Patente di legalità: “Per dividere le strade delle imprese di trasporto sane dalle mele marce”

La strada verso una professionalità e una trasparenza sempre maggiori nel mondo dell’autotrasporto è lastricata di diverse iniziative, di nuove proposte. L’ultima, in ordine di tempo, è quella lanciata, attraverso le pagine del quotidiano “l’Eco di Bergamo” da Giuseppe Cristinelli, presidente della Fai, federazione autotrasportatori italiani, di Bergamo, fautore di una “patente di legalità” capace di tracciare un confine netto fra le aziende sane, gestite da persone serie, preparate, che meritano di restare sul mercato” e quelle che devono uscirne ( a meno di “cambiare immediatamente strada….”), che servono solo a “creare concorrenza sleale”. Continua a leggere

Assicurazione gratis per 4700 trasportatori per indennizzarli in caso di contagio, di ricovero

Una polizza assicurativa contro i rischi “economici” da contagio da Coronavirus per tutti gli autotrasportatori iscritti a Ebitral. A donarla, a oltre 4700 lavoratori, sostenendo ogni costo, sono stati i responsabili dello stesso Ente bilaterale del trasporto e della logistica composto da Fai Bergamo e dai sindacati provinciali di categoria che fanno riferimento a Cgil, Cisl e Uil, che hanno sottoscritto un accordo con la compagnia Generali per garantire un’ulteriore copertura, indipendentemente dall’esistenza di piani sanitari assicurativi, ai dipendenti delle 350 imprese del territorio associate alla Federazione autotrasportatori italiani. Un’iniziativa “realizzata per dare un sostegno economico ma anche psicologico a possibili nuovi ammalati”, come ha sottolineato il presidente di Ebitral, Fabrizio Rottoli, Continua a leggere

L’autotrasporto traina la lotta al Coronavirus a Bergamo: altri 200mila euro donati da Italtrans

La corsa per aiutare le persone colpite dall’epidemia di Coronavirus offrendo donazioni alle strutture sanitarie in modo che possano offrire le migliori cure possibili viaggia sempre più sui camion. Come quelli della Italtrans , colosso bergamasco dei trasporti e della logistica, che ha deciso di donare duecentomila euro per l’acquisto di centinaia di flussometri oltre che di una macchina RX portatile, consegnati  ai medici di medicina generale del territorio con cui l’Azienda per la tutela della salute  di Bergamo sta organizzando la gestione degli ammalati in quarantena a casa. Inoltre una parte del denaro messo a disposizione dalla famiglia Bellina , titolare dell’azienda, verrà impiegato per pagare gli stipendi dei medici e degli infermieri che opereranno nelle strutture, come per esempio alberghi,  che l’Ats sta individuando per accogliere i pazienti contagiati dal Covid-19  non in condizioni tali da prevedere un ricovero in terapia intensiva. Continua a leggere

L’autotrasporto bergamasco “consegna” 100mila euro alla sanità per aiutare a fermare l’epidemia

“Un aiuto concreto “consegnato” alla sanità bergamasca chiamata ad affrontare una delle più gravi situazioni che fosse possibile immaginare”. “Una decisione adottata per testimoniare nel modo più concreto la volontà del mondo dell’autotrasporto di voler aiutare Bergamo e l’Italia intera a superare e lasciarsi alle spalle al più presto questo momento difficilissimo”. Così Fabrizio Rottoli, presidente Ebitral, l’Ente bilaterale del trasporto e della logistica composto da Fai Bergamo e dai sindacati provinciali di categoria che fanno riferimento a Cgil, Cisl e Uil, e Giuseppe Cristinelli, presidente della federazione autotrasportatori italiani della città maggiormente colpita in Italia dall’epidemia di Coronavirus, hanno commentato la decisione di deliberare lo stanziamento di 100mila euro destinati all’Ats, Azienda di tutela della salute, bergamasca per contribuire a fermare il prima possibile la diffusione del virus. Continua a leggere

Fotografie e video di buche sulle strade: la denuncia parte a bordo dei camion

“E per fortuna che questa è la strada provinciale per la cosiddetta ‘Valle d’Oro’, la Val Seriana… Altro che oro, è ridotta in condizioni pietose, come nel tratto che dall’uscita a Fiorano al Serio va verso la Valgandino”. “Volete avere un esempio di quanto possa essere malridotta una strada? Provate a percorrere la statale Francesca”. Sono solo due esempi delle segnalazioni che stanno arrivando da settimane, via e mail, agli uffici della Fai di Bergamo. Denunce di associati che chiedono a gran voce una manutenzione ordinaria, per rattoppare una rete viaria che fa acqua da tutte le parti e che potrebbe mettere a dura prova la sicurezza stradale. “Segnalazioni, supportate da immagini allegate, che confermano una situazione preoccupante”, commenta Doriano Bendotti, segretario provinciale della Fai”, e che vanno raccolte in un ‘dossier’ da presentare alle istituzioni. Continua a leggere

