Autotrasporto in fuga dall’Italia, il Gruppo Arcese pronto a licenziare 120 autisti

“In Italia non si può più lavorare, se non si trova una soluzione sono pronto a smantellare tutto quello che ho in Italia. Non sarà un processo veloce, ne tantomeno indolore, ma lo farò”. Così parlò Eleuterio Arcese, presidente di Anita, nel 2009. Ora quelle parole, che cinque anni fa erano suonate come un drammatico Sos lanciato al Governo italiano (ma anche ai sindacati) perché facessero qualcosa per fermare la fuga di imprese di autotrasporto all’estero, risuonano come una fosca previsione destinata ad avverarsi. L’ultima conferma arriva dalla decisione comunicata dall’azienda di chiudere i piazzali di Rivalta (in provincia di Torino), Corbetta (nel milanese, dove lavorano quasi tutti autisti trasferiti negli anni scorsi da Torino) e Rovereto (Trento) licenziando 120 dei 180 autisti. Un taglio che ha spinto i lavoratori a dichiarare lo sciopero. Continua a leggere

Anita, ecco i quattro “copiloti” di Thomas Baumgartner alla guida dell’associazione

Baumgartner AnitaSergio Bertani, Mario Beschi, Natale Mariella e Vicenzo Motta: sono lori i quattro vicepresidenti indicati dal presidente di Anita, Thomas Baumgartner (nella foto),  per affiancarlo alla guida dell’associazione. Spetterà ora all’assemblea generale, in programma a Roma il prossimo 19 giugno, eleggere il presidente, i vice presidenti e approvare il programma triennale di attività della presidenza dopo che nei giorni scorsi il Consiglio nazionale aveva approvato gli indirizzi programmatici per triennio 2014 – 2017 e la “squadra” dei quattro vice presidenti.  Thomas Baumgartner è l’amministratore delegato della Fercam, azienda di autotrasporto fondata 65 anni fa e pioniera nel trasporto intermodale che nel suo “lungo” percorso ha saputo acquisire altre importanti realtà del mondo dell’autotrasporto, a partire da Gondrand, fondata nel 1866 e tra i fondatori della stessa Anita. Continua a leggere

Authority dei trasporti, Anita contesta il contributo richiesto a trasporti e logistica

“L’Autorità di regolazione dei trasporti ha avviato le procedure per la richiesta del contributo di finanziamento, includendo anche le imprese del settore dei trasporti e della logistica, ma la richiesta è ingiustificata, almeno secondo Eleuterio Arcese, presidente di Anita ( l’associazione nazionale delle imprese di autotrasporto merci e logistica che dal 1944 rappresenta le più grandi imprese del settore, in Italia e in Europa. e che aderisce a Confindustria) che in un comunicato stampa ha sottolineato come “il settore è già “regolato” da organismi quali l’Albo degli autotrasportatori e l’Antistrust, ai quali peraltro è dovuta una contribuzione annua.” Continua a leggere

Anita: “Il Governo la smetta col balletto dei soldi prima dati e poi tolti al trasporto”

“La notizia del taglio dei fondi destinati all’autotrasporto da parte della ragioneria dello Stato e l’immediata rassicurazione del ministro ai Trasporti Maurizio Lupi obbligano tutti noi a una attenta e seria riflessione. Non è più accettabile che l’autotrasporto debba assistere, ormai con andamento ciclico, all’assegnazione di risorse che, per un motivo o per un altro, vengono successivamente sottratte e poi, in tutto o in parte, riassegnate”. Ad affermarlo è il presidente di Anita, Eleuterio Arcese, secondo il quale “questo balletto, oltre a essere avvilente per la categoria, distoglie l’attenzione da quelle che sono le reali emergenze del settore, come il peso del costo del lavoro, che porta con sé gran parte delle criticità che rendono l’autotrasporto italiano non competitivo sui mercati”. Continua a leggere

Multe e cauzioni, adesso i camionisti italiani non sono più di “serie B”

