Un’asta online per trasportare merce, Shiply arriva in Italia

Dal singolo consumatore alla grande impresa di produzione: sono questi  i potenziali utenti di Shiply, una piattaforma informatica che raccoglie offerta e domanda di trasporto a 360 gradi, e che utilizza un modello di gestione del tutto simile a una asta. Shiply permette agli utenti in ricerca di un servizio di trasporto, imprese o privati, di inserire un annuncio contenente l’indicazione degli articoli che intendono spedire. In breve tempo questi ricevono il preventivo per il servizio dalle imprese di trasporto iscritte, interessate all’effettuazione del carico. Ora, come si può verificare consultando il sito web, il servizio è disponibile anche in Italia. Continua a leggere

2010, decolla il trasporto aereo: passeggeri +8,2% e merci +20,6%

Il mondo ha ripreso a volare. Secondo le statistiche della Iata (l’associazione internazionale del trasporto aereo), nel 2010 la domanda di trasporto passeggeri è cresciuta dell’8,2 per cento, mentre per le merci l’incremento è stato addirittura del 20,6 per cento. La crescita della domanda ha superato l’aumento della capacità del 4,4 per cento per i passeggeri e dell’8,9 per cento per il settore cargo e il coefficiente medio di carico passeggeri per l’anno è stato del 78,4 per cento, con un miglioramento di 2,7 punti percentuali rispetto al 2009. Per le merci il coefficiente di carico ha visto un incremento di 5,2 punti percentuali con il 53,8 per cento. Continua a leggere

Tir sempre più grandi, bisonti da 25 metri sulle autostrade italiane?

Si torna a parlare dei Megatruck. Ma questa volta i maxi Tir in questione diventano ancora più grandi: da 18 a 25 metri. L’utilizzo dei Megatruck ha già da tempo destato l’interesse non solo di alcune imprese del settore trasporto e logistica, ma anche del mondo della produzione, intesa nel modo più ampio possibile. Ricordiamo infatti il “Progetto 18”, presentato nel corso dell’edizione 2009 del Transpotec Logitec, con il quale si proponeva di consentire l’utilizzo nel sistema trasporti su strada italiano di veicoli di 18 metri di lunghezza, giustificando l’operazione con l’incremento di competitività delle imprese a fronte una maggiore capacità di carico, e di una diminuzione del numero di veicoli in circolazione. Continua a leggere

La Lega Nord chiede più controlli
per gli autotrasportatori stranieri

I controlli sui mezzi di autotrasporto sono per la maggior parte indirizzati verso le aziende italiane: nel 2009, solamente il sei per cento dei controlli sui veicoli merci ha interessato veicoli extracomunitari e il 25 per cento veicoli comunitari, ma non italiani. È quanto afferma un’interrogazione di un folto gruppo di deputati della Lega Nord, primo firmatario il capogruppo Marco Reguzzoni, rivolta al ministro dei Trasporti, Altero Matteoli. “Altro problema che risulta da un confronto tra operatori”, si legge nell’interrogazione che è andata in Aula per il question time, “è che i controlli sono concentrati in maniera particolare in alcune zone o regioni d’Italia, con un’evidente penalizzazione per chi opera in questi territori”. Continua a leggere

Camion in Alaska, sugli schermi inglesi torna Ice Road Truckers

È tornato per ora rigorosamente in inglese sugli schermi della Gran Bretagna (su Sky channel 529, Sky HD 545 e Virgin Media 234) il film documentario sui camionisti che percorrono le strade ghiacciate dell’Alaska. “Ice Road Truckers” è ormai alla sua quarta serie. Un focus sui camionisti più temerari del mondo in viaggio attraverso l’Alaska verso Prudhoe Bay. Sui loro Tir trasportano carichi enormi e terreno presenta numerosi pericoli. Basta guardare lo spettacolare video di lancio del documentario per farsi un’idea. Continua a leggere

L’accusa: il maxi-ingorgo cinese
è provocato da camion abusivi

Anche Stradafacendo si è occupato nei giorni scorsi dell’enorme ingorgo (clicca qui per leggere l’articolo), che ha raggiunto i 100 chilometri di coda, in Cina. Una situazione decisamente critica che  sembra possa essere causata dal traffico illegale di camion carichi di carbone. Attualmente il serpentone di Tir e camion sull’autostrada 110 che collega Pechino al Tibet procede alla velocità di un chilometro all’ora. Continua a leggere

Trasportounito boccia le proposte presentate dal governo

Il comitato esecutivo nazionale di Trasportounito ha bocciato le proposte presentate dal governo nel corso dell’ultimo incontro. Lo ha comunicato l’associazione in una nota. Il presidente nazionale di Trasportounito, Franco Pensiero, ha specificato che ”le norme proposte dal governo in materia di tempi di pagamento, tempi di carico/scarico e copertura del costi minimi di produzione dei servizi, sono del tutto distanti dalle reali esigenze delle imprese di autotrasporto”. Continua a leggere

Da Tnt un nuovo programma
per le consegne dell’ultimo miglio

Maggiore efficienza, meno chilometri sulle strade e diminuzione dell’emissione di Co2. Sono questi i risultati che si possono ottenere grazie al nuovo software sviluppato per Tnt Express Italy che consente di pianificare ancora meglio le consegne, organizzando nei minimi dettagli i vari “giri”. Un’innovazione assoluta nel campo della logistica urbana. Per risolvere le inefficienze nella composizione della flotta, dovute all’impossibilità di determinare con esattezza, giorno dopo giorno, i carichi di lavoro, Tnt Express Italy ha infatti ideato un software, il “Dynamic Round Planning”, in grado di riallocare, sulla base delle informazioni acquisite dai sistemi informatici di Tnt sui colli in distribuzione il giorno successivo, i “giri” di ogni singolo operatore di Tnt, sulla base dell’effettivo carico di volume da gestire. Continua a leggere

Autotrasporto, Cna-Fita: “Tavolo tecnico, un incontro deludente”

“L’incontro è stato molto deludente”. Non è per niente soddisfatto, Gianni Montali, responsabile nazionale di Cna-Fita, dopo il tavolo tecnico coordinato dal sottosegretario Bartolomeo Giachino che si è tenuto giovedì mattina al ministero dei Trasporti. Un incontro nel quale non sono mancati i momenti di tensione, con Unatras che è stata a un passo dall’abbandonare la discussione. “In particolare”, spiega Montali, “abbiamo dovuto registrare l’indisponibilità a entrare nel merito di quelle priorità che assieme, Governo, committenza e vettori, avevano a suo tempo individuato”. Continua a leggere

Merci ai raggi X: in Svizzera c’è
il “body scanner” anche per i Tir

Un “body scanner” anche per i Tir. Costa tre milioni di euro e in tutta la Svizzera ne esistono quattro, uno dei quali si trova alla dogana commerciale di Chiasso. L’avveniristico macchinario rappresenta uno dei fiori all’occhiello utilizzati quotidianamente dai doganieri svizzeri nelle operazioni di controllo dei mezzi in transito. Così si vuole dichiarare guerra al contrabbando delle merci. “Ogni giorno, in otto ore di attività, passano sotto lo scanner mediamente 50 mezzi pesanti – si legge sul “Corriere di Como. I tir vengono indirizzati nell’area dove si trova questo meccanismo dopo attente valutazioni”. Si analizzano i documenti di viaggio. E in base alla provenienza, al tragitto da compiere, alle merci dichiarate e considerando ulteriori criteri prestabiliti dalle guardie di confine si decide se sottoporre o meno il mezzo a una vera e propria radiografia. Continua a leggere