Riusare l’acqua piovana per lavare il parabrezza, l’idea di due bambini testata su un’auto vera

Piove, il parabrezza si sporca e i tergicristalli eliminano l’acqua. La buttano via. Semplicemente osservando, due bambini tedeschi hanno avuto un’idea che potrebbe aiutare a risparmiare miliardi di litri d’acqua. La scorsa estate, Daniel e Lara Krohn stavano viaggiavano nell’automobile di famiglia quando iniziò a diluviare. Quando papà Gerd, che guidava, cercò di ripulire il vetro, il serbatoio dell’acqua era vuoto e il parabrezza diventò ancora più sporco. Perché non utilizzare l’acqua piovana?, si chiesero i due bambini, che con questa idea hanno vinto il primo premio in una competizione scientifica locale. E ora, spiega Ford, l’intuizione è stata sviluppata per un’auto di prova a grandezza naturale. Continua a leggere

L’auto per gli anziani? Si progetta con la tuta che invecchia le persone

Ford-third-age-suitDi solito un vestito rende eleganti, a volte ringiovanisce pure. La tuta progettata dalla Ford per permettere agli specialisti di ergonomia di progettare le automobili Ford in funzione anche delle esigenze degli anziani è invece in grado di farvi invecchiare di circa trent’anni. La “tuta della terza età” è protagonista della Sapri BridgeOriental Design Week 2014. Continua a leggere

Viaggiare in auto fa bene alla coppia: rafforza il legame, è come fare l’amore

Viaggiare assieme in auto fa bene alla coppia e la ricaduta positiva sulla relazione è paragonabile a quella che si ha dopo aver fatto l’amore. A questa conclusione è giunta una ricerca commissionata negli Stati Uniti da Ford al sito YourTango.com e realizzata su un campione di 1.011 persone tra il 25 aprile e il 10 maggio scorsi. La notizia è stata ripresa dall’agenzia Ansa. Gli intervistati hanno ribadito che un viaggio in auto, scelto proprio come evasione dalla routine quotidiana, ha l’effetto di rafforzare il legame (90 per cento) e porta a desiderare di farne al più presto un altro (77 per cento). Continua a leggere

Auto elettriche a celle a combustibile: tre grandi gruppi insieme per lo sviluppo

L’alleanza Renault-Nissan ha siglato un accordo con Daimler e Ford per sviluppare un sistema comune di celle a combustibile in vista del lancio di veicoli elettrici a partire dal 2017 basati sulla tecnologia Fcev (Fuel Cell Electric Vehicle). “L’obiettivo della collaborazione è mettere a punto insieme uno standard comune di alimentazione a cella elettrica del veicolo, riducendo i costi d’investimento di progettazione”, si legge in un comunicato congiunto. “L’investimento sarà equamente ripartito fra le tre aziende”, spiegano i tre gruppi. “Secondo le previsioni, già nel 2017 sarà lanciato sul mercato il primo Fcev al mondo “accessibile”, frutto di una sinergia che fa leva sulle economie di scala per massimizzare design, produzione ed efficienze”.  Continua a leggere

L’auto legge il giornale al guidatore: Ford presenta l’applicazione Kaliki

Si potrà guidare e, contemporaneamente, leggere il giornale. Non sarà una follia, una manovra pericolosa, ma un piacevole passatempo destinato, almeno per ora, agli automobilisti americani. Il giornale in realtà lo legge un’applicazione, chiamata Kaliki, disponibile attualmente per smartphone Android (la versione per iPhone sarà online a fine gennaio), che si potrà utilizzare sulle auto Ford.  Continua a leggere

Chi sale dietro è più protetto, arriva la cintura di sicurezza con l’airbag

Sarà la nuova Mondeo la prima auto che avrà a disposizione le cinture di sicurezza posteriori con l’airbag integrato. Lo ha annunciato Ford, specificando che l’innovativo sistema di sicurezza debutterà in Europa a bordo del nuovo modello nel 2013. Come spiega Ford, la tecnologia è progettata per proteggere testa, collo e busto, specialmente nel caso di passeggeri più vulnerabili, come i bambini e le persone anziane. “In caso di incidente, le cinture si gonfiano istantaneamente, in questo modo la forza dell’urto viene assorbita da un’area cinque volte superiore rispetto a quella di una cintura tradizionale”, si legge in una nota di Ford.  Continua a leggere

Crisi dell’auto, Ford investe in Cina con un nuovo impianto da 760 milioni di dollari

La crisi del settore auto ha colpito anche gli Stati Uniti e così tutti guardano sempre con maggiore attenzione all’estremo oriente e in particolare alla Cina. Il mercato dietro la Grande Muraglia continua infatti a crescere ed essere presenti direttamente con le proprie industrie diventa fondamentale. Così la pensa Ford Motor che ha annunciato investimenti per 760 milioni di dollari per costruire un nuovo impianto ad Hangzhou nella Cina orientale.  Continua a leggere

Le auto non si vendono più: in Europa a marzo immatricolazioni in calo del 6,6%

Continua il crollo delle vendite auto in Europa. Dai dati dell’Acea, l’associazione che riunisce le case costruttrici presenti nel Vecchio Continente, a marzo il mercato ha subito una flessione del 6,6 per cento: nei 27 Paesi Ue più quelli Efta sono state immatricolate 1.499.380 auto (nel 2011 erano 1.605.835). A febbraio il calo era stato del 9,2 per cento. A livello di gruppi automobilistici europei, a marzo si conferma al primo posto il gruppo Volkswagen con una quota del 23,5 (+1,7 per cento immatricolazioni a 352.455 unità), seguito da PSA Peugeot-Citroen con una quota dell’11 per cento (-19,2 per cento i volumi a 165.118 unità) e Ford con una quota dell’8,8 per cento (-7,6 per cento le vendite a 131.410).  Continua a leggere

Le auto saranno sempre più connesse, la tecnologia Intel sale a bordo

Intel Inside sale anche nelle vostre auto. Dopo alcuni anni di stand-by, la tecnologia corre a forte velocità anche sulle automobili. “Nel 2014″, si legge sul Sole 24 Ore, “l’auto sarà una delle tre aree di maggior crescita e sviluppo in termini di connessione e di contenuti Internet. Ormai non si tratta più per Intel di sostenere con le proprie componenti lo sviluppo della elettronica di gestione ma è arrivato il momento di avere un ruolo più importante nello sviluppo dei sistemi IVI, In-Vehicle Infotainment, i sistemi che sempre più interagiranno con il guidatore e suoi ospiti”.  Continua a leggere

Standard EuroNCAP sempre più severi, ecco quali sono le auto più sicure

Diventa più difficile ottenere le 5 stelle, il massimo, nei test EuroNCAP, il programma per la sicurezza dei veicoli promosso dall’Aci, dagli altri automobile club internazionali, da associazioni di produttori, consumatori e assicurazioni, oltre che da sette governi europei. EuroNCAP ha infatti radicalmente aggiornato i criteri per l’assegnazione dei punteggi nei crash-test, assegnando maggior peso nella valutazione complessiva agli standard di protezione dei bambini e dei pedoni, oltreché all’equipaggiamento di dispositivi elettronici di assistenza alla sicurezza.  Continua a leggere