Metano e gpl, crescono i distributori: in Lombardia +25 per cento in cinque anni

“Gli impianti di distribuzione carburanti a basso impatto ambientale, in particolar modo metano e gpl, sono aumentati negli ultimi cinque anni di oltre il 25 per cento sul tutto territorio regionale, passando dai 432 del 2008, ai 543 del 2013. Un risultato che ha superato ogni più rosea previsione, specie per il metano, grazie alle politiche di Regione Lombardia e all’impegno degli operatori di settore”. Continua a leggere

Benzinai in crisi, vendite a picco nel 2013. Si “pagano” anche furti e rapine

Tempi duri per petrolieri e benzinai. In un comunicato stampa di Assopetroli Assoenergia Puglia si legge che “il settore della commercializzazione dei carburanti sta vivendo un drammatico periodo di crisi”. I motivi sono diversi. Come scrive Francesco Albergo, coordinatore di Assopetroli Assoenergia Puglia, la colpa non è solamente dell’altissimo “peso fiscale delle accise (oltre 1,03 euro al litro tra accise e Iva) che ha fatto registrare un imponente calo delle vendite, che nella sola Regione Puglia, ammonta a circa  150 milioni di euro nei primi 10 mesi del 2013 ma anche ad altri aspetti meno noti”.  Continua a leggere

Benzinai, sospese le agitazioni: nessun disagio tra Natale e Capodanno

Si potrà pagare il benzinaio con carta di credito e bancomat anche nella settimana tra Natale e Capodanno. Le organizzazioni di categoria dei gestori (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio) hanno infatti deciso di sospendere tutte le forme di agitazione previste tra Natale e fine anno, compreso il blocco dei pagamenti con le carte. I vertici delle Organizzazioni di categoria dei gestori, riuniti per valutare lo stato della vertenza in corso alla luce dell’allarmante livello di tensione causato dall’inasprimento dei comportamenti delle compagnie petrolifere – si legge in una nota – hanno deciso di prendere positivamente atto dell’invito provenienti dal Governo e, perciò, di sospendere tutte le forme di agitazione previste tra Natale e fine anno. Continua a leggere

I benzinai hanno paura: “Non siamo sicuri, uno su tre ha già subito un furto”

Girano ancora troppi contanti alle stazioni di servizio e così i benzinai sono tra i commercianti più in pericolo. Un benzinaio su tre ha infatti subito almeno un furto. Questo dato emerge dalla seconda edizione dell’indagine “Gli italiani tra senso di sicurezza e percezione del rischio” promossa dal Gruppo Ivri, leader in Italia nel settore della consulenza e dei servizi di vigilanza privata, e condotta nel settembre 2012 da Ispo di Renato Mannheimer. Continua a leggere

Il caro carburanti traina l’inflazione: in un anno gasolio più caro del 17,5 per cento

La crescita dei prezzi dei carburanti rilevata dall’Istat ad agosto (+3,6 per cento rispetto a luglio per la benzina e +4,4 per cento per il gasolio) unisce consumatori e negozianti, che chiedono al governo di abbassare le accise. Il caro-carburanti costa 768 euro a famiglia tra aumenti diretti e indiretti, hanno denunciato Federconsumatori ed Adusbef. E nel complesso sottrae 6 miliardi di euro l’anno ai consumi delle famiglie, ha sottolineato l’ufficio studi di Confcommercio. Negli ultimi 12 mesi la verde è aumentata del 15,1 per cento e il gasolio del 17,5 per cento portando nelle casse dello Stato una maggiore Iva per oltre 700 milioni di euro, secondo le stime di Faib Confesercenti.  Continua a leggere

Fanno il pieno gratis al self service: filmati dalle telecamere, vengono denunciati

Fare il pieno gratis è il sogno di ogni automobilista. Sì, però se qualcosa viene data gratis, qualcun altro l’ha pur dovuta pagare e così il gestore di un distributore di benzina di Treviolo, in provincia di Bergamo, si è trovato con un danno di circa 10mila euro. Si era dimenticato di inserire il sistema per il fai da te serale. Così automobilisti e camionisti di passaggio, staccata la pistola della pompa di benzina, vedevano scorrere il carburante senza inserire alcuna banconota. Una sessantina di veicoli sono stati identificati attraverso le telecamere di sicurezza e in 12 casi è scattata anche la denuncia per furto. Continua a leggere

Benzinai nel mirino della Finanza: controlli su prezzi e litri effettivamente erogati

Verificare la qualità del carburante, l’effettivo quantitativo di benzina erogata e la corrispondenza tra il prezzo indicato e quello applicato: è l’obiettivo delle centinaia di finanzieri che dallo scorso weekend sono impegnati nei controlli ai distributori di carburante, per evitare sorprese ai cittadini durante l’esodo. Nel fine settimana appena trascorso, la Guardia di Finanza ha controllato 1.300 distributori, scoprendo 201 irregolarità.  Continua a leggere

Benzina, maxi sconti nel weekend ma durante la settimana i prezzi aumentano

Maxi sconti a parte, cresce il prezzo dei carburanti. Secondo Staffetta Quotidiana, i listini hanno continuato a salire lungo tutto il fine settimana fino a lunedì mattina. Per Esso c’è stato un aumento di 1,1 centesimi sulla verde a 1,822  euro al litro e di 1,6 centesimi sul diesel a 1,729 euro al litro. Per Ip aumento di 3 centesimi sulla verde a 1,843 euro al litro e di due centesimi sul gasolio a 1,735. Rialzo di due centesimi su entrambi i prodotti, infine, sia per TotalErg (1,838 e 1,729) sia per Shell (1,837 e 1,735). Continua a leggere

I benzinai: “Gli italiani hanno diritto a prezzi dei carburanti più bassi sempre”

I prezzi dei carburanti più bassi, sempre, in tutti i distributori a tutte le ore del giorno e della notte. Un sogno che per i distributori dovrebbe essere realtà. I gestori di Faib e Fegica tornano sui maxi sconti dei weekend e chiedono prezzi dei carburanti più bassi sempre, per non essere “costretti a file interminabili come se stessimo in tempo di guerra e con la tessera del pane per attendere il proprio turno alla macchinetta del self”. Continua a leggere

Ressa di benzinai, in Italia la rete più capillare d’Europa. Ma con pochi guadagni

Quando la spia della riserva si accende si può stare tranquilli. Certo, i prezzi (clicca qui per vedere le quotazioni compagnia per compagnia) non sono economici, ma il rischio di non trovare un benzinaio vicino è molto basso. L’Italia, infatti, è il Paese europeo con la rete di distribuzione di carburanti più capillare di tutta Europa: il numero di stazioni presenti (22.900) è di gran lunga superiore a Regno Unito (8.921), Spagna (9.226), Francia (12.522) e Germania (14.785).  I dati emergono da uno studio condotto dall’Osservatorio Autopromotec.  Continua a leggere