La società della nuova tangenziale di Milano restaura l’Oratorio di San Biagio

Molti vedono le grandi opere stradali solo come un atto di deturpamento del territorio, forse necessario per snellire la viabilità, ma comunque una ferita di cemento e asfalto in aree verdi. Con un’opera mediatica di grande acume, Tangenziale Esterna SpA ha illustrato lunedì mattina il restauro conservativo del cinquecentesco Oratorio di San Biagio di Rossate (Lodi) che la concessionaria finanzierà con 1,3 milioni di euro interamente a carico di privati e realizzerà adottando il progetto elaborato per conto della proprietà (la Curia di Lodi) e approvato dalla Sovrintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici di Milano. L’obiettivo è sottrarre il complesso al degrado e di riconsegnarlo, entro due anni, alla comunità locale come luogo di culto e teatro di manifestazioni culturali.  Continua a leggere

Lodi e Monza-Brianza, per la Fai due nuove associazioni provinciali

Si intensifica sempre più la presenza della Federazione Autotrasportatori Italiani sul territorio. Il 18 aprile, infatti, sono state ufficialmente costituite le associazioni territoriali della Fai di Lodi e di Monza-Brianza, due province importantissime per il settore dell’autotrasporto e per l’economia in generale. Con Fai Lodi e Fai Monza-Brianza, la presenza della Fai è attiva in tutte le province della Lombardia. Continua a leggere

Falsi poliziotti in autostrada, riconosciuto un giovane iraniano

Sarebbe un iraniano uno dei falsi poliziotti che tra dicembre e gennaio avevano messo a segno alcuni colpi sull’autostrada A4, vicino a Bergamo, ai danni in particolare di auto con targhe straniere. Le vittime venivano avvicinate dai sedicenti poliziotti che, con la scusa di controllare i bagagli, derubavano i malcapitati. Ora i componenti di una famiglia polacca che, il 7 gennaio, era rimasta vittima dei finti agenti facendosi sottrarre la bellezza di 10 mila euro, hanno riconosciuto uno dei malviventi. Si tratterebbe di un giovane che aveva mostrato ai turisti un falso tesserino, raccontando di essere del reparto antinarcotici. Continua a leggere

Tangenziale est esterna di Milano, presentato il progetto definitivo

Dopo la Brebemi e la Pedemontana è stato presentato il progetto definitivo della “terza sorella” delle nuove autostrade lombarde: la Tem, Tangenziale est esterna milanese. All’evento è intervenuto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni (nella foto), insieme all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo; presenti inoltre i presidenti delle Province di Milano, Guido Podestà, di Monza e Brianza, Dario Allevi, e di Lodi, Pietro Foroni. “Il progetto definitivo della Tem”, ha detto Formigoni, “completa il trittico delle grandi opere di viabilità che Regione Lombardia ha voluto, ossia la Pedemontana, la Brebemi e la Tangenziale est esterna di Milano, che permette lo scorrimento veloce lungo l’asse della Lombardia, il famoso corridoio 5, aumentando la velocità e la sicurezza di transito delle persone e delle merci e anche migliorando la situazione complessiva dell’intero Nord Italia”. Continua a leggere

A1, anche la Lega Nord chiede
la quarta corsia tra Piacenza e Lodi

Il consigliere regionale leghista dell’Emilia-Romagna, Stefano Cavalli, ha presentato una risoluzione che impegna la giunta ad attivarsi, insieme con le Province di Piacenza e di Lodi e alla Regione Lombardia, per programmare la realizzazione della quarta corsia dell’autostrada del Sole tra Piacenza e Lodi. Cavalli scrive come tra Bologna e Milano rimarrà a tre corsie e quindi scoperto solo il tratto che dal casello di Piacenza Sud arriva a Lodi. Il consigliere afferma che la realizzazione integrale della quarta corsia porterà vari benefici, fra cui la riduzione dei tempi medi di percorrenza. Quella tra Piacenza e Lodi potrebbe essere infatti una strozzatura pericolosa per la grande viabilità del Nord Italia. Continua a leggere

Pavia, riaprirà a inizio
gennaio il ponte della Becca

Riaprirà entro il 3 gennaio il ponte della Becca, nel Pavese, alla confluenza del Ticino nel Po, chiuso alla viabilità a metà novembre dopo che da un controllo era emerso un cedimento di quattro centimetri di uno dei due giunti. La data è stata fatta dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, che settimana scorsa ha effettuato un sopralluogo con il presidente della Provincia di Pavia, Vittorio Poma, il delegato del presidente Formigoni ai rapporti con il parlamento e le istituzioni del territorio, Giancarlo Abelli e i sindaci dei Comuni di Linarolo, Campospinoso e Mezzanino. Continua a leggere

Il nuovo ponte sul Po verrà
inaugurato il 18 dicembre

L’Anas ha rispettato i tempi e il prossimo 18 dicembre sulla statale 9 “via Emilia” si terrà la cerimonia di apertura al traffico del nuovo ponte sul fiume Po tra Piacenza e San Rocco al Porto (Lodi). Il ponte che collega la Lombardia e l’Emilia-Romagna era crollato (cedimento di un pilone) nell’aprile del 2009, provocando anche il ferimento di tre automobilisti che stavano attraversando la struttura. Continua a leggere

Af Logistics, l’autotrasporto che viaggia in difesa dell’ambiente

Anche nel mondo dell’autotrasporto c’è un “made in Italy”  di cui andar fieri e da mostrare con orgoglio a visitatori stranieri. Un esempio arriva da Massalengo, in provincia di Lodi, dove ha sede una fra le maggiori aziende di trasporto e logistica italiane, la AF Logistics, leader  nel settore dei prodotti alimentari freschi e surgelati. Continua a leggere

Maltempo, chiuso da questa mattina il ponte provvisorio sul Po

Dalle 8 di questa mattina è chiuso il ponte provvisorio sul Po, tra Piacenza e San Rocco al Porto (Lodi). Il provvedimento è stato preso a causa dell’innalzamento del fiume, che ha raggiunto la quota massima (+ 3,5 metri) a causa delle abbondanti precipitazioni abbattutesi ieri sia in Lombardia sia in Emilia-Romagna. L’Agenzia Interregionale per il fiume Po (Aipo) ha segnalato che il raggiungimento della quota massima del livello del fiume di +3,50 metri era previsto per le prime ore di questa mattina. Continua a leggere

Il timore lombardo: la manovra mette in ginocchio i trasporti

C’è profonda preoccupazione tra gli assessori provinciali lombardi ai Trasporti, Infrastrutture e Lavori Pubblici che con l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, hanno esaminato giovedì le conseguenze che la manovra avrebbe sul trasporto pubblico locale e sugli interventi infrastrutturali che insistono sulle varie province lombarde. “È stato un incontro utile, che ha registrato il comune disappunto per la manovra così come è formulata e la comune preoccupazione per le conseguenze che avrebbe se dovesse rimanere invariata”, ha detto Cattaneo al termine dell’incontro. Continua a leggere