Strade più sicure, assegnati 1,6 miliardi di euro: ecco quanto arriverà a ogni provincia

Ora si sa dove andranno gli 1,620 miliardi di euro previsti dalla Legge di Bilancio 2018 “per il finanziamento degli interventi relativi ai programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di province e città metropolitane”. La Conferenza Stato-Città e autonomie locali ha infatti dato l’ok al decreto di riparto proposto dal ministro Graziano Delrio. Lo stanziamento è ripartito su un periodo di sei anni, con 120 milioni di euro per il 2018 e 300 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023. Continua a leggere

Dove sono finiti i soldi delle multe? I 5 Stelle interrogano tutti i Comuni italiani

Gli automobilisti italiani versano in multe per infrazioni stradali circa 2 miliardi di euro ogni anno. Ma dove finiscono questi soldi? Il Codice della Strada prevede un preciso vincolo di destinazione per i proventi delle multe, per fare in modo che gli incassi siano destinati alla sicurezza e alla manutenzione stradale e, soprattutto, per evitare che quei fondi vengano usati per coprire spese correnti o peggio buchi di bilancio. Il Movimento 5 Stelle ha deciso di andare a scavare in questo pozzo nero, Comune per Comune. Continua a leggere

Manutenzione delle strade, Lupi: “Pronti 250 milioni, investiamo in infrastrutture”

Soldi per la manutenzione stradale, da spendere subito. Un investimento nelle infrastrutture che, per il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, sono importantissime per la crescita. “Ho chiesto ad Anas di presentarmi un piano straordinario di 100 bandi, 100 progetti di manutenzione della rete viaria italiana. Possiamo immediatamente nei prossimi tre mesi con 250 milioni di euro fare questi bandi che andranno ovviamente a vantaggio, non solo della qualità delle infrastrutture, ma anche delle pmi del territorio”, ha detto il ministro a “L’economia prima di tutto”. Continua a leggere

Politici, basta con le inaugurazioni, pensate alle manutenzioni delle strade

“È noto che le inaugurazioni paghino più delle manutenzioni e noi italiani siamo portati più alle prime che alle seconde, anche se queste salvano vite umane e incrementano la sicurezza. Ma quello che secondo Confcommercio necessita con urgenza è la messa in sicurezza della rete stradale, focalizzando gli interventi sulla viabilità, anche minore, dove effettivamente insistono le principali criticità”. A riaccendere i riflettori sul problema, sempre più evidente, di una rete stradale che fa sempre più acqua da tutte le parti è stato il vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, che intervenendo al convegno ” Trasporti al passo, economia ferma” organizzato dalla stessa Confcommercio ha sottolineato come occorra dare assoluta priorità, negli interventi di manutenzione, “alle aree urbane, dove si produce oltre il 70 per cento della ricchezza nazionale, ma anche dove si registrano i 4/5 della mobilità, della congestione e dell’inquinamento. Continua a leggere

Troppi morti in autostrada, il Codacons chiede controlli sulle manutenzioni

Troppi morti sulla rete autostradale italiana. Nonostante le condizioni di sicurezza a bordo dei veicoli siano aumentate in modo considerevole accadono ancora eventi drammatici come il gravissimo incidente avvenuto sull’A1, nel quale una automobile precipitata da un cavalcavia ha provocato la morte di tre persone e il ferimento di altre otto. Ora il Codacons chiede controlli straordinari a tutela dell’incolumità degli automobilisti.  Continua a leggere

Macchine tappabuche per i Comuni più ricchi. E tutte le strade tornano lisce

In primavera partono abitualmente i cantieri di manutenzione delle strade. Strade segnate da buche e avvallamenti causati da pioggia e neve. Ora i Comuni, almeno quelli più ricchi e di questi tempi sono veramente pochi, hanno un’alternativa allo stradino che armato di secchio di catrame e pala si mette a riempire le buche più profonde. È arrivata la “macchina tappabuche”. A Pescara l’hanno già affittata, a 22mila euro a settimana, compresi i quattro operatori che la mettono in funzione. Altri Comuni in Emilia e in Sardegna l’hanno già sperimentata con successo.  Continua a leggere

Manutenzione della rete stradale, arrivano 330 milioni dal Cipe

Il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha assegnato 330 milioni di euro all’Anas e 240 milioni a Rfi (Rete ferroviarie italiane) per la manutenzione stradale e ferroviaria. Si tratta delle cosiddette risorse del Fondo infrastrutture. Grande attenzione è stata posta per favorire il collegamento con i porti. Fra gli altri interventi approvati, per la Regione Liguria diventa di fondamentale importanza l’assegnazione di 35 milioni di euro per il progetto definitivo del collegamento stradale di accesso al porto di Genova-Voltri. Continua a leggere

Rc auto, tariffe e stato delle strade: il 20 maggio un convegno a Genova

“Trasporto su strada: assicurazione e costi collettivi”: è questo il titolo del convegno organizzato dall’Unione Europea Assicuratori (Uea) per rilanciare il dibattito sui costi assicurativi a partire dallo stato delle infrastrutture. Venerdì 20 maggio a Genova si confronteranno istituzioni, assicuratori, imprese, consumatori ed esperti per delineare lo stato dell’arte del trasporto su strada nel nostro Paese e mettere in comune esperienze, criticità e proposte. Continua a leggere

Arriva la ruota spaziale, potrà viaggiare su qualsiasi terreno

Problemi di buche sulle strade? Arriva la ruota spaziale. Un prototipo di ruota per applicazioni in qualsiasi ambiente, compreso lo spazio, è stato brevettato dai ricercatori del dipartimento di Meccanica applicata dell’università di Cagliari, guidati dal professor Andrea Manuello. I lavori dell’equipe sono andati avanti in cooperazione con il gruppo di ricerca di ingegneria aeronautica e spaziale del Politecnico di Torino. Continua a leggere

India, camion esce di strada:
ci sono 38 morti e 37 feriti

Spesso ci lamentiamo dei mezzi pubblici italiani, ma nel resto del mondo ci sono situazioni paradossali, caratterizzate da assoluta mancanza di sicurezza. A volte possono fare sorridere le foto dei camion indiani carichi di persone o di merci all’inverosimile. Non farà invece sorridere questa immagine dell’Associated Press di un camion sottosopra, di morti e di tentativi di mettere in salvo i feriti. Il camion veniva utilizzato in un’area rurale a Nord dell’India per il trasporto pubblico. Continua a leggere