Soldi per chi cambia l’auto: la Regione Lombardia pensa agli incentivi

Incentivi per chi cambierà l’auto inquinante. La proposta arriva da Leonardo Salvemini, neo assessore all’Ambiente della Regione Lombardia. In un’intervista a Il Giornale, Salvemini indica alcune priorità per migliorare la qualità dell’aria: “Sarebbe bene tornare alla politica degli incentivi. Nel prossimo bilancio è assolutamente necessario che la Regione trovi il modo per finanziarli”. Continua a leggere

Auto elettriche, che flop: vendute 304 in un anno. E ora si parla di incentivi

Per molti sono la soluzione dei problemi legati all’inquinamento. Ma, almeno per ora, le auto elettriche sono delle mosche bianche. Il presente è rappresentato da dati molto bassi. Nel mondo, infatti, nel 2011 sono state immatricolate solamente 58mila vetture elettriche, in Europa meno di 11mila e in Italia solamente 304. Nei primi quattro mesi del 2012, invece, secondo i dati dell’Unrae le vetture elettriche vendute nel nostro Paese sono state 163, in crescita dell’87,36 per cento rispetto allo stesso periodo del 2011.    Continua a leggere

Mezzi ecologici, per chi passa al metano o al Gpl incentivi fino a 1.000 euro

Dal 1° marzo saranno nuovamente attivi gli incentivi per l’installazione di impianti a metano o a Gpl per le autovetture private di proprietà dei cittadini residenti negli oltre 630 Comuni italiani aderenti alla convenzione Icbi (Iniziativa carburanti a basso impatto), tra cui Roma, Milano e Napoli. “L’iniziativa”, spiega proprio l’assessorato alla Mobilità del Comune di Napoli, “si integra nei progetti del Comune che favoriscono la diffusione di carburanti a basso impatto ambientale, la riduzione del traffico e dell’inquinamento nelle città, obiettivi da raggiungere attraverso un maggiore controllo dell’accesso delle auto ai centri urbani e con la diffusione di veicoli a basse emissioni in sostituzione di quelli circolanti di vecchia immatricolazione”. Continua a leggere

5.000 euro di incentivo dal Governo per chi acquisterà un’auto elettrica entro il 2012

Auto elettriche troppo care? Dal 2012 potrebbe non essere più così. Martedì le commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera hanno infatti adottato un testo base per garantire una serie di incentivi a chi acquisterà un’auto elettrica. Il testo, che andrà all’esame dell’Aula dopo la pausa estiva e potrebbe presto diventare legge, prevede un incentivo fino a 5.000 euro per le auto acquistate entro il 2012. Il bonus dovrebbe poi scendere a 3.000 euro per il 2013, 2.000 per il 2014 e 1.000 euro per il 2015. Continua a leggere

Vuoi comprare un’auto nuova? Sbrigati, è in arrivo il salasso Ipt

Il mercato dell’auto, è noto, non sta vivendo un buon periodo. Dopo la boccata d’ossigeno arrivata con gli incentivi rottamazione, le vendite hanno iniziato a fare registrare drastici cali. Da più parti i costruttori chiedono aiuto al governo. Ma quello che molti non sanno è che presto arriverà un’altra mini-stangata su chi vuole comprare un’auto nuova. Chi, infatti, ha in programma un acquisto a breve sappia che l’Ipt, l’Imposta provinciale di trascrizione, una delle entrate fiscali delle amministrazioni provinciali, aumenterà in modo astronomico: in alcuni casi i rincari, denunciano le associazioni a tutela dei consumatori, potrebbero sfiorare il 700 per cento. Continua a leggere

Auto elettriche, l’accusa dell’Unrae: “L’Italia brilla per la sua assenza”

“Con il Piano Merkel, approvato in questi giorni dal Governo tedesco (clicca qui per leggere la notizia), praticamente tutta l’Europa ha messo a punto coordinati programmi di incentivazione per lo sviluppo dei veicoli elettrici. Solo l’Italia brilla per la sua assenza e ha una posizione divenuta sempre più difficile da comprendere”. Con queste parole Gianni Filipponi, direttore generale dell’Unrae, l’associazione delle case costruttrici estere, chiede all’Italia un’inversione di rotta. Continua a leggere

Il piano della Merkel: la Germania si muoverà con le auto elettriche

Due miliardi di euro, il doppio di quanto previsto fino ad ora, per le attività di ricerca e sviluppo delle auto elettriche. È questa la somma che ha deciso di stanziare il cancelliere tedesco, Angela Merkel, per permettere alla Germania di conquistare la leadership del mercato mondiale delle auto elettriche entro il 2020. L’obiettivo è quello di avere un milione di auto elettriche sulle strade del Paese entro il 2020 e altri cinque milioni entro il 2030. Continua a leggere

Auto elettrica, gli italiani la vogliono comprare. A patto che…

Per ora sono delle rarità, ma in futuro le città d’Italia potrebbero essere piene di auto elettriche. Tre italiani su quattro stanno infatti prendendo in esame la possibilità di passare a un veicolo a zero emissioni. Per farlo, però, ritengono fondamentale la presenza di incentivi in favore della vendita di auto “verdi”, come previsto dall’Ue che entro il 2030 intende ridurre del 50 per cento le auto convenzionali favorendo il mercato delle green car. Il dato emerge dal Dealer Day di Veronafiere. Continua a leggere

Altro che ripresa, ad aprile il mercato dell’auto resta nel baratro

Era considerato il mese cruciale per capire se il mercato dell’auto si stava riprendendo. Finiti i confronti con un mercato “drogato” dagli incentivi, dal mese che si è appena concluso in molti si aspettavano segni di rinascita. Invece, tra la sorpresa di molti analisti, è arrivato un calo del 2,24 per cento. Un altro segno meno, il 13° consecutivo, ancora più grave perché confrontato con un aprile 2010 particolarmente debole. I dati sono decisamente preoccupanti, con il numero di  immatricolazioni (157.309) più basso da 16 anni, dal 1995. Continua a leggere

Al via il salone di Shanghai: Ferrari e 500 alla conquista della Cina

Mentre l’Europa si lecca le ferite, in Cina il mercato dell’auto vive un periodo d’oro. Proprio per questo il Salone di Shanghai aperto martedì mattina al New International Expo Centre di Longyang Road e giunto alla 14ª edizione è un appuntamento molto atteso. Dall’ultima edizione, quella del 2009, la Cina ha superato anche gli Stati Uniti per numero di veicoli venduti. E, lo scorso anno, c’è stato un incremento del 59 per cento delle vendite. Un trend che il governo non vuole fermare, visto che ha annunciato un pacchetto di provvedimenti per stimolare ulteriormente la domanda: tra le misure pensate da Pechino il taglio sulle tasse per la rottamazione dei veicoli di piccole dimensioni, sussidi per i commercianti e per gli agricoltori che vogliono acquistare veicoli. Continua a leggere