Autostrade del mare, gli incentivi per usarle rischiano di non essere confermati?

Gli incentivi per far viaggiare  i Tir sui traghetti lungo le autostrade del mare funzionano, grazie al “Marebonus” molte merci si sono spostate dall’asfalto all’acqua, ma questo potrebbe non bastare per far sì che questi aiuti economici continuino a essere garantiti,  quantomeno  con le modalità a oggi previste. Alla vigilia del rinnovo dello strumento adottato con la legge di Stabilità per il triennio 2016-2018 con l’obiettivo  proprio di sviluppare la modalità combinata strada-mare attraverso la creazione di nuovi servizi marittimi e il miglioramento di quelli già esistenti, grosse nuvole sembrano addensarsi quella che è stata definita una “misure di stimolo” per trovare vie alternative al congestionatissimo trasporto su strada. Continua a leggere

Il viaggio delle strade, Anas-Regioni e ritorno. Cascetta: “Tornano in condizioni peggiori”

Altri 3.500 chilometri di strade stanno per essere trasferiti dalle Regioni ad Anas “in condizioni mediamente peggiori” rispetto a quando fecero il percorso inverso. Lo ha spiegato il presidente di Anas, Ennio Cascetta. Il processo di trasferimento dalla Regioni è già in corso (nei giorni scorsi c’è stato il passaggio di circa 300 chilometri dalla Liguria) e interessa 11 regioni. Con questi trasferimenti, Anas gestirà una rete di circa 30mila chilometri di strade. Continua a leggere

Merci sui treni, l’Italia è in perenne ritardo. Delrio: “Serve un’accelerazione”

“Il trasporto ferroviario merci chiede un’accelerazione e il contributo del settore logistico è utile per individuare, in un quadro chiaro di indirizzi, misure nuove e concrete. Intermodalità e logistica sembrano parole astratte, in realtà hanno un impatto fortissimo sulla vita delle imprese”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, che martedì 2 febbraio ha partecipato al primo incontro organizzato dalla Struttura tecnica di Missione, guidata da Ennio Cascetta, con gli stakeholder, le associazioni di categoria di settore e le direzioni ministeriali coinvolte. Come spiega una nota del Ministero dei Trasporti, l’incontro è servito per aprire “un confronto sul rilancio della competitività logistica italiana a favore del sistema produttivo del Paese”. Continua a leggere

L’Italia che fa viaggiare le merci e le persone sta imparando a guardare oltre

Ennio-Cascetta-2Il Piano strategico nazionale della portualità e della logistica continua il suo percorso e lo schema di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei ministri rappresenta un ulteriore importante passo in avanti. Ad affermarlo  è Ennio Cascetta, coordinatore della struttura tecnica di missione per l’indirizzo strategico, lo sviluppo delle infrastrutture e l’alta sorveglianza del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, commentando i decreti attuativi della la riforma Madia, ovvero la (come si legge in un articolo on line su FerPress) che fanno parte del complessivo pacchetto di decreti per la riforma della pubblica amministrazione. Continua a leggere

Autostrade più sicure delle provinciali, ancora troppi i ciclisti e i pedoni uccisi

I dati sull’incidentalità stradale diffusi dal rapporto Aci-Istat (clicca qui per approfondire) parlano di una riduzione del numero di morti sulle strade italiane (-45,6 per cento rispetto al 2001) che è molto più marcata di quella relativa al numero di incidenti e feriti (solo -22 per cento). “Il dato”, commenta Ennio Cascetta, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Aci “Filippo Caracciolo”, “indica uno sviluppo delle tecnologie e degli strumenti legati alle performance di sicurezza dei veicoli, come degli interventi normativi sulle infrastrutture per una mobilità sicura”. Continua a leggere

Trasporto pubblico, auto e ferrovie: così si muoverà la città del futuro

Potenziamento del trasporto pubblico e delle metropolitane, miglioramento dell’accessibilità ai centri urbani tramite le ferrovie, svecchiamento del parco veicolare pubblico e uso consapevole dell’automobile. Sono questi le mosse da adottare per il futuro delle città emerse da “Il ruolo dell’automobile all’interno della mobilità sostenibile”, la tavola rotonda che ha chiuso la Conferenza del Traffico e della Circolazione di Riva del Garda. Un incontro che ha fatto emergere una forte identità di vedute tra l’Aci, l’Asstra (associazione delle società del trasporto pubblico locale) e l’Inu, l’Istituto nazionale di urbanistica. Continua a leggere

Tecnologia e mobilità, chi usa
il navigatore consuma meno

Riducono il traffico, permettono di diminuire le emissioni inquinanti, creano maggiore sicurezza sulla strada, fanno risparmiare. Loro, gli Intelligent Transport System (ITS), stanno velocemente cambiando la mobilità del nostro Paese. Cosa sono? Sensori del traffico, semafori intelligenti, navigatori satellitari, Tutor… Strumenti tecnologici, sempre più utilizzati da tutti e con risultati sorprendenti. L’adozione dei sistemi intelligenti sta infatti già ora comportando una riduzione dei tempi di spostamento del 20 per cento, un miglioramento della sicurezza nella circolazione tra il 10 e il 15 per cento e una riduzione della Co2 del 10 per cento su base nazionale, con picchi del 20 per cento su base locale. Continua a leggere

Campania, via libera al terzo tronco della statale del Vesuvio

“La giunta regionale, su proposta del presidente Antonio Bassolino e dell’assessore ai Trasporti Ennio Cascetta, ha approvato il progetto per il terzo tronco della strada statale 268 del Vesuvio, compreso lo svincolo di Angri, e un finanziamento di 53,4 milioni di euro dei fondi europei 2007-2013 per la realizzazione dell’intervento”: lo scrive il quotidiano “Il Mattino” di Napoli. Continua a leggere

Il Financial Times promuove
i trasporti della Campania

Nell’edizione di oggi, l’autorevole Financial Times ha pubblicato un reportage realizzato dal corrispondente Guy Dinmore sul “Rinascimento napoletano”. Tra luci e ombre, il giornale britannico ha promosso il sistema di trasporti campano, in particolare la rete metropolitana regionale. Un settore d’eccellenza che per il Financial Times ha permesso di attirare l’attenzione di artisti e architetti riconfermando così Napoli come un centro di produzione culturale, oltre che leader nel settore aerospaziale e aeronautico grazie anche a centri di formazione come l’Università Federico II. Continua a leggere