Sette morti sulle strade nel 2011, è Dublino la capitale più sicura d’Europa

È Dublino la capitale con le strade più sicure d’Europa. Dall’inizio del 2011, infatti, nella città irlandese si sono verificati solamente sette incidenti mortali e da giugno in poi nessuno. È vero che Dublino non è una delle città più trafficate d’Europa, ma è altrettanto vero che le statistiche sul tema dell’incidentalità sono esemplari. Secondo i dati dello European Transport Safety Council il calo di incidenti mortali rispetto al 2010 è del 12 per cento. Merito, almeno secondo il capo della Road Safety Autority, Noel Brett, dell’incremento della vigilanza cittadini, dell’introduzione del divieto di accesso al centro storico per i camion e il notevole numero di ciclisti che costringe gli automobilisti a rallentare la velocità.  Continua a leggere

Rivoluzione low cost: posti riservati anche sui voli Ryanair

In fondo è una piccola rivoluzione. Per la prima volta, infatti, Ryanair accetterà la prenotazione di posti. La nuova era per la compagnia low cost inizierà a maggio e riguarderà, almeno inizialmente, alcune rotte particolarmente gettonate. Attualmente chi viaggia con la compagnia irlandese sale a bordo e si cerca un posto, un po’ come avviene sui pullman.  Continua a leggere

Lista nera degli aerei: a rischio compagnie spagnole e tedesche

La Commissione europea ha aggiornato la lista nera delle compagnie bandite dallo spazio aereo dell’Unione: le novità riguardano l’inserimento nella black list di tutti i vettori certificati in Mozambico e di due Boeing 676 di Air Madagascar. Intanto la Commissione ha anche messo in guarda Germania e Spagna per la sicurezza di alcune piccole compagnie aeree che rischiano di finire nella lista nera: sono le tedesche Bin Air e ACH Hamburg e la spagnola Flightline. Continua a leggere

Multe commesse dagli stranieri, c’è un accordo europeo per punirli

Il Consiglio dell’Unione Europea ha adottato un provvedimento per facilitare lo scambio transfrontaliero di informazioni sui reati relativi al Codice della Strada dei vari Paesi. Un provvedimento che si pone l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale e garantire parità di trattamento tra i conducenti europei, indipendentemente dal loro Paese di  residenza. La posizione del Consiglio verrà ora trasmessa al Parlamento europeo per il passaggio successivo. Durante la riunione dello scorso dicembre i ministri dei Trasporti dei Paesi membri avevano già raggiunto un primo accordo. 
 Continua a leggere

Sudafrica, elefante in calore prova ad accoppiarsi con una Passat

Nella riserva di Pilanesberg, in Sudafrica, gli animali circolano liberamente e per i turisti è un’emozione fantastica passare con l’auto a poca distanza da un rinoceronte, una mandria di zebre o un gruppo di leoni. Uno dei residenti più grandi della riserva è Amarula, un elefante enorme che evidentemente ha qualche problema di vista. Non è consigliabile infatti imbattersi in Amarula se si è a bordo di un’auto di colore grigio. Cosa che invece è successa alla coppia irlandese John Somer e Carina Lowers. I due erano a bordo di una Volkswagen Passat berlina, grigia metallizzata quando il pachiderma Amarula si è accorto di loro, o meglio dell’auto, scambiandola per un’avvenente femmina di elefante. Continua a leggere

La sicurezza stradale va in meta
con la Nazionale italiana di rugby

Non c’è solo il Mandrake interpretato da Gigi Proietti a spiegarci di non correre sulle strade e di allacciare sempre le cinture di sicurezza. In campo scende anche la Nazionale italiana di rugby che, dopo l’impegno dello scorso anno, si conferma testimonial della campagna “Sulla buona strada” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nata per sensibilizzare i cittadini al rispetto del Codice della strada. In occasione di Italia-Irlanda, in programma allo stadio Flaminio di Roma il 5 febbraio, gli atleti della Nazionale scenderanno in campo preceduti da uno striscione con il claim della campagna “Quando guido io non scherzo”. Continua a leggere

Le rubano la carta d’identità,
Ryanair la lascia a terra

Ancora una volta Ryanair torna nell’occhio del ciclone. Dopo la provocazione di volere eliminare il secondo pilota e le toilette a pagamento, arriva puntuale un’altra polemica che coinvolge la compagnia aerea low cost irlandese. L’ennesimo scontro riguarda i documenti che Ryanair accetta per l’imbarco. Una diatriba che sembrava risolta dopo che la compagnia aveva accettato di imbarcare non solo i passeggeri in possesso di carta d’identità o passaporto, ma anche quelli con un regolare documento d’identità valido nella zona Ue/Eea. Polemica che si è riaccesa pesantemente in questi giorni, con il presidente dell’Enac, Vito Riggio, che si dice “indignato” per il comportamento di Ryanair che a Barcellona non ha permesso l’imbarco a una passeggera italiana alla quale era stata rubata la carta d’identità. Continua a leggere

Biocarburanti, fallimento europeo? Inquineranno più del petrolio

Altro che viva il bio, i biocarburanti inquineranno più della benzina e del gasolio. Lo rivela in un articolo Il Fatto Quotidiano. “Nel corso del prossimo decennio”, si legge, “il piano europeo di sviluppo dei biofuels produrrà danni enormi in termini di espropri di terra su scala mondiale determinando, al tempo stesso, livelli di inquinamento ben superiori a quelli che si avrebbero con i carburanti fossili. Lo rivela un rapporto reso pubblico dall’Institute for European Environmental Policy (Ieep), un’organizzazione indipendente dell’Unione cui nove diverse associazioni – ActionAid, Birdlife International, ClientEarth, European Environment Bureau, Fern, Friends of the Earth Europe, Greenpeace, Transport & Environment e Wetlands International – avevano commissionato la ricerca”. Continua a leggere

Calano le vendite di auto in Europa,
in Italia flessione del 18,9%

Settembre è stato un altro mese nero per il mercato dell’auto. Secondo i dati diffusi dall’Acea, le immatricolazioni di auto nuove in Europa (27 paesi Ue più quelli Efta) sono state 1.261.643, in calo del 9,2 per cento rispetto allo stesso mese del 2009 (1.389.211). È il sesto mese consecutivo che il mercato europeo chiude in rosso. Ancora peggiore la performance italiana: nel nostro Paese le immatricolazioni di settembre sono state 154.429, il 18,9 per cento in meno rispetto a un anno fa. Continua a leggere

Smog e piogge acide, le città italiane tra le peggiori d’Europa

C’è un triste primato europeo per l’Italia. Nella classifica continentale delle 30 città più inquinate, 17 su 30 sono sullo Stivale. La classifica comprende le città con aria inquinata, piogge acide, alta concentrazione di ozono e polveri sottili. Secondo i dati Istat raccolti dal database Airbase dell’Agenzia europea per l’ambiente, e ripresi da Epicentro dell’Iss in occasione della Settimana europea della mobilità, nel 2008 la prima delle 30 città con il livello più basso di qualità dell’aria è stata la bulgara Plovdiv, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia. Le più virtuose sono invece tutte concentrate nel Nord-Europa: Tallinn in Estonia, Stoccolma, Lund e Malmo in Svezia. Continua a leggere