Fai Campania, i primi 20 anni sono il punto di ripartenza al servizio dei trasportatori

Millesettecento aziende di autotrasporto con un parco veicolare di oltre ventimila mezzi e oltre diecimila lavoratori impiegati. Sono questi i numeri della Fai Campania che a Ischia ha celebrato, con un convegno al quale hanno partecipato 500 delegati provenienti da tutta Italia, i venti anni di attività. Due decenni durante i quali la “componente” campana (nata nel 1998 dall’incontro delle due realtà provinciali di Napoli e Salerno) della più grande realtà associativa del settore in Italia, aderente a Confcommercio – Impresa per l’Italia, ha contribuito a far progredire l’industria della logistica e dell’autotrasporto, facendo crescere la ricchezza della regione e dell’intero Paese. Continua a leggere

Una guida con le migliori “soluzioni” aiuterà a risolvere i problemi degli autotrasportatori?

Una sorta di manuale che contenga le migliori “esperienze associative” vissute, spesso durante trattative lunghe e difficoltose, dai rappresentanti delle varie sedi regionali e provinciali d’Italia della Fai, la Federazione autotrasportatori italiani, e da utilizzare come strumento di formazione professionale, oltre che di stimolo, per far crescere tutte le realtà associative. A lanciare la nuova proposta, all’assemblea generale dell’autotrasporto che si è svolta domenica 22 ottobre nella sala conferenze UBI Banca “Corrado Faissola” di Brescia, in piazza monsignor Almici 1, è stato il presidente di Fai Service Scarl, Fabrizio Palenzona, proponendo una “sorta di disciplinare delle esperienze migliori. Come quelle che hanno saputo realizzare proprio coloro che ogni giorno lavorano in Fai Brescia al servizio delle oltre 2300 imprese di autotrasporto associate”, ha sottolineato Fabrizio Palenzona, trasformando subito dopo il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dalla squadra Fai guidata dal presidente Sergio Piardi e dal segretario generale Giuseppina Mussetola in un “esempio” da far viaggiare in tutta Italia. Continua a leggere

Palenzona, l’inchiesta fa retromarcia. I magistrati: “Nessun favore alla mafia”

I giudici del Tribunale del riesame di Firenze hanno annullato il decreto di sequestro di atti, documenti e supporti informatici disposti nei confronti di Fabrizio Palenzona nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Dda di Firenze sulla presunta ristrutturazione di un debito di circa 60 milioni di euro che il gruppo dell’imprenditore Andrea Bulgarella aveva contratto con Unicredit, banca di cui Fabrizio Palenzona è vicepresidente. Continua a leggere

Autostrade migliori grazie a investimenti per 16 miliardi di euro da qui al 2020

I concessionari autostradali “hanno continuato a investire e più di quanto fatto nei principali Paesi europei”. Lo ha detto il presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona, all’assemblea annuale ricordando che gli investimenti sono stati fatti “nonostante la crisi economica, la diminuzione del traffico e la difficoltà di reperire risorse sui mercati capitali, soprattutto per le società più piccole, con tratte di estensione limitata, che hanno caratterizzato gli ultimi anni”. Palenzona ha annunciato che le concessionarie prevedono investimenti per oltre 16 miliardi di euro fino al 2020. Continua a leggere

Fermo dei tir, c’è un complotto dei poteri forti? Uggé: “No, solo una mente confusa”

“Non aver ancora compreso che le riduzioni compensate per le accise sul gasolio per l’autotrasporto significano un aumento di competitività nei confronti del conto proprio e dei vettori occasionali stranieri è allarmante, così come preoccupante è sentir qualcuno proporre che gli sconti vengano riconosciuti ai caselli. Una simile operazione è inattuabile, come del resto sostiene la stessa Corte dei conti, e oltretutto significherebbe per le imprese di autotrasporto vedersi riconosciute riduzioni di appena qualche centesimo per automezzo. Leggere certe affermazioni significa solo trovare  la conferma di quanto sia alta la confusione nella mente di chi dovrebbe invece mantenere la massima lucidità per comprendere quello che sta realmente succedendo e poter così compiere al meglio l’incarico affidatole: quello di guidare un’organizzazione di autotrasportatori e di tutelarli”. Continua a leggere

Gabinetti di Fiumicino metafora dell’Italia? Così è nato il viaggio nei trasporti…