“Finalmente non esiste più disparità di trattamento tra autotrasportatori italiani e stranieri in merito al pagamento della cauzione da versare nel caso di violazioni a alcune norme del Codice della strada, una disparità che penalizzava i trasportatori italiani favorendo la concorrenza estera. In questo modo sarà cancellata ogni discriminazione. La decisione della  Camera dei deputati di convertire in legge il Decreto “del fare” contenente, tra l’altro, una modifica all’articolo  202, del Codice della strada , così come chiesto da Conftrasporto e Confcommercio, rappresenta un importantissimo nuovo traguardo, raggiunto grazie all’impegno di queste due associazioni”. Continua a leggere

Ecobonus prorogato per i camion che viaggiano lungo le autostrade del mare

La Commissione europea ha autorizzato l’erogazione dell’Ecobonus, incentivo dato agli autotrasportatori per favorire il trasferimento delle merci dalla strada al mare. “L’autorizzazione a erogare gli incentivi riveste notevole importanza per il settore dell’autotrasporto e accresce il valore e l’attendibilità del sistema di aiuti per il trasferimento dei mezzi pesanti dalla strada al mare”, ha commentato Eleuterio Arcese presidente di Anita, l’associazione italiana che rappresenta le più grandi imprese di autotrasporto in Italia ed Europa, ” e  questa è una conclusione che soddisfa le aspettative del settore”. Continua a leggere

Troppe imprese, malavita, conflitti: ecco tutti i mali dell’autotrasporto

Delusione e rabbia: sono questi i sentimenti più diffusi tra gli imprenditori, per il tempo e le opportunità che si sono perse a causa di chi non ha pienamente compreso la centralità e il ruolo strategico della logistica e dei trasporti”. Ad affermarlo è stato Eleuterio Arcese, presidente di Anita, l’associazione nazionale trasporti automobilistici, intervenendo all’assemblea generale dell’associazione che si è svolta a Firenze. “L’industria della logistica”, ha aggiunto Arcese, “può fare da traino per l’economia e va sostenuta, ma soprattutto va accompagnata da un riassetto del mercato dell’autotrasporto. Continua a leggere

“Il tavolo sull’autotrasporto sta andando avanti. Sono ottimista”

Il lavoro del tavolo a tre sull’autotrasporto, che coinvolge governo, committenza e autotrasportatori, “non è ancora concluso, sta andando avanti. Quindi il giudizio andrebbe dato alla fine”. A sottolinearlo, in occasione dell’assemblea generale di Anita, è il sottosegretario ai Trasporti Bartolomeo Giachino (nella foto), che si dichiara “ottimista” sull’esito del confronto e ritiene che non “possiamo limitarci a dare un giudizio sull’oggi”. In merito allo stato di difficoltà in cui versa il settore, “noi stiamo cercando di uscire da questa situazione”, frutto “delle politiche degli ultimi vent’anni”. Continua a leggere

Arcese: “I costi minimi non risolvono i problemi del trasporto”

“L’autotrasporto italiano deve diventare competitivo, organizzato ed efficiente e noi imprenditori dobbiamo essere gli artefici del cambiamento”. Con queste parole il presidente di Anita, Eleuterio Arcese, ha aperto l’assemblea generale dell’associazione. Puntando il dito contro il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino, per la grave situazione di difficoltà in cui versa il settore, Arcese chiede al governo “riforme serie, strutturali e coraggiose”. Continua a leggere

Arcese resterà alla guida di Anita anche per i prossimi tre anni

Eleuterio Arcese resterà alla guida di Anita anche per il prossimo triennio. Confermati anche i vice presidenti Sergio Bertani, Natale Mariella, Renzo Muratore, in qualità di vicario, e Marcello Pigliacelli. Lo ha deciso lunedì l’assemblea privata dell’associazione aderente a Confindustria. “L’assemblea”, si legge in un comunicato stampa, “ha anche approvato le linee programmatiche per il triennio 2011-2013 dove gli accordi di settore possono rivestire un ruolo prioritario per definire e regolare i rapporti tra le parti”. Continua a leggere