Milan-Inter, il derby si gioca anche in auto tra Audi, Porsche e Lamborghini…

Striscia la Notizia, il popolare Tg satirico di Antonio Ricci si è inventata lo “Scudetto grand prix” con Valerio Staffelli e Cristiano Militello, ossia le scorribande automobilistiche dei calciatori di serie A. Qui si possono vedere gli ultimi due “campionati” (guarda qui i video). In vista del prossimo derby tra Milan e Inter ci siamo immaginati una sorta di sfida a quattro ruote tra i “cugini”. Ora, conoscere il parco auto in casa Milan non è impresa impossibile. La società rossonera ha infatti un accordo con Audi ormai da alcune stagioni che fornisce in uso ai calciatori e allo staff tecnico qualsiasi veicolo della propria gamma. Una decina di anni fa avveniva con lo stesso con la Opel. Continua a leggere

Quando il calciatore resta a piedi, Jovetic denunciato per guida senza patente

Incidenti, alta velocità, maxi-multe. I calciatori alla guida dell’auto sono spesso protagonisti di disavventure. Questa volta nel mirino c’è il talentuoso fantasista della Fiorentina Stevan Jovetic, pizzicato a luglio dalla Polizia stradale a Coverciano alla guida della sua Porsche Cayenne e denunciato per guida senza patente. In realtà, il calciatore una patente ce l’ha, solamente che è stata rilasciata nel suo Paese natale, il Montenegro, e non è valida in Italia. Continua a leggere

Dacia resta lo sponsor dell’Udinese e viaggia in Champions League

Automobili e mondo del calcio, un matrimonio evidentemente destinato a durare nel tempo. Dacia, per esempio, ha deciso di rinnovare per le prossime due stagioni calcistiche, 2011-2012 e 2012-2013, la presenza come main sponsor dell’Udinese, squadra che grazie al quarto posto in campionato si è aggiudicata anche la qualificazione per i preliminari di Champions League. Continua a leggere

La poliziotta vuole l’autografo, fermato il pullman dell’Amburgo

Per gli juventini la squadra dell’Amburgo evoca ancora la finale di Coppa Campioni persa ad Atene nel 1983. Da allora la squadra tedesca non ha più vinto molto. Attualmente è al settimo posto in Bundesliga, la serie A teutonica. I biancorossi amburghesi continuano però evidentemente a fare breccia nei cuori dei tifosi e delle tifose. Accade così che il pullman con Ruud Van Nistelrooy e compagni venga affiancato da una volante della polizia dopo un breve inseguimento a sirene spiegate. Gli agenti fanno segno chiaramente di accostare. Continua a leggere

Calciatori, ancora guai sulle strade: Saha distrugge la sua Ferrari 458

Quello tra potenti fuoriserie e calciatori è un rapporto decisamente difficile. Più o meno nello stesso punto in cui nel gennaio di due anni fa Cristiano Ronaldo (allora asso del Manchester United) aveva distrutto la sua Ferrari, Louis Saha, attaccante dell’Everton e della nazionale francese, è uscito di strada al volante di un altro gioiello della casa di Maranello, una Ferrari 458 blu. Il calciatore è uscito illeso dopo lo schianto contro un recinto su una strada di campagna nel Cheshire, nel Nord dell’Inghilterra, domenica notte. Continua a leggere

Passi avanti per la Brebemi, project financing entro fine anno

A poco più di un anno dall’apertura ufficiale del cantiere è stato fatto un nuovo passo concreto per la realizzazione della Brebemi, il collegamento autostradale Brescia-Bergamo-Milano (in breve Brebemi). È stato infatti firmato il decreto interministeriale che ha approvato il primo atto aggiuntivo alla Convenzione della Brebemi per il finanziamento della nuova autostrada. Ad annunciarlo è l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. Continua a leggere

Calciatori nei guai: incidenti in auto per Toni, Balotelli e Surraco

Luca Toni, Mario Balotelli (nella foto) e Juan Ignacio Surraco. Tre calciatori uniti da un comune denominatore. Tutti e tre, infatti, sono finiti sulle cronache dei giornali per altrettanti incidenti stradali. Super Mario e Toni sono stati assolti da ogni responsabilità, mentre ben diversa è la storia di Surraco, centrocampista del Livorno, beccato dopo l’incidente con un tasso alcolemico superiore di quasi tre volte rispetto al limite consentito dalla legge. L’incredibile sequenza di incidenti stradali delle stelle del pallone è iniziata con Balotelli, che a Manchester in Inghilterra si è schiantato con la sua Audi con una Bmw. Nessun ferito, fortunatamente, con Mad Mario che si è potuto subito allenare con i compagni. Scotland Yard, in ogni caso, non ha rilevato infrazioni da parte dell’ex attaccante dell’Inter. Continua a leggere

Il calcio fa bene alla salute,
ma il Mondiale inquina troppo

Il calcio fa bene, bevete il latte e mangiate formaggio. Quante volte lo hanno ripetuto le nostre madri. E ancora: “Vai a fare un po’ di sport che ti rinforzi. Vai a giocare al pallone…”. Alla parola calcio, insomma, tutti da sempre associamo una condizione di benessere psicofisico. Questo però fino a quando un recentissimo studio ha sfatato anche questo mito, almeno quello sul calcio inteso come sport. Cosa dice lo studio? Semplice: i Mondiali di calcio 2010, attualmente in svolgimento in terra africana, contribuirebbero a emettere circa 2,753 milioni di tonnellate di Co2. Un volume elevatissimo, che presenta come termine di paragone più immediato quello dell’utilizzo di un milione di automobili su strada, in circolazione – con gli usuali ritmi medi nell’ambito della giornata – per circa un anno di tempo. Continua a leggere

Continental ai Mondiali di calcio, una sicurezza in più per i campioni

In un Mondiale tutto deve funzionare alla perfezione. Per permettere ai vari Messi, Kakà e Sneijder di dare spettacolo sull’erba sudafricana l’organizzazione dev’essere impeccabile. A partire dai trasporti in pullman delle squadre. Mezzi che in questa edizione della Coppa del Mondo sono equipaggiati con pneumatici Continental. “La nostra azienda”, spiega Alexander Lührs, portavoce della divisione pneumatici per auto, “sta dando un grande contributo alla sicurezza dei migliori calciatori mondiali, dal momento che gli pneumatici sono il solo elemento di connessione tra il veicolo e la strada”. Continua a leggere

A Roma i Green Games, giochi
per scoprire una città sostenibile

L’ultimo appuntamento – dopo quello del 7 marzo a Villa Borghese e quello di domenica 14 marzo a Parco di viale di Tor Di Quinto – è per il primo giorno di primavera, il 21 marzo a Villa Carpegna. Tre giornate all’aria aperta per riscoprire il piacere di vivere le ville di Roma. Ma anche per sensibilizzare i cittadini sui temi che riguardano lo sviluppo ecosostenibile e il rispetto dell’ambiente, valorizzando i parchi come luoghi di aggregazione, di incontro e di svolgimento di attività salutari e divertenti. Questi gli obiettivi dei Green Games. L’iniziativa ha visto oltre duemila persone pronte a cimentarsi in giochi e sport di ogni tipo: calcio, volley, ciclismo, tiro alla fune, i 250 metri all’indietro, e persino una corsa con una donna sulle spalle. Continua a leggere