Esce di strada e finisce sul tetto dei vicini, disavventura per un automobilista

La storia è finita bene, nel senso che nessuno si è fatto male, ma per recuperare l’auto di una coppia di residenti a Glendale, in California, è servita una gru. Il motivo? Il veicolo era finito sul tetto dei vicini di casa. Una villetta a un piano con tetto spiovente che si è trasformata in un parcheggio. “La notizia è stata riportata dal City News service”, si legge sul portale terzobinario.it, “che ha riportato il racconto del sergente di polizia Sean Riley. Stando al conducente, la vettura ha avuto un guasto meccanico durante la marcia, e per questo ha perso il controllo”. Continua a leggere

Auto ecologiche in California, vendite limitate per le macchine diesel e benzina

Il California Air Resources Board limita la vendita delle auto diesel e a benzina. Da gennaio, il 15,4 per cento di tutte le nuove autovetture vendute nello Stato della California – circa 270mila ogni anno – devono essere ibride, elettriche o a emissioni ridotte. L’obiettivo è di raggiungere la totalità di auto vendute a emissioni zero già nel 2025. Dal 2018 ciascuna casa automobilistica dovrà essere attrezzata in tal senso. E ora, se altri Stati adotteranno il mandato, il mercato delle ibride dovrebbe definitivamente esplodere.  Continua a leggere

Bimbi nati prematuri? È colpa dello smog, lo certifica uno studio americano

È da tempo consolidato come l’inquinamento sia un costo per la società, ma alcune ricerche scientifiche mettono letteralmente i brividi. Secondo uno studio dell’Università della California (Usa) – i dati sono stati pubblicati su Environmental Health – l’inquinamento atmosferico alza infatti il rischio di parti pretermine del 30 per cento. L’aria respirata dalla mamma, insomma, può far male al bebè ancor prima che sia nato. Un qualcosa già noto per il fumo delle sigarette, per esempio, ma che ora viene esteso anche alle polveri sottili e ad altri inquinanti presenti nell’atmosfera, soprattutto il benzene.  Continua a leggere

Gettata da un’auto in corsa, gatta nera salvata in autostrada

Il servizio veterinario di Riverside, città californiana di circa 300mila abitanti, è stato chiamato l’altro giorno per un singolare salvataggio. Alcuni automobilisti avevano infatti notato un gatto bloccato su un cavalcavia dell’autostrada. La bestiola era aggrappata su un muretto con da un parte il traffico della corsia dell’autostrada e dall’altra un salto di 60 metri. Il veterinario Gary Pahls (nella foto) è riuscito a trarre in salvo la bestiola. Continua a leggere

Per 10 mesi ha viaggiato in auto in compagnia di un cadavere

Questa notizia è stata selezionata nella top ten delle storie più strane dello scorso anno dal portale “The Ripley’s Believe It or Not!” (ci crediate o no) e riportate sul sito www.leaderpost.com. Una donna, che fa l’agente immobiliare in California ha lasciato nella sua auto un cadavere per circa 10 mesi, sul sedile del passeggero. E i macabri viaggi sarebbero probabilmente proseguiti se qualcuno non avesse chiamato la polizia di Costa Mesa, in California, lamentandosi per una Mercury Marquis che impediva l’accesso in una stradina secondaria. Continua a leggere

Buche stradali e rifiuti, la denuncia viaggia sugli Smartphone

Strade colabrodo dopo le nevicate e dopo l’utilizzo scriteriato delle catene? Quanti hanno visto negli ultimi giorni nelle città del Nord Italia autobus viaggiare con i dispositivi montati sugli pneumatici nonostante le strade fossero già pulite? È bene sapere che esistono delle applicazioni che consentono di denunciare in diretta qualsiasi tipo di incuria o disservizio, dalle buche stradali ai rifiuti abbandonati. Dagli Stati Uniti all’Olanda, sono tantissime le città che negli ultimi anni hanno scelto di adottare gli strumenti del web 2.0 per creare un filo diretto tra cittadini e amministrazioni pubbliche. Continua a leggere

In crescita i tumori infantili,
il primo indiziato è l’inquinamento

Aumentano leucemie e tumori, soprattutto nel primo anno di vita, ma sono in crescita anche patologie neuro-psichiche, allergie e malattie respiratorie. Tutte hanno come primo indiziato l’ambiente e in particolare le modificazioni subite dal feto nella vita intrauterina a causa soprattutto dell’inquinamento. La Società Italiana di Pediatria scende in campo con una serie di iniziative per l’ambiente, anche in vista del Congresso nazionale, in programma dal 20 al 23 ottobre a Roma, dove esperti nazionali e europei si confronteranno su questo tema, tra cui Ernesto Burgio, coordinatore del Comitato Scientifico Isde (International Society of Doctors for Environment) e Dominique Belpomme presidente di Artac (Association de Recherche Therapeutique Anti-Cancereuse). Continua a leggere

Venduta in America l’auto più cara del mondo: è una Bugatti del 1936

La cifra precisa non si conosce. Di sicuro si sa che è molto alta, la più alta in assoluto pagata per un’auto. Lei, la macchina più cara del mondo, è una Bugatti 57SC Atlantic del 1936, venduta in America dal broker Gooding, una casa d’aste specializzata in automobili che ha sede a Santa Monica, in California. Anche se la casa d’aste non conferma né la cifra né il compratore, secondo il Wall Street Journal l’acquirente sarebbe il Mullin Automotive Museum di Oxnard, in California, che avrebbe sborsato una cifra compresa tra i 30 e i 40 milioni di dollari (dai 23 ai 31 milioni di euro). Continua a leggere

In viaggio senza guidatore, la sfida
del VisLab presentata negli Usa

Sarà un viaggio mondiale, un’avventura che potrebbe cambiare radicalmente gli standard di sicurezza di chi si muove sulle strade. Dall’Italia alla Cina, 13mila chilometri, che due veicoli percorreranno senza guidatore. Un viaggio mondiale che qualche giorno fa è sbarcato anche negli Stati Uniti, a San Diego, per la presentazione allo stand della Comunità Europea ad Aaas (American Association for the Advancement of Science). Il progetto, realizzato dal VisLab dell’Università di Parma, ha anche ottenuto un importante finanziamento da Erc (European Research Council), che ha scelto il programma italiano per rappresentare la ricerca europea a livello mondiale. Continua a leggere

Il problema delle auto elettriche:
sono troppo silenziose

A detta di molti rappresentano il prossimo futuro in materia di trasporto privato e pubblico delle persone. Non inquinano e consumano relativamente poco, ma i motori elettrici sembrano avere un problema di non facile soluzione: non fanno rumore. Le auto elettriche in particolare sono silenziosissime e possono rappresentare un problema di sicurezza per i pedoni. Lo studio, intitolato “The pedestrian safety enhancement act of 2009”, è stato effettuato dall’Università della California e presentato alla commissione Trasporti del governo americano: il problema futuro dei produttori sarà quello di renderle più rumorose. Continua a leggere