Caro benzina, gli americani scoprono la bici: fanno faville i marchi italiani

Secondo i dati della National Bicycle Dealers Association della California, ogni anno negli Stati Uniti si vendono circa 18 milioni di biciclette, un trend in continua crescita negli ultimi 30 anni (+2,24 per cento per le importazioni dall’estero nel 2011). Merito di una nuova coscienza ecologica o forse colpa del prezzo della benzina, in impennata anche negli Usa. Basti pensare che un gallone (quasi quattro litri) negli Anni 80 costava 1 dollaro, mentre oggi costa quattro volte tanto. Continua a leggere

Tornano i rapper di “Ga el Suv”, ma nella versione tirolese

Dopo aver simpaticamente ironizzato sui comportamenti di chi fa un utilizzo improprio dei Suv di grandi dimensioni, l’attenzione della Škoda si sposta su temi decisamente attuali: l’ecologia e la tutela ambientale. Lo spot mette in luce le caratteristiche della Yeti GreenLine, un modello che grazie al motore 1.6 TDI CR 105 CV (77 kW) e a diversi accorgimenti – tra cui il sistema Start/Stop, il dispositivo per il recupero dell’energia in fase di frenata e alcune modifiche aerodinamiche apportate alla carrozzeria – risulta particolarmente “pulito” ed efficiente. Continua a leggere

Auto elettrica, gli italiani la vogliono comprare. A patto che…

Per ora sono delle rarità, ma in futuro le città d’Italia potrebbero essere piene di auto elettriche. Tre italiani su quattro stanno infatti prendendo in esame la possibilità di passare a un veicolo a zero emissioni. Per farlo, però, ritengono fondamentale la presenza di incentivi in favore della vendita di auto “verdi”, come previsto dall’Ue che entro il 2030 intende ridurre del 50 per cento le auto convenzionali favorendo il mercato delle green car. Il dato emerge dal Dealer Day di Veronafiere. Continua a leggere

L’Italia crede nell’auto elettrica, nel 2012 la legge sugli incentivi

Entro la fine dell’anno l’Italia potrebbe avere una legge che incentiva l’acquisto di auto elettriche. Un beneficio esteso anche alle altre vetture che contribuiscono a ridurre le emissioni inquinanti. È quanto emerge dall’audizione delle Commissioni Trasporti e Attività produttive che si è svolta martedì nella sede di Nissan Italia, la casa automobilistica nipponica che inizierà proprio a fine 2011 la commercializzazione della sua auto elettrica, la Leaf. Il provvedimento, ha spiegato il presidente della Commissione Trasporti, Mario Valducci (Pdl), potrebbe essere approvato alla Camera prima dell’estate, per poi passare al Senato. “Io sarei già molto soddisfatto se entro 12 mesi potesse diventare legge, anche perché se vedesse la luce tra fine anno e i primi mesi del 2012 sarebbe in linea con la prevista commercializzazione in Italia di diverse auto elettriche”, ha commentato Valducci. Continua a leggere

Kia Green Scout Cup 2011, parte il trofeo monomarca per auto a Gpl

Partirà il prossimo fine settimana, il 9 e 10 aprile, sul circuito Daniel Bonara di Franciacorta (provincia di Brescia) la Kia Green Scout Cup, trofeo monomarca promosso da Kia Motors Italia e BRC Gas Equipment con l’obiettivo di mettere d’accordo la passione per la velocità e l’ecologia. Un trofeo realmente “verde” visto che le 15 Kia Venga protagoniste delle gare sono alimentate a Gpl. Continua a leggere

Matteoli: “È difficile tornare al trasporto delle merci su ferrovia”

