Convenzioni delle Alpi, Giachino: “Positivo il voto del Senato sul protocollo trasporti”

Con 240 voti favorevoli, un contrario e 4 astenuti, giovedì 21 marzo il Senato ha dato il via libera alla Convenzione delle Alpi escludendo il protocollo trasporti. Soddisfatto l’ex sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino (nella foto), che ha ricordato come sia stata importante la presa di posizione del Governo Berlusconi che già a ottobre alla Camera aveva votato per l’esclusione del protocollo trasporti dalla Convenzione delle Alpi. “Il protocollo trasporti”, ha detto Giachino, “essendo ispirato al principio del contenimento del traffico alpino, senza aver ancora realizzato i trafori ferroviari, tra cui la Tav, penalizzerebbe economicamente solo il nostro Paese”. Continua a leggere

Calabria, inaugurata la variante di Montegiordano della statale Jonica

Da lunedì mattina la Calabria ha nuove strade. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha infatti partecipato alla cerimonia di inaugurazione di due nuove infrastrutture: due tratti della statale 182 “Trasversale delle Serre” e la variante di Montegiordano della statale 106 Jonica definita da Matteoli “un’opera prioritaria che accorcia la distanza tra nord e sud. Di tutte le opere che sono state approvate dal Cipe nei tre anni di Governo Berlusconi”, ha aggiunto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, più del 40 per cento riguardano il Mezzogiorno. Le due opere fondamentali per la Calabria, e cioè l’autostrada Salerno-Reggio Calabria e la statale 106 Jonica, stanno procedendo. Sulla A3 i lavori, come previsto, termineranno nel 2013. Per quanto riguarda la statale 106 Jonica, che è un’opera fondamentale, per realizzarla tutta necessitano circa 15 miliardi. Allo stato abbiamo solo 2,4 miliardi. Naturalmente proseguiremo con lotti funzionali e man mano che finisce un’infrastruttura la apriremo al pubblico”. Continua a leggere

A1, anche la Lega Nord chiede
la quarta corsia tra Piacenza e Lodi

Il consigliere regionale leghista dell’Emilia-Romagna, Stefano Cavalli, ha presentato una risoluzione che impegna la giunta ad attivarsi, insieme con le Province di Piacenza e di Lodi e alla Regione Lombardia, per programmare la realizzazione della quarta corsia dell’autostrada del Sole tra Piacenza e Lodi. Cavalli scrive come tra Bologna e Milano rimarrà a tre corsie e quindi scoperto solo il tratto che dal casello di Piacenza Sud arriva a Lodi. Il consigliere afferma che la realizzazione integrale della quarta corsia porterà vari benefici, fra cui la riduzione dei tempi medi di percorrenza. Quella tra Piacenza e Lodi potrebbe essere infatti una strozzatura pericolosa per la grande viabilità del Nord Italia. Continua a leggere

Autostrade per l’Italia realizzerà
il telepass per i camion francesi

Autostrade per l’Italia sbarca in Francia per realizzare una sorta di telepass transalpino, un sistema che tra due anni farà pagare, via satellite, tutti i camion che circolano sulle strade francesi non ancora a pagamento. Ma la campagna transalpina non è l’unica novità per il gruppo Atlantia dei Benetton, che ha vinto la gara bandita dall’Anas “per far pagare il pedaggio su 800 chilometri di raccordi autostradali”, come si legge sul quotidiano Repubblica. Continua a leggere

La strage di Lamezia, è giusto
che l’omicidio sia solo colposo?

Gli avevano ritirato la patente sette mesi fa per un sorpasso in curva che, solamente per un colpo di fortuna, non aveva provocato gli stessi drammatici danni che ha invece fatto ieri. Sette ciclisti uccisi a Lamezia Terme da una Mercedes lanciata a folle velocità da Chafik El Ketani, un marocchino di 21 anni, risultato alla guida sotto l’effetto di cannabis, a cui era appena stata ridata la patente. Una strage che ha sconvolto tutta Italia e che ha provocato numerose reazioni. “Dopo questa mattanza e con queste modalità assurde, dobbiamo avere il coraggio di rivedere e riscrivere il reato di omicidio colposo determinato da veicoli”, ha detto il senatore della Lega Nord, Sandro Mazzatorta. “Le procure di solito applicano il dolo eventuale, dunque non intenzionale, ma purtroppo la giurisprudenza è molto rigorosa e viene derubricato da omicidio doloso a omicidio colposo”. Continua a leggere

