Le fabbriche producono merci, ma senza logistica e trasporti resteranno nei magazzini

Avrebbe dovuto essere il governo dei professori, dei tecnici, il governo di coloro insomma in grado di capire i reali problemi del Paese e di trovare le soluzioni. Di fare, in altre parole, quello che i “politici” erano apparsi moltissime volte incapaci di fare. A distanza di anni, invece, il Governo guidato dall’ex presidente del Consiglio Mario Monti continua a essere citato per la propria “incapacità” ad affrontare, e dunque risolvere, i problemi del Paese. È avvenuto anche al 2° Forum internazionale di Conftrasporto ospitato a Villa d’Este dove il nome del professor Monti è tornato a far capolino, citato dal presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, come colui che “ha cancellato la Consulta per la logistica, organismo che non costava e che era indispensabile, oggi come allora, per realizzare un piano strategico per la mobilità e la logistica”. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, c’è chi dice no. Conftrasporto invece dice sì: “Opportunità di crescita”

Come canterebbe Vasco Rossi, c’è chi dice no. E sono in molti. Ma c’è anche chi al progetto del ponte sullo Stretto di Messina dice sì. È Paolo Uggé, presidente di Conftrasporto, che in merito alle dichiarazioni del premier Matteo Renzi che hanno riaperto il dibattito sull’utilità o meno della nuova infrastruttura, l’ha definita “una scelta giusta”, definendo “un errore quello compiuto in passato dal Governo Monti, che sospese il piano. È bene che si riprenda il filo del discorso”, ha commentato Paolo Uggè, “il ponte sullo Stretto sarebbe una grande opportunità di crescita collegando un popolo da sempre tagliato fuori dal resto del Paese.   Continua a leggere

Superbollo addio? Il viceministro Casero: “È stato un grave errore metterlo”

Il superbollo potrebbe essere eliminato. “È una delle idee sul tavolo” per sostenere il settore dell’auto, ha detto il viceministro dell’Economia, Luigi Casero, in occasione del convegno Missione mobilità. Il superbollo, introdotto dal governo Monti, ”è stato sbagliato metterlo e costa pochissimo toglierlo” ha aggiunto Casero sottolineando che ”il settore dell’auto è trainante per cui è fondamentale un’azione di sostegno”. Continua a leggere

Autorità dei Trasporti, questa sconosciuta: c’è da gennaio, ma mancano le nomine

Da gennaio di quest’anno è istituita per legge l’Autorità di regolazione dei Trasporti, ma ad oggi non è ancora funzionante. Manca l’accordo sulle nomine del direttivo. Eppure per favorire la concorrenza e la crescita del settore – si legge sul portale Agenparl.it – se ne sentirebbe il bisogno, soprattutto nel momento in cui la recessione morde l’economia nazionale. Continua a leggere

“Accise sulla benzina, il governo Monti penalizza la mobilità individuale”

Il Governo Monti continua nella politica di penalizzazione della mobilità individuale nonostante le promesse fatte su temi decisivi. È quanto afferma la Compagnia dell’Automobile, libera associazione senza fine di lucro, animata da un gruppo di giornalisti del settore per tutelare il cittadino automobilista e l’auto nei suoi valori sociali, economici, tecnici e di libertà. È il caso, afferma la Compagnia dell’Auto, di quanto compare nell’articolo 12, comma 13 della Legge di Stabilità, dove si recita ”A decorrere dal primo gennaio 2013 restano confermate le aliquote di accisa stabilite con la determinazione del direttore dell’Agenzia delle dogane numero 88789 del 9 agosto 2012”. Continua a leggere

Auto blu, dopo le proteste interviene il governo: “Nel 2012 non ne compriamo”

“Il governo non acquisterà nuove auto blu nel 2012 e auspica, per le amministrazioni territoriali, l’adozione di un’analoga impostazione”. Con una nota ufficiale Palazzo Chigi cerca di bloccare le polemiche. Tutto era nato dalla notizia del bando da dieci milioni affidato alla Consip per l’acquisto di “berline medie” da utilizzare nelle amministrazioni pubbliche, che ha scatenato proteste e polemiche soprattutto sul Web. Con il comunicato il governo spiega che non solo non comprerà nessuna auto nuova quest’anno, ma che il bando serve solo a stipulare un accordo quadro e che i dieci milioni non verranno necessariamente spesi. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, si fa oppure no? La decisione definitiva entro un mese

“Io ho l’incarico di fare il ponte. Mi rimetto a quello che decide il governo, ma naturalmente sarei più contento di farlo”. Fa discutere la dichiarazione dell’amministratore unico della Stretto spa, Pietro Ciucci (nonché amministratore unico dell’Anas), rilasciata nei giorni scorsi. Tra un mese il governo Monti dovrebbe infatti decidere sulla grande opera che potrebbe unire la Calabria e la Sicilia. In un clima di tagli generali in pochi credono però ancora nel ponte.  Continua a leggere

Il Governo salva lo sconto benzina, pieno meno caro nelle zone di confine

Il Governo Monti salva lo “sconto benzina”. L’esecutivo italiano inserirà nel decreto fiscale che sarà approvato la prossima settimana gli sconti benzina per le regioni confinanti con Slovenia, Austria e Svizzera. Lo hanno reso noto i senatori del Pdl Ferruccio Saro e Alessio Butti. Il primo aveva proposto un emendamento relativo alla situazione in Friuli Venezia Giulia e il secondo per Lombardia e Piemonte. I parlamentari, nel ricordare la forte perdita di gettito fiscale causato dai cittadini che andavano a fare il pieno nei Paesi confinanti, avevano proposto un emendamento per invitare il Governo a prendere provvedimenti.  Continua a leggere

Trasporto locale, la ricetta di Passera: far nascere grandi operatori privati

Nel trasporto pubblico locale “faremo di tutto perché possano nascere grandi operatori di mercato dalle aziende locali”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture, Corrado Passera, durante un convegno a Milano, sottolineando che “non c’è combinazione assoluta privato-buono pubblico-cattivo, però l’abnorme diffusione delle proprietà pubbliche di aziende locali è da superare”. Passera ha spiegato che il trasporto pubblico locale è uno dei settori che il Governo sta passando in rassegna per le prossime liberalizzazioni.  Continua a leggere

Autostrade più care con il nuovo anno, previsti aumenti dal 3,5 al 5 per cento

Il governo Monti sta preparando l’ennesima stangata per gli automobilisti. Il decreto interministeriale di prossima pubblicazione dovrebbe infatti accogliere le richieste delle società concessionarie delle autostrade riguardo gli aumenti. I pedaggi vengono adeguati ogni anno secondo un sistema complesso, calcolato tenendo conto dell’inflazione e degli investimenti effettuati. Quindi, nulla di inatteso. Dopo la benzina e il gasolio, questo nuovo balzello si trasforma in una vera e propria vessazione per chi in autostrada è obbligato a viaggiare, come gli autotrasportatori, per esempio.  Continua a leggere