“Non me la sento di prendere un impegno forte sulla funzionalità delle ferrovie nel trasporto merci”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, in audizione in commissione Lavori pubblici del Senato aggiungendo che “è difficile tornare al trasporto su rotaie”, soprattutto dopo averne parlato anche con alcuni omologhi ministri europei. Matteoli ha detto di credere “molto nelle autostrade del mare e non averle incentivate in questi anni è stato sbagliato”. Comunque, ha rilevato, “pedaggiare alcune strade può favorire” il trasferimento del trasporto delle merci. Le parole di Matteoli hanno immediatamente provocato una serie di reazioni. Continua a leggere

Al Salone di Ginevra le supercar abbinano prestazioni ed ecologia

Le case automobilistiche non restano con le mani in mano. Per contrastare la continua ascesa del prezzo del petrolio, i costruttori internazionali puntano sul “verde” e sulle basse emissioni. La dimostrazione concreta arriva dal Salone di Ginevra dove praticamente in tutti gli stand è esposto un modello elettrico o ibrido. Una tendenza che non riguarda solamente le utilitarie, ma che coinvolge anche le vetture più prestigiose, come Bmw, Mercedes, Audi e Rolls Royce (clicca qui per leggere l’articolo sulla Rolls Royce elettrica). Anche Porsche investe sull’ecologia, tanto che a Ginevra ha portato la Boxster E (nella foto), con due motori elettrici per 245 Cv totali di potenza, e la Panamera S Hybrid che abbina lusso, sportività, bassi consumi (6,8 litri/100 km) ed emissioni pari a 159 g/km di CO2. Ecologia sì, ma le supercar non rinunciano affatto a mostrare i muscoli. Continua a leggere

L’extralusso diventa ecologico, arriva la Rolls Royce elettrica

Solo in pochi possono permettersi il lusso di avere una Rolls Royce. Gente che non ha problemi di liquidità. A loro se la benzina costa qualche centesimo in più o in meno non importa. E non sarà sicuramente quella la motivazione che li porterà ad acquistare l’ultima trovata della prestigiosa casa automobilistica britannica: una Rolls Royce elettrica, una limousine con il cuore verde. L’auto, derivata dalla Phantom, è stata presentata al Salone di Ginevra e l’amministratore delegato Torsten Muller Otvos l’ha salutata come “la prima del mondo per il segmento extralusso”. Costerà un milione di sterline, batterie incluse. Non proprio una bazzecola, soprattutto se pensiamo che un modello a benzina costa “solo” 300mila sterline. Continua a leggere

I camion per il trasporto rifiuti saranno completamente elettrici

La questione rifiuti tiene banco da tempo in Italia per via del cosiddetto “Caso Napoli” e per il Sistri. Inoltre, gli ambientalisti lamentano che spesso per trasportare i rifiuti si produca moltissimo inquinamento. Un dato che vale sia per muovere grosse quantità di pattume verso siti di stoccaggio, discariche e forni, sia per la raccolta dei sacchi dalle case e dagli esercizi. Ma ora potrebbe arrivare una svolta “eco” nel mondo di chi muove i rifiuti, quantomeno su tragitti limitati. Dow Kokam, azienda che produce batterie tecnologicamente avanzate, e Pvi, ditta specializzata nello sviluppo e nella produzione di veicoli industriali di dimensioni piccole e medie per il trasporto e il lavoro in città, hanno infatti annunciato un accordo per la fornitura di sistemi a batteria ad avanzata tecnologia ai polimeri di litio per l’alimentazione dei primi camion per rifiuti interamente elettrici. Continua a leggere

Altro che guida spericolata, quanto risparmia il pilota-ecologico

L’abilità alla guida fa risparmiare. Secondo uno studio di Fiat Automobiles un comportamento di guida ecologico può infatti contribuire in modo decisivo alla riduzione dei consumi e delle emissioni, ma può anche fare spendere meno. Quanto? Secondo le analisi, in un ciclo di vita dell’auto, calcolata in circa sette anni e mezzo, il risparmio sarebbe di 1.600 euro. Non poco, al quale vanno aggiunte le tre tonnellate di Co2 emesse in meno.  Continua a leggere