Mercato dell’auto in crisi, il 30 per cento dei concessionari rischia di chiudere

Il 30 per cento dei concessionari rischia di chiudere i battenti entro fine anno. L’allarme arriva da Federauto, la federazione del settore, dopo i dati resi noti lunedì che segnano un crollo del mercato dell’auto nei primi sei mesi dell’anno (clicca qui). Secondo il vicepresidente Mario Beretta, che è intervenuto al convegno ‘Il mercato dell’auto al giro di boa del 2012’ a Bologna, la fine di quest’anno “metterà tutti noi a durissima prova” tanto che è “ipotizzabile che il 30 per cento dei concessionari sarà costretto ad abbandonare il business”.  Continua a leggere

Harley-Davidson, nel fine settimana l’open day per scoprire la gamma 2012

La nuova gamma Harley-Davidson 2012 è stata da poco annunciata e già si moltiplicano le richieste da parte di appassionati e curiosi di poterla ammirare dal vivo, ma soprattutto di poterla provare. La filosofia aziendale punta proprio a questo. Lasciare che la moto parli di sé attraverso la prova sul campo, la guida. Un principio che ha spinto Harley-Davidson Italia a programmare per il weekend del 24-25 settembre un grande open day, vera e propria vetrina della gamma 2012.  Continua a leggere

Vecchie concessionarie Fiat addio, arriva il progetto “Rete Italia”

Concessionari Fiat addio. Arriva una vera e propria rivoluzione, l’ennesima dell’era Marchionne. Gli attuali concessionari stanno infatti ricevendo una lettera con la disdetta degli attuali contratti di concessione. Il preavviso è di 2 anni. Fiat Group Automobiles S.p.A ha avviato il progetto “Rete Italia”, per lo sviluppo di un nuovo modello distributivo sull’intera rete di vendita e assistenza Fiat, Alfa Romeo, Fiat Professional e Abarth. Continua a leggere

Altro che ripresa, ad aprile il mercato dell’auto resta nel baratro

Era considerato il mese cruciale per capire se il mercato dell’auto si stava riprendendo. Finiti i confronti con un mercato “drogato” dagli incentivi, dal mese che si è appena concluso in molti si aspettavano segni di rinascita. Invece, tra la sorpresa di molti analisti, è arrivato un calo del 2,24 per cento. Un altro segno meno, il 13° consecutivo, ancora più grave perché confrontato con un aprile 2010 particolarmente debole. I dati sono decisamente preoccupanti, con il numero di  immatricolazioni (157.309) più basso da 16 anni, dal 1995. Continua a leggere

Riparte da Ravenna “The Legend On Tour”, il giro d’Italia in Harley

Riparte sabato 19 e domenica 20 marzo da Ravenna e Viterbo “The Legend On Tour”, l’evento itinerante giunto alla settima edizione che porta il mondo Harley-Davidson nelle piazze italiane. L’apertura di stagione coincide con il primo fine settimana dello Spring Break, un “porte aperte” di nuova generazione che prevede dieci giorni di eventi nelle concessionarie Harley. Anche perché come ogni anno la casa americana presenta una nuova gamma di modelli con due novità assolute, la Softail Blackline e la Sportster 1200 Custom. Continua a leggere

Mercato auto, il 2011 inizia in calo: immatricolazioni a -20,71%

Il 2010 è finito male e il 2011 non è cominciato molto meglio. Secondo i dati diffusi dal Ministero della Infrastrutture e dei Trasporti, a gennaio le nuove immatricolazioni di auto sono scese, rispetto allo stesso mese del 2010, del 20,71 per cento (164.356 unità). Un tonfo, anche se bisogna mettere sul piatto della bilancia il fatto che a gennaio dello scorso anno c’erano ancora gli incentivi. Sarà così anche per febbraio e marzo. È per questo che, almeno per il primo trimestre dell’anno, gli osservatori vedono “nero”. Ma anche nei mesi successivi il recupero non è affatto certo. Continua a leggere

Guai a quattro ruote, nel 2010
richiamate 20 milioni di auto

In tutto il 2010 le case automobilistiche hanno richiamato 20 milioni di vetture. È la cifra più alta dal 2004, quando le auto riportate in assistenza furono ben 30,8 milioni. I dati sono stati diffusi dal Wall Street Journal, che cita un’analisi dell’Associated Press sui dati del Dipartimento dei Trasporti americano. Leader in questa classifica poco piacevole è Toyota, che ha richiamato quest’anno 7,1 milioni di veicoli ed è stata multata dal governo americano per 48,8 milioni di dollari per la gestione dei richiami dal 2004 in avanti. General Motors ha richiamato 4 milioni di auto, Honda e Nissan oltre due milioni ciascuna. Continua a leggere

Blocchi agli acquisti da gennaio, a Pechino si scatena la corsa all’auto

È una vera e propria caccia all’auto quella che si è scatenata in questi giorni a Pechino. L’annuncio che dal primo gennaio saranno introdotte delle limitazioni all’acquisto di automobili ha infatti innescato una corsa all’acquisto. Secondo il quotidiano China Daily nella prima settimana di dicembre sono stati venduti 20mila veicoli, il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Continuando di questo passo, dicembre potrebbe andare in archivio con la cifra record di 100mila auto vendute, superiore al già impressionante dato di novembre, con 96mila auto vendute. Valori decisamente diversi da quelli europei, dove il mercato continua a far registrare percentuali in calo. Continua a leggere

Ottobre rosso per il mercato auto,
vendite in calo del 30 per cento

È un ottobre da dimenticare per il mercato dell’auto. Secondo i dati diffusi dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le immatricolazioni sono state 139.740, il 28,82 per cento in meno rispetto a ottobre 2009. È la flessione più pesante da inizio anno – a settembre il calo era stato del 18,89 per cento – con valori ai minimi dal 1995. Sui dieci mesi le immatricolazioni hanno fatto segnare un calo del 6,95 per cento, a 1.683.119 unità. In questo contesto Fiat Group Automobiles perde ancora terreno, con un capitombolo pesante sulle vendite (-39,9 per cento, a 38.383 unità) e una quota al 27,5 per cento, mai così in basso da agosto 2005. Continua a leggere

Sotto quel ponte il camion non passa: distrutte tre auto a Treviso

Può succedere che un gruppo di automobili facciano un incidente senza che nessuna di queste sia guidata da un conducente? La risposta è sì, basta guardare la foto del portale Oggitreviso.it che descrive un fatto di cronaca. Il protagonista dello scontro è un autotrasportatore sloveno. L’uomo era alla guida di una bisarca, i camion che trasportano automobili. Alle 15.30 di giovedì il mezzo è rimasto incastrato sotto un ponte in viale IV Novembre, a Treviso. Il camionista sloveno non aveva evidentemente calcolato bene le altezze, la peggio è così toccata alle auto nuove che lo sloveno avrebbe dovuto consegnare a una concessionaria. Continua a leggere