Più camion sulle autostrade italiane. Ma è allarme per la crescita degli incidenti

Aumentano i camion che viaggiano sulle autostrade italiane. Nel primi nove mesi del 2015 il traffico dei veicoli pesanti è cresciuto del 3,3 per cento rispetto allo stesso periodo del 2014. I dati, elaborati dal centro ricerche Continental Autocarro sulle statistiche Aiscat, sono in linea con quelli relativi all’andamento del traffico generale, cresciuto nello stesso periodo del 3,2 per cento. Ma c’è un aspetto che fa suonare un campanello d’allarme. È quello relativo agli incidenti. Continua a leggere

Pneumatico dell’anno: tra i veicoli commerciali vince Continental

L’HD Hybrid di Continental ha vinto il premio di “pneumatico dell’anno 2011” in Spagna. L’ambito riconoscimento, assegnato dal 2000, va a Continental per la quarta volta. HD Hybrid si è imposto nella categoria “pneumatici per veicoli commerciali” davanti al Bridgestone Ecopia, al Goodyear Marathon LHT II, all’Hankook E-Cube, al Pirelli ST:01 e al Dunlop SP 244. Continua a leggere

Autocarri, nel 2010 sono crollate le immatricolazioni: -19,2 per cento

Nel 2010 le immatricolazioni di autocarri per il trasporto merci di portata superiore a 3,5 tonnellate sono state 7.332, il 19,2 per cento in meno rispetto al 2009. I dati sono stati diffusi dal Centro Ricerche Continental Autocarro, che ha preso in esame anche i valori relativi agli autobus, per i quali il trend è invece in crescita: +9,6 per cento. Quello degli autocarri è un dato particolarmente negativo, soprattutto se confrontato con quello del mercato automobilistico (-9,2 per cento secondo l’Unrae), e con quello dei veicoli commerciali leggeri (+6,2 per cento). Continua a leggere

Ecologici ed economici, l’Italia viaggia su pneumatici ricostruiti

In Italia quasi uno pneumatico usato ogni cinque viene ricostruito. Un valore che, a differenza di quello che avviene negli altri maggiori Paesi europei, è in continua crescita. La percentuale di pneumatici destinati alla ricostruzione sul totale degli pneumatici usati era del 14 per cento nel 2006, del 15 nel 2007, del 16,6 nel 2008 e del 19 per cento nel 2009. L’Italia si colloca così al di sopra della media dei cinque maggiori Paesi europei (10,1 per cento). I dati emergono da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Etrma (European Tyre and Rubber Manifacturers’ Association). Continua a leggere

I camion si fermano meno
se gli pneumatici durano di più

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kgTbU5PNlzY[/youtube]

Qual è la causa principale per cui un Tir deve restare fermo? Un guasto meccanico? No, la manutenzione degli pneumatici. Oltre due terzi dei tempi di fermo dei moderni veicoli commerciali sono dovuti alla manutenzione degli pneumatici. “Più riusciamo a prolungare il tempo tra una sostituzione e l’altra degli pneumatici, più impediamo che i camion debbano restare fermi e più diamo un vantaggio alle imprese di autotrasporto”, spiega Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental Cvt Italia.

Inquinatori? No, grazie
Così Continental aiuta l’ambiente

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_Drquiak6Vs[/youtube]

Con 190 stabilimenti nel mondo che producono pneumatici, Continental è potenzialmente uno dei grandi “inquinatori” a livello mondiale. In realtà proprio il colosso mondiale della produzione di pneumatici dimostra una grande attenzione alla tutela ambientale, come spiega Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental Cvt Italia.

Continental, trasporto da record:
utilizzati più di 2000 pneumatici

Come trasportare un impianto per la distillazione del petrolio del peso di oltre 15mila tonnellate, con precisione e, soprattutto, sicurezza?  Certamente utilizzando la massima professionalità unitamente ad attrezzature e componenti di elevata qualità. Una sfida raccolta e conclusa con successo da una società belga che ha utilizzato più di 560 unità di trasporto motorizzate, per un totale 9400 cavalli di potenza, e da Continental Cvt che ha equipaggiato i moduli di trasporto per un totale di ben 2.160 pneumatici industria. Un vero record, non solo dal punto di vista del numero delle coperture impiegate, bensì di resistenza al carico che ha raggiunto valori di circa 10 tonnellate per pneumatico. Continua a leggere

Autotrasporto, Continental presenta le novità in tutta Italia

Un camion attrezzato come una futuristica sala di esposizioni, che percorrerà l’Italia per mostrare le proposte tecniche e di gestione per l’autotrasporto realizzate da Continental. In questo modo la divisione Pneumatici Autocarro di Continental vuole confrontarsi con i propri clienti presentando loro le innovazioni di prodotto e di servizio che ha sviluppato con l’obiettivo, come recita lo slogan che accompagna questo tour, di raggiungere i “più bassi costi di guida”, e al contempo di migliorare anche l’impatto ambientale e sociale delle aziende di autotrasporto. Continua a leggere

Con Continental Hd-Hybrid la realtà ha superato l’immaginazione

Non fare compromessi e non rinunciare a nulla è possibile. È possibile avere una lunga durata chilometrica, maggiore sicurezza, più silenziosità, trazione elevata anche in condizioni invernali, minori consumi e minori emissioni. Tutto questo è possibile grazie a HD-Hybrid, l’ultimo pneumatico creato da Continental, presentato oggi a Milano. Disponibile nelle misure principali per l’asse trattivo di camion e autobus, l’HD-Hybrid di Continental dimostra che esigenze tecniche fino a ora in conflitto possono essere combinate armonicamente. Continua a leggere

Benzina, in otto mesi diminuite di oltre un milione le emissioni di Co2

Da gennaio ad agosto le emissioni di Co2 derivanti dall’utilizzo dei carburanti per autotrazione sono diminuite di 1.340.373 tonnellate. I dati derivano da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati del Ministero dello Sviluppo Economico. In termini percentuali il calo è dell’1,8 per cento ed è determinato esclusivamente dalla benzina. Le emissioni provocate da questo tipo di carburante sono infatti diminuite anche ad agosto, -4,6 per cento, confermando un trend negativo che dura da tutto il 2010, con gennaio (-9,5 per cento) e maggio (- 8,6 per cento) che hanno fatto segnare i valori più alti. Diverso invece il dato delle emissioni di Co2 provocate dall’uso del gasolio, sostanzialmente in pari rispetto al 2009. Continua a leggere