Consegna delle merci più rapida con i droni, sfida nei cieli tra Amazon e Google

Consegne rapide, che evitano il traffico, con le merci che atterrano direttamente a casa in pochi minuti. Nel futuro i furgoncini resteranno fermi e le consegne a domicilio le faranno i droni. È questo l’ultimo terreno della sfida tra i giganti della tecnologia, una competizione che si giocherà soprattutto sul trasporto veloce. Di cibo, inizialmente, e poi di medicine o altre risorse. Il primo sasso l’ha lanciato Amazon, che a dicembre ha annunciato consegne con i droni in 30 minuti, dal magazzino a casa. Ma sul tema si sta cimentando anche Google. Continua a leggere

L’auto di Google che si guida da sola è pronta per il traffico delle città

Finora era stata testata solo su autostrada, ma adesso l’auto senza conducente di Google è arrivata anche in città. E “guida” tra pedoni, altre auto, vetture in doppia fila e biciclette. I progressi della “self-driving car” del colosso californiano sono mostrati in un video che l’azienda ha pubblicato sul suo blog. Nel filmato si vede l’auto che percorre strade nell’area di Mountain View, California, dove ha sede il gigante di Internet. Continua a leggere

L’auto che si guida da sola? Arriverà nel 2018, lo ha confermato Google

Un drone con quattro ruote: è la scommessa che da alcuni anni ha fatto Google con la sua Self-Driving Car. Dopo aver mappato tutte le strade del mondo, il colosso dell’informatica vuole utilizzare tecnologia e innovazione per presentare l’automobile in grado di guidare in maniera autonoma, pilotata da un software senza l’intervento dell’uomo. Il product manager Anthony Levandowsky dichiara un possibile esordio sul mercato della Google Self-Driving Car nel 2018. Continua a leggere

La gestione virtuale delle strade è perfetta, Google premia l’Anas

L’Anas ha ricevuto da Google e da e-GEOS, partner della divisione Enterprise di Google, il “Geo Innovation Project Award”. Il premio rappresenta un riconoscimento per il progetto che più si è distinto “per la qualità della progettazione e per l’efficienza nel raggiungimento di un obiettivo così sfidante e tecnologicamente avanzato e quale esempio di innovazione nell’uso delle tecnologie Google Geo”. Continua a leggere

L’auto senza pilota sulle strade Usa, in Nevada concessa la licenza per fare i test

Potrà circolare sulle strade del Nevada l’auto senza pilota di Google. Lo stato Usa ha infatti emesso la prima licenza di prova per la vettura che si guida da sola. O quasi, visto che i regolamenti statali prevedono che a bordo dell’auto senza pilota ci siano comunque almeno due persone, una pronta a prendere il volante in caso di difetti del software e l’altra per monitorare il computer dell’auto.  Continua a leggere

Ciechi al volante, Google ha inventato l’auto che si guida da sola

Non si tratta di un falso cieco scoperto dalla Guardia di finanza. Steve Mahan, amministratore delegato del Centro non vedenti di Santa Clara, guida un’auto. Si tratta di una Google Car, una Toyota Prius che grazie a un sistema di telecamere e sensori si muove assolutamente da sola. In pratica l’uomo è seduto al posto del guidatore, ma è la macchina che si guida da sola.  Continua a leggere

Navigatori sempre più intelligenti, Google e Mercedes insieme per la tecnologia in auto

Daimler e Google hanno annunciato che intensificheranno il loro rapporto di partnership per accelerare ulteriormente l’introduzione delle più moderne tecnologie nel settore automobilistico. Daimler avrà accesso diretto a “Google Maps API for Business”, una serie di interfacce per applicazioni automobilistiche (Application Programming Interfaces, APIs) che consentono l’utilizzo di servizi basati sul concetto di cloud (“nuvola”) e sulla cartografia. In pratica Daimler utilizzerà Google Maps per le applicazioni cartografiche di bordo e potrà integrare altre funzioni di navigazione nelle vetture Mercedes-Benz. Continua a leggere

Le auto di Google sono troppo “spione”, intercettano anche gli smartphone?

Si chiamano “Google Cars” e sono i veicoli utilizzati dai collaboratori di “Mountain View” per creare i tracciati e scattare le foto destinate alla pubblicazione su Street View, il sistema che consente di vedere da Internet questa o quella strada. Le auto che hanno installato sul tetto potenti fotocamere sarebbero nuovamente nell’occhio del ciclone per un caso denunciato dalla francese Cnil (Commission nationale de l’informatique et des libertés). Tramite le Google Cars, infatti, sarebbero stati intercettati e tracciati milioni di dispositivi connessi alle reti WiFi e per ognuno di essi sarebbe stato registrato il relativo indirizzo Mac (Media Access Control), cioè l’identificativo fisico associato dai produttori a ciascun device. Continua a leggere

La nuova sfida di Google: il gigante di Internet si lancia sul car-sharing

Solitamente quello che tocca si trasforma in oro. Chissà se sarà così anche con l’ultimo progetto. Google, il motore di ricerca leader di Internet, ha infatti deciso di investire sul car-sharing. L’idea è quella di creare un sito che fornisca un servizio autogestito dagli utenti. Un progetto destinato a cambiare il mondo del car-sharing, soprattutto per l’enorme fascia di utenti che andrà a interessare. Il primo investimento da parte di Google Ventures e August Capital della Valley Vc nei confronti della nuova società dovrebbe ammontare a 5 milioni di dollari. Continua a leggere

Partenze intelligenti? Ora Google Maps segnala anche il traffico

Le mappe già c’erano. Le indicazioni stradali per raggiungere una destinazione anche. Ma da mercoledì, Google Maps, ha aggiunto un altro tassello per essere sempre più efficiente. Sulla destra, infatti, è comparsa l’icona “traffico” che consente di conoscere in tempo reale se nell’itinerario che abbiamo programmato incontreremo code oppure no. Il funzionamento è molto semplice. Cliccando su “traffico”, la mappa si colorerà in maniera diversa a seconda della situazione della viabilità. Continua a leggere