Autotrasporto, da Fai e Anita arriva un secco no allo sciopero

La Federazione Autotrasportatori Italiani non aderirà allo sciopero di cinque giorni indetto da Trasportounito a partire dal 16 maggio. La Fai intende infatti perseguire la strada del dialogo con il Governo. “C’è la comprensione e la consapevolezza da parte della Fai”, spiega il segretario nazionale, Pasquale Russo, che il settore sta vivendo un momento di difficoltà oggettiva e rispetta le imprese che hanno deciso di adottare questo tipo di protesta. Tutte le altre associazioni di trasporto, compresa la Federazione degli Autotrasportatori Italiani, non attueranno alcun fermo”. Continua a leggere

Rc auto, tariffe e stato delle strade: il 20 maggio un convegno a Genova

“Trasporto su strada: assicurazione e costi collettivi”: è questo il titolo del convegno organizzato dall’Unione Europea Assicuratori (Uea) per rilanciare il dibattito sui costi assicurativi a partire dallo stato delle infrastrutture. Venerdì 20 maggio a Genova si confronteranno istituzioni, assicuratori, imprese, consumatori ed esperti per delineare lo stato dell’arte del trasporto su strada nel nostro Paese e mettere in comune esperienze, criticità e proposte. Continua a leggere

Ecobonus, un mese per le domande Fai Sicilia: “E i rimborsi del 2009?”

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 aprile il decreto che proroga l’Ecobonus per i trasporti combinati strada-mare effettuati nel 2010. “Con la proroga dell’Ecobonus”, commenta il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino, prosegue l’incisiva azione del governo per rilanciare il settore dell’autotrasporto, anche promuovendo l’intermodalità e le vie del mare. Con questa ulteriore azione, che si affianca alle numerose altre messe in campo negli ultimi mesi”, aggiunge Giachino in una nota, “ci auguriamo che le imprese di autotrasporto, soprattutto quelle delle aree meridionali del Paese, possano proseguire nel cammino intrapreso di rilancio della propria competitività, pur in un periodo di pesante crisi del mercato”. Continua a leggere

Prezzi alle stelle per i traghetti, la Sardegna ricorre all’antitrust

La Regione Sardegna ha deciso di ricorrere all’antitrust contro le tariffe praticate dalle compagnie di navigazione per i collegamenti con la terra ferma. I prezzi per raggiungere l’isola dai porti principali come Genova, Livorno e Civitavecchia sono raddoppiati. Una situazione che ha spinto la Giunta regionale a ricorrere all’antitrust. “Vogliamo tutelare gli interessi dei sardi, dei visitatori e delle nostre imprese”, spiega il governatore Ugo Cappellacci. Continua a leggere

Via libera alla Pedemontana: “Buona parte pronta per l’Expo”

È arrivato mercoledì mattina il via libera definitivo alla Pedemontana, l’infrastruttura lombarda che collegherà tra di loro cinque province: Bergamo, Monza e Brianza, Milano, Como e Varese.  Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha infatti firmato l’atto aggiuntivo alla Convenzione CAL/Pedemontana, che adotta il piano Economico Finanziario del progetto definitivo approvato dal Cipe, cioè l’ultimo tassello ufficiale per la prosecuzione e il completamento della grande infrastruttura lombarda. L’approvazione di tale atto – spiega Regione Lombardia in una nota – mantiene invariato il valore di subentro, che resta pari a 1.290 milioni di euro al termine della concessione nel 2044, scongiurando così l’ipotesi di forti aumenti dei pedaggi autostradali. Continua a leggere

Palenzona sulle infrastrutture: il Paese non cresce, aprire il mercato

“Nel nostro Paese non si vive, da anni, in una dimensione di crescita. Troppo spesso ogni scelta risponde più a considerazioni legate a interessi del momento che a esigenze concrete e reali di crescita, di cui la maggior parte si disinteressa totalmente”. Lo ha scritto Fabrizio Palenzona (nella foto), presidente onorario di Conftrasporto, in un intervento sul quotidiano Il Sole 24 Ore di martedì 8 febbraio, dedicato alle infrastrutture. Continua a leggere

A4, posata la prima pietra per
la terza corsia tra Venezia e Trieste

È stata posata mercoledì a Quarto d’Altino la prima pietra della terza corsia dell’A4 tra Venezia e Trieste, fondamentale soprattutto per supportare l’incremento del traffico pesante che fa registrare il passaggio di 160mila veicoli al giorno. Per realizzare la terza corsia sono previsti investimenti per 2,3 miliardi di euro. Il governo non metterà soldi, visto che ci penseranno le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia a finanziare l’opera attraverso la concessionaria Autovie Venete. Continua a leggere

Il rammarico di Anita e Unatras: “Si poteva raggiungere un’intesa”

L’accordo tra i sindacati e alcune associazioni datoriali per il rinnovo del contratto collettivo della logistica siglato oggi non riguarda il trasporto merci. Come vi abbiamo anticipato, è infatti saltato questa notte l’accordo tra le imprese d’autotrasporto e le organizzazione sindacali. In un comunicato stampa congiunto, Unatras e Anita, che rappresentano la quasi totalità delle imprese di autotrasporto, esprimono “forte rammarico per la rottura della trattativa nonostante vi fossero le condizioni per raggiungere un’intesa”. Continua a leggere

Marcegaglia e Sangalli contro
il Sistri: “Sospendere le sanzioni”

Il Sistri continua a fare parlare di sé. Questa volta scendono in campo Confindustria e Rete Imprese Italia (Confcommercio, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confesercenti) che in una lettera dei presidenti Emma Marcegaglia e Carlo Sangalli al ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ribadiscono “la necessità e l’urgenza di sospendere per dodici mesi le sanzioni”, per “consentire alle imprese di adeguarsi alle nuove complesse procedure e attuare gli interventi sul sistema informatico e gestionale indispensabili per operare nel rispetto delle disposizioni di legge”. Continua a leggere

Salta la presentazione del Sistri
L’Asstri: “Segnalateci le anomalie”

È stata annullata la conferenza stampa di presentazione del Sistri, prevista per oggi 1 dicembre e già rinviata la scorsa settimana. “La pressione dell’Asstri-Conftrasporto”, si legge in un comunicato stampa, “produce i primi risultati e il Ministero dell’Ambiente (nella foto il ministro Stefania Prestigiacomo) è costretto ad annullare la conferenza stampa di presentazione e illustrazione del nuovo sistema telematico di controllo e tracciabilità dei rifiuti”. Continua a leggere