Le gallerie italiane sono più sicure, due tunnel riabilitati dopo anni

Almeno nelle gallerie non siamo più il fanalino di coda d’Europa. È migliorata notevolmente la sicurezza dei tunnel nel Vecchio Continente e soprattutto in Italia, grazie anche agli interventi di ammodernamento realizzati negli ultimi anni. È quanto emerge dai nuovi test EuroTap, il programma europeo di test dei tunnel stradali condotto da Aci insieme con altri 17 Automobile Club internazionali, che hanno analizzato 10 gallerie di cinque Paesi: tre in Italia e Svizzera, due in Germania e una in Austria e Olanda. La migliore è risultata il Tauern sulla A10 austriaca, mentre le peggiori sono le elvetiche Gubrist e Isla Bella, rispettivamente sulla A1 e N13 in Svizzera. Continua a leggere

“Le tariffe delle autostrade italiane sono più basse della media europea”

Tariffe più basse rispetto agli altri Paesi europei e una rete autostradale più sicura. È questa la fotografia scattata dal presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona. “Le tariffe italiane”, ha detto Palenzona all’assemblea dell’Aiscat, l’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori, “sono mediamente più basse di quelle applicate per esempio, in Spagna, Francia e Portogallo”. Inoltre la rete stradale è più complessa, ma anche più sicura.  Continua a leggere

Catania-Siracusa, i cinesi studiano gli impianti a energia solare

Rete stradale del Sud Italia vetusta e inadeguata? Sì, ma solo in parte, visto che proprio al Sud si trovano anche delle innovazioni tecnologiche in grado di stupire il mondo. Una delegazione istituzionale cinese, guidata dal vice presidente della China Development Bank, ha infatti visitato l’autostrada Catania-Siracusa e, in particolare, gli impianti alimentati da energia alternativa, prodotta grazie a pannelli fotovoltaici sulle volte delle gallerie artificiali, quale esempio italiano di alta tecnologia applicata alle infrastrutture viarie. Continua a leggere

Autostrade, maxi finanziamento da 570 milioni per Strada dei Parchi

Toto Costruzioni Generali, il colosso che si occupa di costruzione di strade, viadotti, gallerie e opere ferroviarie, sia in Italia sia all’estero, ha comunicato che la propria partecipata Strada dei Parchi ha sottoscritto un project financing per 570,5 milioni di euro. Come si legge in un comunicato, il finanziamento chiuso da Strada dei Parchi, la concessionaria che gestisce l’autostrada A24/A25, Roma-L’Aquila-Teramo-Pescara, sarà impiegato per i futuri investimenti che la concessionaria è chiamata a realizzare in esecuzione della nuova Convenzione unica sottoscritta con Anas e divenuta efficace alla fine dello scorso anno. Continua a leggere

Lombardia, dal Parco Lura
100 bici per i dipendenti comunali

Ci sono tante strade che si possono percorrere per ridurre l’inquinamento. Una, la più immediata, è quella di utilizzare il meno possibile l’auto, soprattutto per gli spostamenti brevi. Anche per questo il Parco Lura ha deciso di mettere a disposizione 100 biciclette che incentiveranno la mobilità ciclistica casa-ufficio dei dipendenti comunali nella Bassa comasca e nel Saronnese lungo l’asse del torrente Lura, corso d’acqua che taglia il Nord Lombardia. Le bici saranno consegnate sabato 18 e lunedì 20 dicembre. Continua a leggere

La Lombardia dà l’ok alla variante
di Zogno: il via ai lavori a febbraio

“Nuntio vobis gaudium magnum”. Con queste parole il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha annunciato che la “variante di Zogno”, tratta fondamentale di accesso alla Valle Brembana, in provincia di Bergamo, si farà davvero. Nonostante i tagli della manovra nazionale, la Regione è riuscita a reperire dal suo bilancio (“con uno sforzo straordinario e convinto”) 28 milioni di risorse straordinarie. Altri otto milioni sono messi sul tavolo dalla Provincia di Bergamo e ulteriori otto sono quelli provenienti dalla Legge Valtellina. Totale, appunto 44 milioni. Continua a leggere

L’Aci: “Investire sulle strade
per evitare un incidente su tre”

Ancora troppi incidenti, in Italia come negli altri Paesi d’Europa, sono causati da strade inadeguate. L’allarme è stato lanciato dal presidente dell’Aci, Enrico Gelpi, intervenuto al XXVI Convegno nazionale dell’associazione mondiale della strada Aipcr. “Le criticità infrastrutturali compromettono fortemente gli standard di qualità del nostro sistema di mobilità”, ha detto Gelpi, “e almeno il 30 per cento degli incidenti fatali in Europa potrebbe essere evitato se ciascun Paese investisse nell’innalzamento degli standard di sicurezza della rete stradale”. Continua a leggere

Cade l’ultimo diaframma, anche Genova festeggia il San Gottardo

Anche Genova festeggerà l’abbattimento dell’ultimo diaframma nel tubo est della galleria del San Gottardo. Un avvenimento importantissimo non solo per le regioni che si affacciano sul tunnel ma per tutta l’Europa. Genova compresa, in quanto sbocco mediterraneo dell’asse di trasporto merci che attraverso le gallerie Alptransit collega l’Italia con le aree industriali situate lungo il Reno e i porti del Mare del Nord di Rotterdam e Anversa. Per questi motivi, Genova festeggerà con una serie di iniziative in programma dal 14 al 17 ottobre. Continua a leggere

Biciclette, con il buio fuori città
obbligatori i catarifrangenti

Regole nuove per chi va in bicicletta. Soprattutto per chi pedala fuori dai centri abitati. Da lunedì 27 settembre sulle strade extra-urbane è obbligatorio indossare giubbino o bretelle catarifrangenti da mezz’ora dopo il tramonto e fino a mezz’ora prima del sorgere del sole. Un obbligo che vale anche per tutte le gallerie in cui sia consentito il transito delle biciclette, anche in città. Nelle altre strade cittadine le regole restano quelle di una volta. Continua a leggere

Tunnel del San Gottardo, a metà ottobre giù l’ultimo diaframma

Dovrebbe essere abbattuto il 15 ottobre l’ultimo diaframma della galleria più lunga del mondo, il tunnel ferroviario di base del San Gottardo, di ben 57 chilometri. Sono, infatti, solo mille i metri che separano le squadre di minatori al lavoro nei rispettivi versanti. Un solo handicap sta mettendo a rischio il raggiungimento dell’obiettivo di calendario fissato in sede di progetto: la presenza di una roccia più dura del previsto, il granito di Medels, che rischia di far rinviare l’evento. Continua a leggere