CarPlay di Apple, il modo migliore per usare l’iPhone in auto in tutta sicurezza

SONY DSCApple aveva presentato in uno dei suoi recenti keynote le linee guida di iOS in the Car, un’edizione per l’auto del  suo sistema operativo. Tutto prende inizio con l’integrazione di Siri lanciato qualche anno fa, l’ormai famoso “assistente digitale” al quale far domande di vario genere per ottenere risposte direttamente dal proprio iPhone. Basta premere un tasto su iPhone, pronunciare la richiesta, attendere qualche secondo per le indicazioni. Da qui i progettisti Apple hanno affinato il progetto per renderlo compatibile e facilmente utilizzabile in auto, il posto dove sempre più spesso utilizziamo il nostro smartphone e dove ogni distrazione ha conseguenze pericolose. Continua a leggere

Pronto? Sono l’iPhone. Volevo dirvi che il mio proprietario ha avuto un incidente

Le doti dell’iPhone sono già tantissime. Ma il celebre smartphone potrebbe in futuro fare ancora di più, come salvare la vita di chi lo possiede intuendo se ha è stato vittima di un incidente stradale oppure un’aggressione. Come rileva il blog AppleInsider, Cupertino ha depositato un brevetto per una nuova tecnologia in grado di “capire” dai dati di sensori integrati nel melafonino se il suo possessore sta subendo un attacco “fisico”, dall’incidente in auto a emergenze mediche o aggressioni. Quando il sistema rileva il problema, spiega un’agenzia Ansa, dal dispositivo parte l’allerta per i soccorsi, via chiamata o altro mezzo di comunicazione. Continua a leggere

Le piste delle macchinine? Superate. L’evoluzione della specie è Anki Drive

Avete giocato anche voi con le piste di macchinine della Policar o della Polistil? Ebbene, quella era la preistoria delle piste. O meglio la storia, prima che Apple decidesse di mettersi nel business. Dal 23 ottobre sono disponibili al prezzo di 199 dollari, ma solo in Usa e in Canada, i modellini di Anki Drive. Si tratta di macchinine in grado di guidare da sole, comunicando con iPhone, iPad e tra di loro. Si muovono e si schivano in totale autonomia su una pista di vinile, grazie a una tecnologia che include piccole telecamere, Bluetooth e complessi algoritmi che permettono alle auto di decidere da sole cosa fare in pista.  Continua a leggere

Navigatore “pazzo”, due automobilisti finiscono sulla pista dell’aeroporto

Navigatori e smartphone traditori. In Alaska due diversi automobilisti, fedelissimi della tecnologia, seguendo alla lettera le indicazioni dei loro dispositivi di ultima generazione si sono trovati nel bel mezzo di una pista dell’aeroporto. “Abbiamo avuto due incursioni in pista il 6 e il 20 settembre”, ha spietato il direttore della comunicazione dell’aeroporto internazionale di Fairbanks, in Alaska.  Continua a leggere

In auto con Siri, sulle macchine General Motors si parlerà con l’iPhone

C’era una volta il vivavoce per il telefonino sulle auto. Ora sembra una cosa antica. General Motors, per esempio, ha deciso di portare il comando vocale di Apple direttamente sulle sue automobili. La notizia è stata pubblicata sul portale TMNews. Il colosso automobilistico americano sarà la prima azienda a integrare Siri ai veicoli, inaugurando la nuova modalità “Eyes Free”.

Continua a leggere

Ecco la Bmw X6 e l’Audi R8 che si guidano con l’iPhone: ma sono macchinine…

Pensate che bello avere una Bmw X6 o una serie 5, un’Audi Q7 o una R8 che si possano guidare dall’iPhone. La tecnologia fa passi da gigante e questo sogno è già realtà. Certo, non si tratta di automobili vere e proprie, bensì di modellini. Quattro macchinine della ditta iHelicopters controllabili da dispositivi iOS. Le dimensioni delle macchinine sono contenute, la più grande è lunga 25 centimetri. Le prestazioni sono state testate dal portale www.ispazio.net. Continua a leggere

Quanto è affidabile l’auto usata che vuoi comprare? Scoprilo grazie a un’App

Quando si vuole comprare un’auto usata ci si fanno sempre mille domande. Oltre al costo, ci si chiede come l’avrà tenuta il precedente proprietario o che difetti avrà? In pratica, quanto è affidabile. Domande a cui dà una risposta Dekra, una delle principali organizzazioni su scala mondiale specializzata nei servizi professionali e di consulenza per i settori automotive e industriale, che ha presentato di recente l’edizione 2012 del Rapporto sull’affidabilità dei veicoli usati. Per consentire agli automobilisti di conoscere con pochi click il livello di affidabilità di un’auto usata, il Rapporto Dekra è disponibile anche online all’indirizzo www.dekrareportusato.it e tramite App gratuite per smartphone e tablet con sistema operativo per Android, iPhone e iPad. Continua a leggere

Perdi l’auto nei grandi parcheggi? C’è un dispositivo che la ritrova per te

Una volta abbiamo scritto di un pensionato britannico che aveva dimenticato l’auto per mesi in un parcheggio (clicca qui). Un episodio che non sarebbe potuto accadere con Find My Car Smart, un dispositivo tramite il quale sarà possibile localizzare l’esatta posizione della propria auto in pochi secondi. Niente più panico, quindi, quando rientrerete negli autosilo e nei maxi parcheggi a raso. Continua a leggere

L’auto è sempre sotto controllo grazie a un’applicazione per iPhone

È stata aggiornata alla versione 4.0 l’applicazione per iPhone, iPod Touch e iPad, Kit Automobilista, ossia il programmino che permette di avere a portata di mano non solo numerose informazioni riguardanti i veicoli e la patente, ma anche diversi strumenti utili dedicati al calcolo del bollo o del passaggio di proprietà. Un’app davvero utile. Ecco le principali caratteristiche: Continua a leggere

Milano, i biglietti dei mezzi pubblici si pagheranno con il telefonino

Viaggiare sui mezzi pubblici – sui tram, sugli autobus o sulle metropolitane – utilizzando al posto del biglietto o dell’abbonamento il proprio telefonino. È una rivoluzione tecnologica quella che si aprirà dall’11 aprile, con la fase sperimentale, a Milano. Il progetto in questione, chiamato “Mobile Pass”, è frutto di un accordo tra Telecom Italia e Atm, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico milanese. Il servizio, dopo una sperimentazione di sei mesi, sarà progressivamente esteso a tutti i clienti Atm. E, successivamente, potrebbe coinvolgere i cittadini di tutta Italia. Continua a leggere