Interporto di Verona, il potenziamento viaggia a tutta velocità sui nuovi binari lunghi 750 metri

Un nuovo Quarto modulo, attrezzato con cinque binari lunghi 750 metri, e dunque in linea con gli standard europei di lunghezza dei treni merci, dotato di gru a portale e aree di stoccaggio: parte da questi interventi il potenziamento dell’interporto Quadrante Europa di Verona con l’obiettivo di aumentare la capacità complessiva dell’infrastruttura, intercettare sempre più volumi di traffico merci a favore del trasporto combinato gomma-ferro e rafforzare la funzione strategico-logistica dello scalo. Continua a leggere

Sulle ferrovie il Sud viaggia in ritardo. Rfi: “È vero, siamo indietro ma stiamo recuperando”

No, non è una situazione normale. Il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, è stato chiaro: “L’Italia è un Paese spaccato a metà”: il Nord, dove i treni corrono anche ad alta velocità, e il Sud, dove “per andare in treno da Napoli a Palermo ci vogliono dieci ore e mezza”, ha detto al Forum di Conftrasporto a Cernobbio. “La connessione Nord-Sud è un elemento decisivo. Perché l’Italia può essere competitiva solo se si presenta come sistema Paese. O si cresce insieme o si muore insieme”. Il cambio di rotta è già stato disegnato. “Al Sud siamo indietro, questo è vero, ma stiamo recuperando, tant’è che proprio al Sud sono destinate la maggior parte delle risorse finanziarie che con la Legge di Stabilità il Governo ci ha messo a disposizione negli ultimi due anni”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, a Cernobbio.  Continua a leggere

I treni avvicinano Genova a Milano e Torino: collegamenti in meno di un’ora

Le città si “avvicinano” con i collegamenti ferroviari che abbassano, in alcuni casi, i tempi di percorrenza. Entro il 2020, per esempio, per raggiungere in treno Genova da Milano o da Torino ci vorrà meno di un’ora. “È un obiettivo che ci diamo, concretamente raggiungibile grazie alla tecnologia di ultima generazione e al Terzo Valico”, ha spiegato Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, durante l’inaugurazione di Expo Ferroviaria al Lingotto Fiere di Torino. Continua a leggere

All’aeroporto di Venezia arriverà anche il treno, si parte con il progetto

L’aeroporto di Venezia sarà collegato con Mestre e Trieste da una nuova linea ferroviaria. Nei giorni scorsi il presidente di Società Aeroporto di Venezia, Enrico Marchi, e l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con il cronoprogramma per la progettazione definitiva del nuovo tracciato ferroviario e della nuova stazione Venezia Aeroporto. Continua a leggere

Venezia-Trieste in treno in un’ora, la velocizzazione costa 1,8 miliardi di euro

Non sarà l’alta velocità, ma i treni tra Venezia e Trieste daranno comunque una bella accelerata. Con la velocizzazione della linea ferroviaria le due città saranno infatti collegate in poco più di un’ora. Il costo del progetto, ha spiegato l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, è di 1,8 miliardi di euro. Un conto decisamente meno salato rispetto a quello dell’alta velocità, che sarebbe costata 7,5 miliardi. “Con 1,8 miliardi si riesce a ottenere il risultato di collegare Trieste a Venezia Mestre in un’ora e cinque minuti, rispetto ai 55 minuti dell’alta velocità. Una differenza di dieci minuti”, ha spiegato Maurizio Gentile, “ma con un risparmio di 6 miliardi”. Continua a leggere

A Bologna arriva il Kiss & ride, aperto il parcheggio “rapido” della stazione

Si chiama Kiss & ride e permetterà di accompagnare i viaggiatori dell’Alta velocità a due passi dai binari. Una nuova infrastruttura, realizzata a sette metri di profondità, che consentirà di arrivare rapidamente e comodamente in auto vicino ai binari della stazione di Bologna. La strada sotterranea è stata inaugurata lunedì. Per ora l’accesso è riservato a taxi e auto a noleggio con conducente, ma entro gennaio potrà essere utilizzata anche dalle auto private. Continua a leggere