Uggè: è il Governo che deve farsi un esame di maturità (e di serietà)

“L’autotrasporto è sempre stato maturo, soprattutto nei confronti dei Governi che hanno mantenuto gli impegni e che hanno tenuto aperto il confronto serio con la categoria”. Questa la risposta di Paolo Uggè, presidente nazionale di Fai Conftrasporto, alle dichiarazione del ministro Matteoli in merito al rischio che la categoria faccia scattare, dal 9 al 14 dicembre prossimo, un blocco dei trasporti simile a quello che il 13 dicembre 2007 aveva letteralmente messo in ginocchio il Paese. Continua a leggere

Autostrada Tirrenica: è scontro
tra Matteoli e le autorità locali

L’allungamento dell’autostrada Tirrenica fa discutere. La realizzazione dell’opera tra Rosignano e Cecina, in provincia di Livorno, ha infatti provocato uno scontro tra le associazioni e le autorità locali, contrarie alla realizzazione, e il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli (nella foto), che ha dichiarato: “Vanno bene le discussioni, ma l’opera è necessaria”. Continua a leggere

Sicurezza stradale, Matteoli
firma due protocolli d’intesa

Due passi avanti per la sicurezza stradale: questo almeno nell’intendimento del governo Berlusconi. Domani il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli (nella foto), firmerà con Poste Italiane e con Aci, Bmw Italia, Dorado Centro Internazionale Guida Sicura e Federazione Motociclista Italiana due protocolli d’intesa per avviare delle iniziative congiunte finalizzate alla promozione della comunicazione, informazione, formazione e prevenzione in materia di sicurezza stradale. I due protocolli si inseriscono nell’ambito della Campagna per la sicurezza stradale promossa dallo stesso Ministero. Continua a leggere

Mezzogiorno, dall’Anas 39 miliardi
per le infrastrutture viarie

L’Anas punta sul Mezzogiorno. In primo piano ci sono il Ponte sullo Stretto e l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, ma gli interventi in programma non si fermano alle due “opere di punta”. “L’Anas”, ha dichiarato il presidente Pietro Ciucci alla Fiera del Levante di Bari, “ha lavori in corso di realizzazione o di prossimo avvio nel Mezzogiorno per un totale di 23,3 miliardi euro a cui si aggiungeranno altri 15,8 miliardi di euro per gli interventi programmati. In totale gli investimenti per le infrastrutture nel Sud Italia ammontano a oltre 39 miliardi di euro, che costituiscono il 55 per cento dell’intera spesa programmata per questo settore in tutto il Paese, pari a 70,7 miliardi di euro”. Continua a leggere

Italia-Spagna, firmato l’accordo
per le Autostrade del Mare

Nuova linfa per le Autostrade del Mare. Italia e Spagna hanno infatto deciso di puntare su questo sistema di collegamento che permetterà di trasferire sulle navi una quota significativa di traffico merci. Durante il vertice italo-spagnolo che si è svolto a La Maddalena, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano, Altero Matteoli, e il suo omologo spagnolo, Josè Blanco Lopez, hanno infatti firmato un accordo per implementare le cosiddette Autostrade del Mare tra i due Paesi. L’obiettivo prefissato dai due ministri è di garantire il trasferimento dal trasporto terrestre a quello via mare di circa 400mila Tir nel prossimo biennio. Continua a leggere

Confetra scrive a Matteoli: il cargo
ferroviario rischia di sparire

Interventi su misura, altrimenti in Italia il cargo ferroviario rischia di sparire. È questo il pensiero che Confetra-Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica, ha espresso in una lettera inviata qualche giorno fa al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli. Dopo aver espresso la sua  soddisfazione per il capitolo ”La liberalizzazione della rete ferroviaria italiana” contenuto nell’allegato Infrastrutture al Dpef, il presidente di Confetra, Ferdinando Albini, spera che entro la fine della legislatura sia possibile dare una risposta positiva al binomio liberalizzazione-competizione in materia di trasporto ferroviario. Continua a leggere

Grandi opere, Matteoli rassicura
sul Passante di Bologna

“Il Passante di Bologna è un’opera che il governo considera prioritaria”, ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. “La sua realizzazione rispetterà le norme del diritto comunitario e le procedure saranno concordate con la Commissione europea oltre che, ovviamente, con tutte le parti interessate. E ciò al fine di evitare una procedura d’infrazione garantendo l’effettiva realizzazione di un’opera importante e cruciale per il territorio di riferimento ed il Paese. Procedura d’infrazione che può essere evitata perché saranno cambiate le modalità di realizzazione scelte nella passata legislatura”. Continua a leggere

Matteoli: “Il bilancio dell’esodo
estivo è soddisfacente”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha presentato i risultati conseguiti dal piano predisposto per l’esodo estivo 2009 dall’Anas d’intesa con le Prefetture, gli Enti Locali, la Polizia Stradale, i Carabinieri, la Protezione Civile, l’Aci, l’Aiscat, le Concessionarie autostradali e condiviso dal Centro di coordinamento nazionale in materia di viabilità. “Il bilancio complessivo dell’esodo e del controesodo estivo è soddisfacente”, ha dichiarato il ministro. Continua a leggere

Matteoli: “Le autostrade
vanno pagate anche al Sud”

Nuove infrastrutture, opere destinate a far ripartire l’Italia, soprattutto al Sud. Altero Matteoli, in un intervista rilasciata a Il Mattino, risponde al presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che aveva chiesto tempi rapidi per l’apertura dei cantieri. “Nel quadro delle 19 opere approvate dal Cipe, per un importo di 17,8 miliardi, è previsto che una parte – almeno cinque – apra prima della fine dell’anno”, spiega il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Fra le 19 nuove infrastrutture previste ben il 40% riguarderà il Sud: è un dato del tutto inedito. Aggiungo però una cosa: anche il Mezzogiorno deve dare qualcosa. Penso al pedaggio delle autostrade. Non è giusto che al Sud le cose vadano in maniera diversa che nel Centro e nel Nord. Ben intesi: non credo che il Sud dia quello che non ha. Ma su certe cose penso si possa ragionare in maniera nuova”.

Salerno-Reggio Calabria,
la difesa dell’Anas e di Matteoli

Fuoco di fila contro l’Anas per i disagi causati dal cantiere sulla Salerno-Reggio Calabria. I lavori, come annunciato nei giorni scorsi dal nostro portale, proseguiranno almeno fino a metà ottobre. Il cantiere interessa due campate del viadotto Fiumara di Tito del raccordo autostradale Sicignano-Potenza che vanno demolite. Continua a leggere