Una sera a cena con un “superbanchiere” ma anche presidente degli Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona,  mezz’ora di chiacchiere sulla crisi economica e sulle lentezze italiane, poi  la conversazione si sposta sui gabinetti di Fiumicino. È  nato così il diario di viaggio che Nicola Porro, vicedirettore de Il Giornale, ha deciso di pubblicare sul suo quotidiano. Il diario in realtà di centinaia di viaggi  di “un pendolare di lusso, sempre in movimento tra  Roma e Milano”, come esordisce Nicola Porro “provandole tutte: “Alitalia, Easyjet, Trenitalia e Italo, con le molteplici combinazioni e relative stazioni.  Ma come arrivare ai viaggi partendo dalle latrine di un aeroporto? Continua a leggere

Palenzona: “Ferrovie dello Stato e Rfi devono viaggiare su binari diversi”

È indispensabile scorporare la rete dalle Ferrovie dello Stato, separando Rfi da Trenitalia. A chiederlo a gran voce, proprio mentre il confronto pubblico sulla privatizzazione e sulla liberalizzazione delle ferrovie italiane  sta entrando nella sua fase più calda, è Fabrizio Palenzona, presidente di Aiscat ma anche presidente degli Aeroporti di Roma, oltre che esponente di spicco del mondo bancario e finanziario, che intervenendo sulla vicenda ha anche sottolineato la necessità di avere una regia unica per tutto il settore dei trasporti. Continua a leggere

Aperto il Tracky Point di Cuneo. Palenzona: “Un passo avanti di efficienza e tecnologia”

081-FaiService“Siamo partiti 15 anni fa con Villanova d’Asti, e già allora era un progetto innovativo. Questo è un passo avanti ulteriore sotto l’aspetto dell’efficienza, delle dimensioni e della tecnologia”. Con queste parole Fabrizio Palenzona, presidente di Fai Service e vicepresidente di Unicredit, ha inaugurato sabato 31 maggio, la nuova area di servizio Tracky Point di Fai Service a Cuneo. Dopo Villanova D’Asti, anche la Provincia “Granda” avrà così un’area dedicata alla sosta, al riposo dell’autista e al rifornimento dei camion, realizzata da chi conosce perfettamente le loro esigenze. Il Tracky Point di Cuneo è situato in una posizione strategica, presso l’uscita autostradale A33 Cuneo-Centro, frazione Ronchi sulla sinistra dell’ingresso all’area fieristica Miac. Continua a leggere

Sconti in autostrada per i pendolari, al via le registrazioni: ecco tutti i dettagli

Scatta domani 25 febbraio 2014 la possibilità per i pendolari di registrarsi sul sito del Telepass (www.telepass.it) o su quello delle concessionarie autostradali per usufruire degli sconti, che possono arrivare fino al 20 per cento, riservati a chi usa le autostrade per recarsi al lavora. Lo annuncia, in una nota, il Ministero dei Trasporti. Per chi si registra entro fine mese lo sconto parte retroattivamente dal primo febbraio. Come spiega il sito del Ministero, le agevolazioni riguardano tutti i possessori di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche e a veicoli di classe A) che abbiano effettuato la registrazione e che utilizzino l’autostrada come pendolari tra due stazioni predefinite, con percorso massimo di 50 chilometri. Continua a leggere

Sconti ai pendolari sui pedaggi in autostrada? Adesso tocca ai trasportatori

“L’accordo raggiunto fra Aiscat e  ministero dei Trasporti in merito agli sconti per i pendolari sui pedaggi autostradali è un buon accordo? Non spetta  a noi dirlo, saranno i fatti a dircelo nei prossimi mesi. Nei prossimi giorni, invece, ci aspettiamo che il ministro Maurizio Lupi ci faccia sapere come intende intervenire per il trasporto pesante. Alle ripetute assicurazioni di intervento seguano ora le proposte, concrete e risolutive. Una possibile strada potrebbe già essere stata tracciata proprio dall’accordo raggiunto per i pendolari, una soluzione graduata in ragione dei percorsi effettuati e in linea con il principio dei grandi utenti, gia’ in essere da anni per il trasporto merci. Una strada da approfondire e che potrebbe anche essere perseguita  per consentire il recupero dei maggiori incrementi subiti dal trasporto merci”. Continua a leggere