Smog e piogge acide, le città italiane tra le peggiori d’Europa

C’è un triste primato europeo per l’Italia. Nella classifica continentale delle 30 città più inquinate, 17 su 30 sono sullo Stivale. La classifica comprende le città con aria inquinata, piogge acide, alta concentrazione di ozono e polveri sottili. Secondo i dati Istat raccolti dal database Airbase dell’Agenzia europea per l’ambiente, e ripresi da Epicentro dell’Iss in occasione della Settimana europea della mobilità, nel 2008 la prima delle 30 città con il livello più basso di qualità dell’aria è stata la bulgara Plovdiv, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia. Le più virtuose sono invece tutte concentrate nel Nord-Europa: Tallinn in Estonia, Stoccolma, Lund e Malmo in Svezia. Continua a leggere

Torino, rinviati i test a Porta Susa contro i treni più inquinanti

È stato rinviato alla seconda metà di settembre il test nella nuova stazione sotterranea di Porta Susa, a Torino. Confermate soltanto le simulazioni previste oggi e domani 31 agosto: quelle non impattanti, che cioè non impongono la soppressione della fermata a Porta Susa. I test vogliono portare alla soluzione del problema dell’inquinamento atmosferico nella stazione, prodotto dai fumi delle motrici diesel ancora in servizio sulle linee non elettrificate. Ma perché il rinvio? Sul piatto della bilancia sono stati messi i sicuri disagi che avrebbero patito i pendolari, visto lo scarso preavviso e la ripresa a pieno regime dell’attività lavorativa. Continua a leggere

Lombardia, pronta entro il 2012
la ferrovia Saronno-Seregno

La Pedemontana ferroviaria, così come è stata ribattezzata da molti, ossia il collegamento tra Saronno e Seregno, in Lombardia, sarà pronta entro l’estate del 2012. Lo ha confermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo che, giovedì mattina, con il presidente di Ferrovie Nord Milano, Norberto Achille e l’amministratore delegato di Trenitalia Le Nord, Giuseppe Biesuz, ha effettuato un sopralluogo ai cantieri della nuova tratta. Continua a leggere

Stragi del sabato sera, dal 9 luglio
riparte “Nontuttoinunanotte”

Ripartirà il 9 luglio, sempre dalla provincia di Biella, “Nontuttoinunanotte”, il progetto itinerante per la sensibilizzazione contro gli effetti della guida in stato di ebbrezza. L’iniziativa mira a informare i ragazzi che frequentano locali notturni, aspettandoli all’esterno, in un ampio gazebo. Il progetto, che in passato aveva già fatto tappa a Novara e nella Bergamasca, torna così nel Biellese, provincia già visitata ad aprile e maggio. In quel caso più di mille giovani decisero di fermarsi per saperne di più sulle sanzioni relative alla guida in stato d’ebbrezza e sul bere consapevole. Moltissimi anche quelli che decisero di sottoposti all’alcoltest. Continua a leggere

Nodo intermodale di Orbassano, ipotizzati costi per 100 milioni

È stata la nuova piattaforma intermodale di Orbassano, in provincia di Torino, la protagonista di un seminario organizzato dal Comitato Transpadana che ha coinvolto operatori pubblici e privati, rappresentanti del Governo e delle istituzioni europee. Una realizzazione che si inserirebbe nel contesto delle infrastrutture multimodali, utili cioè al trasporto di persone e merci per strada-ferrovia, di collegamento al cosiddetto Corridoio 5 Kiev-Lisbona, nel quale è ricompresa l’ormai nota tratta Torino-Lione. Prescindendo da plastici e rilievi planimetrici con i quali è stato presentato il progetto, che prevede la realizzazione di un tunnel di transito ferroviario di almeno 8 chilometri, il riutilizzo del materiale di scavo per la creazione di una collina artificiale e la realizzazione di un terminal per l’autostrada ferroviaria, l’argomento ha sollevato opinioni contrastanti. Soprattutto tenendo conto del “costo” complessivo dell’opera, stimato in circa 100 milioni di euro. Continua a leggere

Dal Piemonte alla Sicilia, l’Anas vara quattro nuove infrastrutture

Il consiglio d’amministrazione dell’Anas, presieduto da Pietro Ciucci, ha approvato quattro importanti progetti infrastrutturali che riguardano quattro diverse regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Lazio e Sicilia. Ecco delle brevi schede sui lavori, che partono dalla Torino-Milano, un tratto oggetto di un recente reportage di Stradafacendo. Continua a leggere

Lombardia e Piemonte lavoreranno insieme per migliorare i trasporti

A pochi giorni dall’incontro, avvenuto mercoledì 12, tra Roberto Formigoni e Roberto Cota (presidenti delle Regioni Lombardia e Piemonte), che ha permesso di sancire una collaborazione su più fronti, venerdì si è registrato il primo seguito operativo dell’intesa tra le due Regioni. Si è svolto infatti a Torino un incontro tra l’assessore lombardo alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo (giunto nel capoluogo piemontese con un puntualissimo Frecciarossa) e l’assessore alle Infrastrutture, Mobilità e Logistica della Regione Piemonte, Barbara Bonino. Continua a leggere

Giovani e alcol alla guida, riparte
da Biella “Nontuttoinunanotte”

Una frase che diventa una parola sola: nontuttoinunanotte. È questo il nome di un progetto itinerante per la sensibilizzazione attiva contro gli effetti della guida in stato di ebbrezza che in questo periodo punta i riflettori sulla provincia di Biella. Nontuttoinunanotte si rivolge proprio al “popolo della notte”, a chi ama frequentare locali notturni dove si balla e si beve. Giovani che inevitabilmente si trasformano in soggetti a rischio, possibili protagonisti di una delle tante stragi del sabato sera. Per informare i ragazzi e sensibilizzarli, per far loro conoscere i propri limiti e anche quelli imposti dalle legge nel rispetto dei termini di una guida sicura, Nontuttoinunanotte li aspetta fuori dai locali e ospita all’interno di un ampio gazebo. Continua a leggere

