Trasporto aereo in crisi. L’Enac: “Monitorare i vettori con costanza”

Il trasporto aereo nazionale “evidenzia un generale stato di sofferenza”. Anche se la situazione al momento non desta preoccupazione in termini di operatività dei vettori aerei, “giustifica un innalzamento del livello di attenzione nell’ottica della prevenzione finalizzata al mantenimento delle condizioni patrimoniali degli operatori”. La diagnosi è contenuta nella relazione illustrata dal direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, al cda dell’ente e rilanciata dall’Agenzia di stampa Agi. Continua a leggere

Ryanair paghi tasse e contributi in Italia. Assaereo: “Ha troppi vantaggi”

Le compagnie aeree straniere che operano con continuità in Italia paghino tasse e contributi nel nostro Paese. È questo il senso di una lettera che Assaereo ha scritto al governo per chiedere modifiche da inserire nel decreto Sviluppo bis. L’associazione nazionale delle compagnie aeree chiede “una norma che obblighi anche le compagnie straniere a pagare le tasse e i contributi previsti nel Paese presso cui hanno una operatività continuativa, con collegamenti interni, tutelando i lavoratori, ripristinando le condizioni per una sana concorrenza e consentendo allo stesso tempo maggiori entrate fiscali a beneficio dello Stato e della collettività”. Continua a leggere

Biancheria intima, dentiere e fedi nuziali: in aereo si dimentica proprio di tutto

Libri, cellulari, giornali o riviste. Ma anche fedi nuziali, dentiere e biancheria intima. Sono questi alcuni degli oggetti lasciati a bordo degli aerei. Forse per la fretta di tornare a terra o per semplice distrazione, ma i viaggiatori lasciano tra le nuvole di tutto e di più. Secondo un sondaggio realizzato da Skyscanner, portale per la ricerca di voli, sono tantissimi i passeggeri che lasciano un ricordino sull’aereo. La dimenticanza più comune è il libro (18 per cento), seguito da telefoni cellulari (9 per cento), riviste o giornali (8 per cento) e un capo d’abbigliamento (8 per cento).  Continua a leggere

Biglietti aerei più chiari, nei prezzi online le commissioni per la carta di credito

Il prezzo che si deve pagare per il volo aereo sarà chiaro da subito. Fin dai primi passi della prenotazione. Entro il primo dicembre 2012 tutte le compagnie aeree operanti in Italia riporteranno nelle proprie comunicazioni commerciali e nei rispettivi sistemi di prenotazione e acquisto on line il prezzo dei biglietti aerei offerti comprensivo anche del costo per il pagamento con carta di credito/debito. È il risultato di un’azione dell’Antitrust sul mercato attraverso 17 procedimenti (11 di accertamento e sei di inottemperanza).  Continua a leggere

Incidenti in aereo sempre più rari, il 2011 è stato l’anno migliore della storia dei voli

Certo, il paragone non è fatto con i tempi di Icaro o con quelli degli esperimenti di Leonardo o dei fratelli Wright, quando gli incidenti aerei si contavano su un dito di una mano, ma su tempi decisamente più recenti. Comunque il 2011 si è rivelato l’anno più sicuro della storia del trasporto aereo, con una riduzione del numero delle vittime del 40 per cento – come scrive Tmnews.it – rispetto ai 12 mesi precedenti (486 morti contro 786 del 2010): lo ha annunciato l’Associazione Internazionale per il Trasporto aereo (Iata).  Continua a leggere

L’incubo di chi viaggia in aereo? Avere un bebè a bordo

L’incubo peggiore per chi viaggia in aereo è avere un neonato (in braccio a mamma o papà) sul sedile di fianco. Il pianto del bebè, infatti, disturba più dello scarso spazio per le gambe quando il passeggero davanti reclina il sedile e dei colpi che invece può assestare nella schiena il passeggero dietro. È quanto risulta da un sondaggio di TripAdvisor condotto su un campione di oltre di 9.000 viaggiatori, di cui 3.000 italiani. Nell’indagine sono state analizzate anche le compagnie aeree. Continua a leggere

Nuovo software per i body scanner, test a Fiumicino e Malpensa

È ripresa lunedì la sperimentazione dei body scanner all’aeroporto di Roma Fiumicino. Si tratta degli L3 ProVision, macchinari che utilizzano tecnologia a onde millimetriche attive, già impiegati lo scorso anno durante la prima fase della sperimentazione. Ora, il via ai nuovi test, con un software aggiornato. Da venerdì 13 maggio gli stessi dispositivi saranno utilizzati anche all’aeroporto di Milano Malpensa. Continua a leggere

Treni, sarà più facile prenotare i biglietti per i viaggi in Europa

Sarà più facile prenotare un biglietto del treno per viaggiare tra i diversi Paesi europei: lo prevede un regolamento approvato la scorsa settimana dalla Commissione Ue che intende migliorare la pianificazione dei viaggi e l’emissione dei biglietti con una standardizzazione dei dati relativi ai prezzi e agli orari. Come ha spiegato la Commissione europea, le principali informazioni necessarie alla prenotazione e all’emissione dei biglietti saranno interoperabili e quindi potranno essere scambiate tra le imprese ferroviarie di tutta Europa e tra i venditori dei biglietti. Continua a leggere

Alitalia punta su Air One, tariffe e servizi per tutte le esigenze

Una compagnia aerea low cost ma anche tradizionale, con servizi che possono accontentare tutte le esigenze. E, soprattutto, adatti a tutte le tasche. Alitalia punta su Air One sviluppando una serie di strategie. Alla base del nuovo modello, si legge in una nota, vi sono il sito Internet (www.flyairone.it)  con un sistema di prenotazione e vendita che consente maggiore flessibilità. Tre le nuove classi tariffarie cui corrispondono diversi livelli di servizio: Continua a leggere

Aerei, il prezzo del petrolio dimezzerà gli utili delle compagnie

Non sono solamente gli automobilisti e i camionisti a piangere per i continui aumenti dei prezzi dei carburanti. Secondo la Iata, infatti, a causa dell’incremento del prezzo del petrolio, i guadagni delle compagnie aeree quest’anno saranno notevolmente inferiori rispetto al 2010, praticamente dimezzati L’associazione internazionale che rappresenta 232 aviolinee ha rivisto al ribasso le previsioni di utili netti del settore a 8,6 miliardi di dollari dai 9,1 miliardi stimati a dicembre scorso. Una riduzione del 46 per cento rispetto ai 16 miliardi guadagnati nel 2010. Dovrebbe invece aumentare la domanda di trasporto passeggeri, dal 5,2 al 5,6 per cento, grazie alla previsione di incremento del Pil globale. Continua a leggere