Giachino: “Promesse mantenute, 400 milioni per l’autotrasporto”

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=34kENMBR8aE[/youtube]
Quanto è stato stanziato in Finanziaria per l’autotrasporto? “Abbiamo mantenuto completamente quello che avevamo promesso”, spiega il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino. “Ci erano state richieste le stesse risorse dell’anno scorso, 400 milioni, che erano già una cifra superiore ai 300 milioni del 2009 e ai 200 del 2008. L’unico settore al quale in questi anni il governo non solo non ha tagliato fondi, ma li ha aumentati è proprio quello dell’autotrasporto. Anche perché pensiamo che sia un settore fondamentale per la nostra economia”.

Infrastrutture, dal Cipe via libera
a lavori per 21 miliardi di euro

Giovedì mattina il Cipe ha approvato l’apertura di cantieri di opere pubbliche per 21 miliardi di euro. Via libera quindi, tra gli altri, alla settima tranche del Mose di Venezia, al primo lotto del Terzo valico Genova-Milano, al valico del Brennero, all’autostrada pontina Roma-Latina, al tunnel della Maddalena della Torino-Lione, al primo lotto della Tirrenica. Continua a leggere

Basta tagli al trasporto pubblico,
il Pd chiede un’inversione di rotta

Pendolari sempre più penalizzati e servizio pubblico in difficoltà, proprio mentre tutte le amministrazioni chiedono di lasciare a casa il mezzo privato e di salire su autobus, treni e metropolitane. È questa la denuncia di  Silvia Velo, deputata del Partito Democratico. In seguito alla manovra finanziaria dello scorso luglio, infatti, molte regioni, tra cui la Toscana, sono costrette a operare tagli nel trasporto pubblico locale. “L’avevamo detto”, afferma all’AgenParl Silvia Velo. “La manovra che ha fatto questi tagli è il decreto 78 di luglio e il Pd è da luglio che denuncia  anche in aula che i tagli fatti dalla manovra sarebbero andati ad incidere sul trasporto pubblico locale”. Continua a leggere

Uggè: “Con l’Autoparco Brescia Est abbiamo investito in sicurezza”

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=a6LP0Vz8QHI[/youtube]

L’Autoparco Brescia Est rappresenta una risposta concreta a chi domanda sicurezza sulle strade. Ma rappresenta anche la conferma di come i buoni esempi in Italia vengono spesso dati dai privati e non dallo Stato: un anno fa, in occasione dell’inaugurazione dell’Autoparco Brescia Est, i rappresentanti del Governo avevano infatti promesso che questo esempio sarebbe stato seguito da altri. Invece non è stato così, come sottolinea Paolo Uggè, presidente nazionale di Fai Conftrasporto, denunciando anche come nel frattempo siano state sprecate risorse, aggiungendo al danno la beffa. Per esempio realizzando a distanza di appena cinque chilometri dall’Autoparco Brescia Est un’area simile, mentre in altre zone d’Italia si percorrono centinaia di chilometri senza trovare una struttura adeguata.

Ecco il marchio che “targherà”
il trasporto di alta qualità

Si sente spesso parlare di recupero di competitività e di servizi di logistica. L’evoluzione dal modo tradizionale di operare da parte delle imprese di autotrasporto è la condizione unica di crescita. In tale contesto assume una valenza indispensabile la necessità del rispetto delle regole per dare maggior sicurezza. La Fai Conftrasporto ha deciso di assumere un’iniziativa, non certo con la pretesa di convincere tutti, ma certa di mettere a disposizione delle imprese che decideranno di partecipare a questa sfida un’opportunità che, in modo nuovo, le metta in condizione di evolversi e di offrire servizi a qualità garantita al mercato. È giunto il momento di partecipare alle sfide da protagonisti. Continua a leggere