitivi di Europa, di poter garantire lavoro a imprese e dipendenti? In attesa che la classe politica trovi una guida per il paese (e con la speranza che l’attesa duri pochissimo), Conftrasporto ha scelto come interlocutore la vicepresidente della Camera Mara Carfagna per affrontare uno dei temi più caldi: il caso Brennero, “esploso” dopo la decisione dell’Austria di limitare il transito. Un interlocutore che, comprendendo l’importanza e l’urgenza del caso, non ha esitato a ricevere, a palazzo Montecitorio, il vicepresidente di Confcommercio e di Conftrasporto Paolo Uggè, che ha illustrato alla vicepresidente della Camera la situazione in tutta la sua gravità e urgenza. Continua a leggere

La Pedemontana va completata. Uggé: “Fontana ha ragione, è un’opera fondamentale”

La Pedemontana è “un’opera essenziale” e “sicuramente farò di tutto perché possa essere completata. Oggi è una di quelle cose che così non ha un senso. Una volta terminata diventerà invece una delle più importanti infrastrutture del nostro territorio”. Lo ha dichiarato qualche giorno fa il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ora raccoglie l’appoggio del vicepresidente di Confcommercio e presidente di Fai Conftrasporto Paolo Uggè. “Condivido pienamente le parole del presidente Attilio Fontana e dell’assessore Claudia Terzi sulla necessità di completare la Pedemontana”, ha infatti dichiarato Paolo Uggè. Continua a leggere

Carichi eccezionali bloccati, la pazienza dei trasportatori è finita. Partono le denunce?

Un vecchio detto afferma che a forza di tirarla la corda rischia di spezzarsi. Per una ragione semplicissima, spiegata peraltro da un altro diffusissimo modo di dire: ovvero che la pazienza ha un limite. Pazienza che moltissimi responsabili di imprese di autotrasporto che si occupano di carichi eccezionali sembrano aver definitivamente perso, dopo aver assistito, impotenti, per quasi due anni alla paralisi dell’attività. Una paralisi scattata all’indomani della tragedia avvenuta a fine ottobre 2016, quando un ponte ad Annone Brianza, nel lecchese, è crollato sotto il peso di un Tir uccidendo una persona e ferendone altre sei. Continua a leggere

Il Tirolo frena i camion, 70 chilometri di coda sul Brennero: “Così tutta l’economia si ferma”

“Se si bloccano i mezzi pesanti tutta l’economia si ferma”. Lo ha dichiarato il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, che commentando i 70 chilometri di coda che si sono creati ieri sul Brennero, da Bolzano a Vipiteno, a causa del contingentamento dei mezzi pesanti adottato dal Tirolo pone anche l’attenzione sul “rischio molto forte che partano azioni spontanee. Il Governo, che comunque è in carica, assuma una posizione decisa”, ha detto Uggè. Continua a leggere