Milano-Torino, un cantiere unico:
due metropoli divise dai lavori

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=b2PDERJ5rtY[/youtube]
Milano e Torino, le due maggiori città del Nord Italia, non sono mai state così lontane. I lavori sulla A4, l’autostrada che collega i capoluoghi di Lombardia e Veneto, creano gravi difficoltà per il traffico. Dopo i primi chilometri, già all’altezza di Novara, sembra di viaggiare lungo un cantiere infinito. Lavori ben segnalati, ma che in questi giorni di maltempo possono rappresentare un reale pericolo per gli automobilisti anche per via della grande quantità di mezzi pesanti in transito da Milano verso il Monte Bianco e il Frejus.

Per il metano gli incentivi non sono finiti: ecco la mappa degli sconti

Incentivi finiti? Nemmeno per sogno. Ci sono Regioni e singoli Comuni, infatti, che stanno mantenendo misure economiche in favore del metano. Sconti per chi acquista o per chi trasforma la propria auto. Ma anche agevolazioni particolari, con parcheggi gratuiti o a prezzi ridotti. In Lombardia, per esempio, chi acquista un’auto nuova alimentata a metano può ottenere un bonus di 3.000 euro. Sono previste agevolazioni anche in Valle d’Aosta, dove  ci sono 1.500 euro per l’acquisto di un’auto nuova e 500 euro per la trasformazione a metano di una vettura vecchia. E non è finita qui. Continua a leggere

Treni, da settembre sarà vera concorrenza sulla Torino-Milano

La notizia è ormai certa: dal 1° settembre il collegamento ferroviario tra Torino e Milano vedrà un nuovo attore offrire il servizio in concorrenza con Trenitalia. È la ArenaWays, società con sede operativa  ad Alessandria, che garantirà il servizio con ben 16 corse giornaliere, equamente suddivise per senso di marcia. La linea partirà dalla stazione di Torino Lingotto – prima corsa alle 4.50 del mattino – e raccoglierà i viaggiatori in sette fermate: Torino Porta Susa, Santhià (incrocio con la linea proveniente da Biella), Vercelli, Novara, Milano Rho (Fiera) e Milano Porta Garibaldi. Il ticket avrà un costo di 17 euro (per la tratta Torino-Milano) con possibilità di abbonamenti e prezzi speciali per le famiglie. Continua a leggere

Cartelli abusivi sull’autostrada, multe a raffica nel Novarese

Il Codice della strada non poteva essere più chiaro nel vietare “qualsiasi forma di pubblicità lungo e in vista degli itinerari internazionali, delle autostrade e delle arterie extraurbane principali e relativi accessi”. Al problema della pubblicità in prossimità delle corsie autostradali, che potrebbe essere fonte di distrazione per chi guida dedica un servizio il Mondo in edicola venerdì 12 marzo. Si parla di una sorta di “giungla di cui tutti approfittano proprio come accade per le affissioni elettorali”. Continua a leggere

Infrastrutture, l’Anas approva
quattro importanti progetti

Quattro importanti progetti riguardanti altrettante infrastrutture sono stati approvati nell’ultimo consiglio d’amministrazione dell’Anas, presieduto da Pietro Ciucci. Via libera, quindi, al progetto preliminare per la tangenziale di Novara e al progetto per l’appalto integrato dei lavori di completamento della statale 63 del Valico del Cerreto, in provincia di Reggio Emilia. Approvati anche i lavori per la variante di Formia sull’Appia, nel Lazio, e l’adeguamento dei dispositivi di sicurezza nel tratto Milano-Serravalle dell’autostrada A7 Milano-Genova.  Continua a leggere

Treni: con il tunnel di Castellanza, Milano e Malpensa sono più vicine

Il cuore di Milano e l’aeroporto di Malpensa sono più vicini. Ci vorrà infatti meno di mezz’ora per compiere la distanza tra il capoluogo lombardo e lo scalo internazionale. Secondo le previsioni, la tratta verrà percorsa in treno in 29 minuti. In realtà, il viaggio inaugurale del nuovo servizio del Malpensa Express attraverso il tunnel di Castellanza ha già superato le attese mettendoci 24 minuti e 3 secondi. “Abbiamo confermato il rispetto dell’ennesimo impegno che ci eravamo prefissati”, ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. “I treni del Malpensa Express potranno coprire la tratta in 29 minuti e, una volta a regime, ci sarà un treno ogni 20 minuti. Tutti quelli che in questi anni hanno continuato a dire che Malpensa è una sorta di cattedrale nel deserto sono smentiti, perché questa che siamo in grado di garantire ora è una tra le migliori performance a livello europeo”. Continua a leggere

Torino, l’autotrasporto vuole la Tav
“Incentivare l’intermodalità”

Vogliamo la nuova linea ferroviaria ad alta velocità tra Torino e Lione. L’affermazione, forte e chiara, arriva da Bruno Graglia, presidente provinciale della Fai (Federazione autotrasportatori italiani) di Torino, il quale ha ribadito l’importanza della realizzazione dell’opera alla manifestazione “Sì alla Tav” che si è svolta a Lingotto Fiere domenica scorsa. Un’opera di sicura utilità per l’area torinese, ma anche per tutto il Paese. “Le aziende aderenti alla Fai”, ha spiegato Graglia, “credono nello sviluppo dei questo territorio, che ha visto nascere e progredire un tessuto di Pmi del settore del trasporto e della logistica tra i più importanti a livello nazionale”.  Continua a leggere