Vendite di camion a picco in estate. A luglio e agosto crolla il mercato, ma il 2017 resta positivo

Estate di vacanza per il mercato dei veicoli commerciali e industriali. Secondo i dati resi noti da Acea, l’associazione dei costruttori europei, a luglio e agosto 2017 in Italia le immatricolazioni sono diminuite rispettivamente dell’11,7 e del 22,9 per cento rispetto a un anno fa. Tuttavia, il bilancio del 2017 continua ad essere positivo: le immatricolazioni da gennaio ad agosto sono state 132.430, il 2,2 per cento in più rispetto alle 129.605 del periodo gennaio-agosto 2016. Continua a leggere

C’è un’Italia che traina l’Europa, crescono ancora le immatricolazioni di auto

Il mercato europeo dell’auto è in crescita da quasi tre anni. Sono infatti 34 i mesi consecutivi con il segno più. A giugno però le percentuali non sono così entusiasmanti. Secondo i dati dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei, le immatricolazioni sono state 1.507.303, il 6,5 per cento in più dello stesso mese 2015. Nel primo semestre dell’anno sono state consegnate 8.090.870 vetture, pari a un incremento del 9,1 per cento sull’analogo periodo dell’anno scorso. Continua a leggere

Crisi dell’auto, strage di concessionarie: nel 2017 ne resteranno solo 1.500

Ci saranno sempre meno concessionarie di auto. Secondo quanto emerge da un’indagine presentata mercoledì all’Automotive Dealer Day dai ricercatori di Quintegia, nel 2017 in Italia resteranno aperte 1.500 concessionarie auto, meno della metà rispetto al 2002 quando erano 3.450. Anche i mandati si ridurranno drasticamente: dai 4.330 di 10 anni fa diventeranno 2.800. Riguardo ai mandati Fiat, in 10 anni sono scesi da 370 a 270, ma per una previsione futura attendibile si dovrà attendere il giugno 2013, quando scadranno i contratti tra la Casa madre e i dealer Fiat italiani. Continua a leggere

In Svizzera niente crisi per l’auto: vendite in crescita e prezzi in calo del 15 per cento

Se cercate la crisi dell’auto non andate in Svizzera, dove nel 2011 si è registrato un picco di vendite di veicoli grazie ai prezzi in discesa: lo scorso anno infatti sono stati venduti 1,1 milioni di veicoli. Il 4,7 per cento in più rispetto al 2010. “Non accadeva da 13 anni”, commenta sul Corriere del Ticino l’Unione professionale svizzera. Le vetture nuove vendute sono state 319mila, in crescita su un anno dell’8,4 per cento. Per i veicoli usati, si è assistito a un incremento del 3,5 per cento a 802mila unità. Continua a leggere

Settore dell’auto in crisi in Europa, ma quasi tutti stanno meglio dell’Italia

A ottobre il mercato europeo dell’auto ha registrato, con 1.044.825 immatricolazioni, una contrazione dell’1,4 per cento rispetto allo stesso mese del 2010. Secondo quanto comunicato dall’Acea, l’associazione dei costruttori europei, nei primi dieci mesi dell’anno le immatricolazioni sono state 11.505.000, in flessione dello 0,9 per cento. “Dall’inizio dell’anno”, ha commentato Gianni Filipponi, direttore generale dell’Unrae, l’associazione che rappresenta le case estere operanti in Italia, “è la sesta volta che il saldo europeo delle vendite mensili chiude in negativo, segno evidente dell’andamento altalenante della domanda e delle difficoltà incontrate dal comparto, alle prese con un quadro economico negativo, che influisce sui bilanci delle famiglie, suggerendo in molti casi il rinvio di una spesa importante come l’acquisto di una nuova automobile. Il segnale più evidente di questa contrazione degli acquisti è dato dalla riduzione delle immatricolazioni ai privati, registrata in Italia, Francia, Gran Bretagna e Spagna”.  Continua a leggere

Mercato dell’auto, la crisi prosegue: immatricolazioni in calo del 5,7 per cento

Auto nuove o usate, il mese di settembre non è stato certo indimenticabile. In pochi, infatti, anche a causa dell’aumento dell’Iva al 21 per cento e della crescita dell’Ipt si sono recati dai concessionari per un acquisto. La Motorizzazione, in base ai dati raccolti dal Ministero dei Trasporti, ha immatricolato nel mese di settembre 2011, 146.388 autovetture, con una variazione di -5,70 per cento rispetto a settembre 2010, quando furono immatricolate 155.231 automobili. Nello stesso periodo ha registrato 375.747 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -3,63 per cento rispetto a settembre 2010, quando furono registrati 389.900 trasferimenti di proprietà.  Continua a leggere

Cresce il mercato dell’auto in Europa, ma è solo la Germania che può sorridere

Trainato dal boom di immatricolazioni della Germania, il mercato dell’auto in Europa ha fatto segnare ad agosto una crescita del 7,8 per cento (787.435 unità contro le 730.646 di un anno fa). È, come sottolinea l’Acea, il terzo mese di crescita del 2011. A luglio, invece, il mercato aveva fatto segnare un calo dell’1,9 per cento. Come anticipato, la parte del leone la fa la Germania, che già a luglio era stato l’unico tra i principali mercati a far segnare una crescita (+9,9 per cento). Ad agosto, invece, tutti i cinque mercati più importanti hanno chiuso in positivo: la Germania  con +18,3 per cento (237.561 unità), la Francia con +3,1 per cento (a 108.462), Italia +1,5 per cento (a 70.307), Gran Bretagna +7,3 per cento (a 59.346) e Spagna +5,9 per cento (47.224).  Continua a leggere

Il mercato dell’auto riparte, ma su 100 vetture vendute ad agosto 78 sono usate

Eppur si muove. Il mercato dell’auto torna a fare segnare il segno positivo sul fronte delle vendite, almeno se rapportato al 2010. Ad agosto 2011, la Motorizzazione ha immatricolato in tutta Italia 70.307 autovetture, con una variazione di +1,51 per cento rispetto ad agosto 2010, quando furono immatricolate 69.262 autovetture. Nello stesso periodo ha registrato 257.087 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +12,25 per cento rispetto ad agosto 2010, quando furono registrati 229.022 trasferimenti di proprietà.  Continua a leggere

Che successo la Citroën DS3, consegnata a Roma l’auto numero 100mila

Quota 100mila. Citroën DS3 ha superato la cifra simbolica consegnando l’esemplare 100mila, nella versione Just Black, proprio in Italia. L’auto è stata lanciata a marzo 2010 e ha subito stregato il pubblico, soprattutto quello italiano. Il nostro Paese rappresenta infatti il secondo mercato mondiale per la Citroën DS3 dopo la Francia, con più di 10.000 contratti registrati dal lancio. Un‘ottima performance che si mantiene anche nei primi sei mesi del 2011, in quanto le immatricolazioni sono aumentate del 46 per cento. Continua a leggere

Vecchie concessionarie Fiat addio, arriva il progetto “Rete Italia”

Concessionari Fiat addio. Arriva una vera e propria rivoluzione, l’ennesima dell’era Marchionne. Gli attuali concessionari stanno infatti ricevendo una lettera con la disdetta degli attuali contratti di concessione. Il preavviso è di 2 anni. Fiat Group Automobiles S.p.A ha avviato il progetto “Rete Italia”, per lo sviluppo di un nuovo modello distributivo sull’intera rete di vendita e assistenza Fiat, Alfa Romeo, Fiat Professional e Abarth. Continua a leggere