Peruviani ubriachi in auto provano a corrompere i carabinieri e poi li aggrediscono: arrestati

Si è messo al volante decisamente ubriaco, una volta fermato ha cercato di corrompere i carabinieri e poi li ha aggrediti. Nella notte tra domenica e lunedì, i carabinieri del Nucleo radiomobile di Milano hanno arrestato in via Novara una coppia di peruviani fermata durante un controllo della circolazione stradale. L’uomo al volante, un 46enne, “era in evidente stato di ebbrezza”, spiegano i carabinieri, e “dopo essersi rifiutato di sottoporsi alla prova dell’etilometro, ha insistito, spalleggiato dalla donna, affinché gli operanti accettassero del denaro per evitare che procedessero alla sua denuncia”. Continua a leggere

Fa freddo e c’è tanta umidità? I risultati dell’alcoltest non sono attendibili

Se fa freddo e c’è umidità, i dati dell’alcoltest non sono validi. Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, ottava sezione penale, che con la sentenza n. 8463/2015 ha assolto un automobilista dal reato di guida in stato di ebbrezza perché “il fatto non sussiste”. L’uomo era stato fermato a gennaio, alle prime ore del mattino, e sottoposto all’alcoltest dai carabinieri. Secondo i militari l’automobilista aveva “occhi lucidi e alito vinoso”. Continua a leggere

Camionista dorme mentre guida: è questa la sicurezza che vogliamo sulle strade?

Dedicato a chi  finge di non sentire (committenti interessati solo a spendere il meno possibile e chissenefrega della sicurezza; politicanti alle prese con “cose più importanti”…) ogni qual volta le associazioni di autotrasporto si battono perché alla guida dei tir ci siano professionisti del volante, persone in grado di garantire sicurezza a chi viaggia con loro su strade e autostrade:un camionista bulgaro s è addormentato al volante del camion, in mezzo alla carreggiata, bloccando la strada alle auto che non riuscivano più a superare l’ingombrante ostacolo e ha creato il caos in via Enriques a Livorno. E’ avvenuto nella notte tra sabato e domenica ed è successo dopo che l’uomo aveva decisamente esagerato con gli alcolici. Continua a leggere

Movida di Napoli, il conto dei carabinieri è salato: multe per 178mila euro

Multe, auto senza assicurazione, giovani che guidano senza patente. Nel fine settimana i carabinieri di Napoli hanno controllato le zone della movida di piazza Bellini, via Toledo, Quartieri Spagnoli e quartiere Chiaia. I risultati sono impressionanti: 174 infrazioni al Codice della strada per un ammontare compressivo di circa 178mila euro, 11 giovani denunciati perché guidavano auto e scooter senza aver mai preso la patente. Continua a leggere

Omicidio stradale, Cucca vuola la revoca della patente e pene accessorie più gravi

Revoca della patente e non soltanto la sospensione, oltre a pene accessorie più gravi per chi continua a guidare in stato di ebbrezza. Sono alcuni dei cardini dell’emendamento presentato dal senatore del Pd Giuseppe Cucca, relatore del disegno di legge sull’omicidio stradale. Ieri, “è scaduto il termine per la presentazione degli emendamenti in commissione Giustizia al ddl che prevede il reato dell’omicidio stradale e quello di lesioni personali stradali. In particolare, ho presentato un emendamento per sostituire la sospensione della patente con la revoca e dunque al termine del periodo fissato dal giudice, che andrà da un minimo di 5 a un massimo di 12 anni, sarà possibile sostenere nuovamente gli esami necessari per conseguire la patente di guida”, afferma in una nota Giuseppe Cucca. Continua a leggere

Controlli sulle strade, in un anno decurtati 2 milioni di punti e ritirate 60mila patenti

Sono più di 60mila le patenti ritirate nel 2014 dalla Polizia stradale e dai carabinieri. Le carte di circolazione ritirate sono state circa 62mila e i punti decurtati 2.047.081. È tempo di bilanci per la Polizia che illustra l’attività svolta nell’anno appena concluso. “Meno incidenti e meno vittime sulle strade italiane nel 2014 rispetto all’anno precedente “, si legge in un comunicato. In totale, sono state accertate 1.849.219 infrazioni al Codice della strada. Continua a leggere

In Romagna non si beve, nessun ubriaco tra i 50 automobilisti controllati

Siamo abituati a scrivere di record negativi per gli automobilisti alle prese con l’etilometro. Ma questa volta a fare notizia sono i quasi cinquanta (47 per la precisione) conducenti di auto fermati in Romagna dalle polizie municipali di Cesena-Montiano, Cesenatico, San Mauro Pascoli e dell’Unione Vallesavio (Bagno di Romagna, Verghereto, Mercato Saraceno). Gli agenti hanno agito tutti con l’alcoltest nella stessa fascia oraria e sulle strade principali del territorio. Continua a leggere

Provoca tre incidenti in cinque minuti e scappa, arrestato un tunisino a Genova

È riuscito a causare tre incidenti stradali nel giro di appena cinque minuti. Nei giorni scorsi un 38enne tunisino alla guida ubriaco di un furgone ha seminato il panico tra le strette vie di Sestri Ponente, a Genova. Scappando sempre dopo gli incidenti. Solamente le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Cornigliano sono riuscite a fermarlo. I primi a fare i conti con le sue non brillanti doti d’autista, spiega la Polizia in una nota, sono stati cinque motocicli posteggiati in via Ginocchio, urtati e scaraventati a terra. Una volta in via Ciro Menotti il pilota ha tamponato uno scooter, facendo cadere a terra i due giovani occupanti (medicati al pronto soccorso e dimessi con prognosi di sette e cinque giorni). A nulla sono valse le rimostranze di questi ultimi che hanno inutilmente tentato di far fermare l’uomo che, dopo aver urlato loro delle frasi incomprensibili, ha ripreso la marcia.  Continua a leggere

Alla guida dopo aver bevuto? Dalla multa all’arresto, ecco cosa prevede la legge

Cosa prevede le legge per viene trovato alla guida dopo aver bevuto? Iniziamo dicendo che è di 0,5 grammi per litro il limite di alcol nel sangue ammesso per mettersi al volante. Se tale limite viene superato si perdono 10 punti della patente, con pene accessorie a seconda dei valori. Con il tasso tra 0,5 e 0,8 g/l c’è un’ammenda da 500 a 2000 euro e la sospensione della patente da tre a sei mesi. Tra 0,8 e 1,5 g/l è prevista un’ammenda da 800 a 3200 euro, l’arresto fino a sei mesi e la sospensione della patente da sei mesi a un anno. Chi supera 1,5 g/l ha un’ammenda da 1500 a 6000 euro, oltre all’arresto da sei mesi a un anno, alla sospensione della patente da uno a due anni, e al sequestro preventivo del veicolo. Continua a leggere

Alcol al volante, se superi i controlli i carabinieri ti regalano un etilometro

Cento incidenti e cinque morti ogni giorno. Le strade extraurbane si confermano le più pericolose d’Italia, con oltre 35mila incidenti che causano oltre il 48,2 per cento del totale dei decessi per incidenti stradali in Italia. Per arginare questo fenomeno e rendere più sicure alcune tra le principali arterie italiane, la Fondazione Ania per la sicurezza stradale e l’Arma dei carabinieri hanno lanciato la terza edizione del progetto “Adotta una strada”. Continua a leggere