Tir sempre più grandi, bisonti da 25 metri sulle autostrade italiane?

Si torna a parlare dei Megatruck. Ma questa volta i maxi Tir in questione diventano ancora più grandi: da 18 a 25 metri. L’utilizzo dei Megatruck ha già da tempo destato l’interesse non solo di alcune imprese del settore trasporto e logistica, ma anche del mondo della produzione, intesa nel modo più ampio possibile. Ricordiamo infatti il “Progetto 18”, presentato nel corso dell’edizione 2009 del Transpotec Logitec, con il quale si proponeva di consentire l’utilizzo nel sistema trasporti su strada italiano di veicoli di 18 metri di lunghezza, giustificando l’operazione con l’incremento di competitività delle imprese a fronte una maggiore capacità di carico, e di una diminuzione del numero di veicoli in circolazione. Continua a leggere

A Bergamo auto troppo vecchie, inquinanti sei macchine su dieci

Gli Euro 5 sono una vera e propria rarità, gli Euro 4 sono pochi e così il parco macchine della Bergamasca è pieno di veicoli inquinanti. È quanto sostiene L’Eco di Bergamo di mercoledì che snocciola numeri preoccupanti per l’ambiente: il 62 per cento della auto che circolano sulle strade di Bergamo e provincia sono di vecchia generazione, da Euro 0 a Euro 3. “Nel corso degli ultimi anni”, scrive l’Eco, “la nostra provincia ha fatto passi importanti sul fronte della riduzione dei mezzi compresi fra la classe 0 e 3, ma in questi ultimi mesi ha subito una sostanziale battuta d’arresto”. Continua a leggere

Rinviato lo sciopero, giovedì
e venerdì trasporti pubblici regolari

Tra giovedì sera e venerdì treni, bus, metropolitane e tram circoleranno regolarmente. Lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale e ferroviario è infatti stato rinviato al 21 e 22 ottobre dopo la ripresa della trattativa per il contratto unico della mobilità. Il rinvio è stato apprezzato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che auspica come “i prossimi giorni siano utili per trovare un’intesa definitiva nell’interesse dei lavoratori e della collettività”. Continua a leggere

L’Aci sui cantieri, la sicurezza
per la circolazione è migliorata

Molti automobilisti e camionisti quando li incontrano per strada si innervosiscono. Per i disagi che provocano e, almeno fino a qualche tempo fa, per la pericolosità. Ma ora le cose sono cambiate. I cantieri stradali non presentano più le criticità del passato per la circolazione e le ripercussioni sul traffico sono piuttosto limitate. È quanto emerge dalla prima indagine sui cantieri stradali urbani realizzata dall’Aci e da altri 16 Automobile Club europei nell’ambito del programma EuroTest della Federazione Internazionale dell’Automobile. Continua a leggere

Esodo, il bilancio di Matteoli: “Pochi disagi e meno incidenti”

È vero, code e rallentamenti ci sono stati, ma nessun blocco ha fermato la circolazione sulla rete stradale e autostradale italiana nei 45 giorni di esodo estivo. Sono soddisfatti il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, e il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, anche perché quest’estate ci sono stati meno disagi e, soprattutto, meno incidenti. “Sia l’esodo che il controesodo estivo”, ha detto Matteoli, “si sono svolti in condizioni più che accettabili considerata la crescita del traffico rispetto allo scorso anno. Credo che questa notizia, unita alla diminuzione degli incidenti e dei morti nel periodo, sia un risultato da cogliere positivamente, nella consapevolezza che dobbiamo tutti, ai vari livelli di responsabilità, proseguire in questo non facile lavoro. Ringrazio tutti coloro che hanno dedicato impegno e passione per raggiungere gli obiettivi prefissati”. Continua a leggere

Biocarburanti e limiti di velocità,
così si riducono le emissioni di Co2

“Il settore dei trasporti europei potrebbe ridurre le emissioni di gas a effetto serra di circa il 90 per cento entro il 2050, grazie all’adozione dei biocarburanti, rinunciando al motore a combustione interna e riducendo i limiti di velocità”. Lo scrive l’agenzia di stampa internazionale Reuters citando uno studio diffuso dalla Commissione Europea. Continua a leggere

Si abbassa il livello del Po, riaperto
il ponte provvisorio a Piacenza

È stato riaperto alle 13 di lunedì il ponte provvisorio sul Po a Piacenza. La struttura era stata chiusa lo scorso 5 maggio a causa delle abbondanti piogge che avevano provocato l’innalzamento del livello del fiume. La riapertura è stata disposta dall’Unità di Crisi istituita alla Prefettura di Piacenza. Nel corso di una riunione sono stati esaminati i dati dell’Aipo (Agenzia Interregionale per il Po), che hanno mostrato un decremento del livello del fiume Po: l’Unità di Crisi ha quindi deciso di riaprire il collegamento al traffico tra Piacenza e San Rocco al Porto (Lodi). Attualmente, infatti, il livello del fiume Po è inferiore ai 3 metri e 50 sopra lo zero idrometrico e quindi al di sotto di questo limite è possibile ripristinare l’esercizio del ponte.

Il maltempo fa esondare il Lago
di Como: ora si contano i danni

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IBs3U-c3z5I[/youtube]

Le grandi piogge hanno creato danni gravi al Nord Italia. Come mostra il video girato da Gisella, giovedì è esondato il Lago di Como, proprio nella zona della città capoluogo. Il bacino lariano, a forma di ipsilon rovesciata, ha come principale affluente il fiume Adda, che esce dal ramo di Lecco, mentre il ramo comasco è chiuso. Proprio la città di Como, così, quando il livello del lago si alza, deve pagare le conseguenze maggiori. Nelle immagini la situazione di piazza Cavour sul lungolago, dove il traffico è stato ridotto da tre a una sola corsia. Deviati tutti i mezzi pubblici. Il lago ha portato su strade e marciapiedi anche alcune tonnellate di detriti. Fortunatamente, con il ritorno del sole, la situazione sta lentamente tornando alla normalità. Si apre ora un’altra fase: quella della conta dei danni.

Codice della strada, un’odissea
che dura da più di tre anni

Facendo un paragone con la strada si può dire che il disegno di legge ha trovato traffico. Molto traffico, praticamente è rimasto imbottigliato. Tre anni: è questo il tempo che è trascorso dalla presentazione dell’allora disegno di legge Bianchi (il ministro dei Trasporti del governo Prodi) riguardante trasporto di merci, circolazione stradale, sicurezza e patente. Argomenti che sono ancora lì, a ballare tra Camera e Senato. Una storia che prova a riassumere la Fondazione Luigi Guccione, ente morale vittime della strada. Continua a leggere

In Finlandia i treni circolano regolarmente, anche a -30°

In molte zone d’Italia, le nevicate di questi giorni hanno mandato in tilt i treni. Corse cancellate, convogli in ritardo di ore e tanti disagi. Ma come è la situazione in un Paese come la Finlandia che deve fare i conti con temperature molto più rigide delle nostre e nevicate che sono all’ordine del giorno? Continua a leggere