Aiuti al trasporto merci su ferrovia, c’è il sì della Commissione europea per altri due anni

Gli aiuti per il trasporto delle merci sui treni continueranno almeno fino al 31 dicembre 2019. Mercoledì la Commissione europea ha infatti approvato il prolungamento del regime italiano che incoraggia lo spostamento delle merci dalla strada alla ferrovia. La misura, spiega la Commissione, “promuove una modalità di trasporto più favorevole all’ambiente” per raggiungere gli obiettivi ambientali e di trasporto individuati dall’Unione europea. L’aiuto è sotto forma di sovvenzione alle imprese ferroviarie che effettuano servizi di trasporto merci.  Continua a leggere

I 5 Stelle spingono per portare le merci sui treni: “L’autotrasporto inquina e viene agevolato”

“In Italia oltre l’80 per cento delle merci viaggia su gomma e solo il 5-6 per cento su ferro. In Francia e Germania la percentuale delle merci trasportate su rotaia arriva fino al 23,4 per cento, in Svizzera addirittura al 50 per cento! Il trasporto su gomma inquina e aumenta i consumi energetici, il traffico e gli incidenti stradali. Eppure, nonostante questo, viene agevolato con sgravi fiscali e incentivi diretti e indiretti”. Lo scrive il Movimento 5 Stelle sul blog di Beppe Grillo. Continua a leggere

Il camion distacca il treno: al Brennero cresce il volume delle merci che viaggiano su strada

Il treno frena e il camion accelera. Il divario tra il trasporto merci su rotaia e quello su gomma lungo l’asse del Brennero si allarga sempre più. Secondo i dati pubblicati martedì mattina dalla stampa austriaca, cresce il trend del trasporto merci su strada, mentre quello su ferrovia è in calo. Nel periodo tra il 2014 e il 2015 il volume dei trasporti ammonta a 43,86 milioni di tonnellate, più di tutti i trasporti merci attraverso la Svizzera (38 milioni).  Continua a leggere

Terzo Valico, i lavori proseguono ad alta velocità: il corridoio merci sarà pronto nel 2021

“L’opera del Terzo Valico procede perché ognuno fa la propria parte con determinazione, guardando al 2021 con il ‘Corridoio Merci’ completato, in una logica complessiva di miglioramento del trasporto nel Paese”. Lo ha sottolineato Aldo Isi, direttore Investimenti Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) alla firma del protocollo d’intesa per lo sviluppo dei territori interessati dai cantieri.

Continua a leggere

La Spezia fa viaggiare le merci in treno, stanziati 39 milioni di euro per i nuovi binari del porto

Nuovi binari al porto mercantile di La Spezia, per far viaggiare le merci sempre più sui treni. Il Cipe ha infatti stanziato 39 milioni di euro per la riorganizzazione e il potenziamento dei binari dello scalo ligure. Il finanziamento sarà destinato alla realizzazione di un progetto complessivo che prevede 9 binari in parallelo, in aree retrostanti calata Malaspina e calata Artom, di lunghezza utile variabile tra 550 e 650 metri. Questo finanziamento consentirà anche la dismissione dei binari su Calata Paita, necessaria per la restituzione di queste aree a uso crocieristico e urbano, nonché lo spostamento verso mare della recinzione doganale tra via San Cipriano e Via Giulio della Torre, per circa 10 metri, così da ottenere spazi utili alla realizzazione della fascia di rispetto prevista dal Piano Regolatore Portuale. Continua a leggere

Usare l’alta velocità per le merci? Fs: “La rete portante è quella convenzionale”

Sì all’alta velocità, ma la rete portante, la spina dorsale sulla quale far viaggiare le merci sui treni è quella convenzionale. Lo ha spiegato l’amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini: “Il problema”, ha detto, “non è utilizzare le linee ad alta velocità che possono servire, ma i 24mila chilometri di binari che sono la rete portante per le merci in giro per l’Italia”. Continua a leggere

Le merci passano dai Tir ai treni? Delrio: “30 per cento su rotaia entro il 2021”

L’Europa mette dei paletti, fissa degli obiettivi, ma l’Italia vuole arrivare prima. Almeno per quanto riguarda le merci sui treni. “Ci siamo posti anche nel Def l’obiettivo di anticipare il trasferimento del 30 per cento delle merci dalla gomma al ferro anziché al 2030, come ci chiede l’Europa, al 2021”, ha spiegato il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, rispondendo in question time. Continua a leggere

Gottardo, il 1° giugno l’inaugurazione: “Un’opera storica, unirà i popoli”

Il conto alla rovescia è già partito. Dopo 17 anni di lavori è arrivata l’ora del nuovo Gottardo, il tunnel ferroviario più lungo al mondo. Il 1° giugno, infatti, è in programma l’inaugurazione alla presenza di Angela Merkel, Francois Hollande e Matteo Renzi. “L’apertura del nuovo tunnel”, ha detto il console svizzero Felix Baumann durante la presentazione dell’opera a Milano, “è un evento di portata storica”. Il nuovo tunnel è lungo 57,1 chilometri (la galleria ferroviaria più lunga del mondo era quella di Seikan, in Giappone, con i suoi 53,9 chilometri) ed è orgoglio e vanto “di tutta la Confederazione perché realizzato consultando di volta in volta il popolo con referendum”, ha spiegato Andrea Arcidiacono, responsabile del Dipartimento Federale degli Affari Esteri della Svizzera per il progetto Gottardo. Continua a leggere

Veneto, aperta la Valdastico Sud. Delrio: “Ma per le merci puntiamo sui treni”

La Valdastico Sud è pronta. Il lavori dell’ultimo tratto, sette chilometri tra Agugliaro e Noventa Vicentina, sono stati completati e la nuova autostrada è stata inaugurata lunedì dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, dal presidente della Brescia-Padova Flavio Tosi, e dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia. L’autostrada A31 ora collega completamente il polesine, dall’allacciamento con la strada statale 434 Transpolesana, in comune di Canda (Rovigo) a Piovene Rocchette (Vicenza). Ora si attende il completamento definitivo con la realizzazione dello sbocco a Nord tra Piovene e Rovereto. Continua a leggere

Serracchiani: “Vogliamo far diventare Trieste il porto principale della Germania”

“Ci candidiamo a far diventare il porto di Trieste il porto principale di riferimento della Baviera e della Germania tutta. Riteniamo di poter attrarre traffici anche impostando un lavoro di trasferimento delle merci via ferrovia”. Lo ha detto la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, al termine dell’incontro a Monaco con il presidente della Baviera, Horst Lorenz Seehofer. Continua a leggere