Sei rinforzi per la Motorizzazione in panne. Ma nessun vincitore del concorso accetta l’incarico

Sei rinforzi, fra ingegneri e personale amministrativo. Avrebbero dovuto prendere servizio alla Motorizzazione civile di Bergamo ormai in panne da quasi due anni, proprio per carenza di personale, con attese di mesi per poter fare la revisione di un mezzo pesante, uno di quelli, per intenderci, che servono per lavorare, non per andare a passeggio. Ma negli uffici non si è visto nessuno. Il motivo? Dopo aver vinto il concorso e aver saputo la destinazione hanno declinato l’offerta preferendo altre soluzioni, Con in risultato che lo smaltimento delle pratiche negli uffici invece di accelerare ha ulteriormente frenato anche perché nel frattempo, l’organico si è ulteriormente ridotto causa pensionamenti. Continua a leggere

Revisioni ai camion: all’estero le fanno in cinque giorni, perché in Italia servono sei mesi?

“Non è ammissibile che all’estero le pratiche per la revisione di un camion pratiche vengano sbrigate e risolte in cinque giorni, con tanto di consegna della targa, e qui non basti metà anno. Sono trascorsi sette mesi da quando, rispondendo alle proteste che stavano piovendo ormai da ogni parte d’Italia per il disastro Motorizzazioni, con migliaia di mezzi pesanti fermi per la mancanza di personale addetto alle revisioni, il Governo si era dichiarato perfettamente consapevole dei problemi di carenza e delle conseguenze di questa situazione ma nulla è cambiato e forse è davvero scoccata l’ora di chiedere, come ha indicato il vicepresidente nazionale della Fai Paolo Uggè, un commissario europeo ai trasporti per l’Italia”. Continua a leggere

Con le strade il lavoro cresce, senza si perde. Bergamo lo denuncia mostrando le prove

“Se qualcuno vuol davvero comprendere la ricaduta che le infrastrutture hanno sul lavoro, il valore che rivestono per l’economia, non deve far altro che dedicare pochi minuti alla lettura di quanto avvenuto lungo il tracciato della nuova autostrada BreBeMi, infrastruttura che ha trainato l’apertura di nuove attività produttive e di servizi che a loro volta hanno creato migliaia di posti di lavoro. Insediamenti che sono lì, da vedere: da Amazon e Md fino all’ultimo inaugurato, il polo logistico di Italtrans a Calcio. Investimenti, “guidati” in quest’area proprio dalla nuova infrastruttura, del valore di oltre 900 milioni di euro, Continua a leggere

Tagli ai rimborsi sulle accise dei carburanti: “Sarebbe un colpo mortale per l’autotrasporto”

“L’economia italiana per ripartire deve seguire strade precise. Il problema è che vanno in direzione opposta ad alcune scelte che potrebbero essere invece prese dal governo”.Ad affermarlo, in un articolo pubblicato sulle “pagine bergamasche” del Corriere della Sera è stato il presidente della federazione autotrasportatori italiani di Bergamo, Giuseppe Cristinelli, riaccendendo così i riflettori su una della possibili manovre del Governo che stanno tenendo in apprensione la categoria degli autotrasportatori. Un’apprensione immediatamente motivata dallo stesso Cristinelli: Continua a leggere

Diabete e ipertensione: molti camionisti sono ammalati senza saperlo. Moltiplicando i rischi

Da oltre 10 anni svolge diverse attività, fra cui quella di  analizzare, attraverso un osservatorio dedicato, lo stato di salute degli autotrasportatori.  È l’Ebitral, sigla che sta per  Ente bilaterale trasporti e logistica, nato dalla collaborazione fra Fai, Federazione autotrasportatori italiani, Flt, Cgil, Fit -Cisl e Uil Trasporti.   Un’attività che  ha recentemente permesso di presentare una vera e propria “cartella clinica” del “paziente camionista”, illustrata nel corso di un convegno organizzato a Bergamo tenuto dal dottor Matteo Marco Riva, dell’unità di medicina del lavoro dell’Azienda socio sanitaria del territorio. Una “radiografia” dei principali problemi di salute di cui soffre questa categoria professionale illustrati in questa intervista a stradafacendo.tgcom24.it.  Continua a leggere