Il Gruppo Onorato lancia la rotta Catania-Napoli: così i Tir lasceranno la Salerno-Reggio Calabria

Catania-Napoli e Napoli-Malta: sono queste le due nuove rotte Tirrenia annunciate dal Gruppo Onorato, forte di una crescita record che nel primo quadrimestre del 2018 è stata superiore al 20 per cento rispetto al 2017. Secondo le stime del Gruppo Onorato, la nuova linea Catania-Napoli con 6 corse settimanali, tre in andata e tre in ritorno, “contribuirà in modo determinante a spostare dalla strada al mare, più di 300.000 mezzi pesanti all’anno, per altro andando a incidere su una delle tratte autostradali più congestionate, la Salerno-Reggio Calabria”. Continua a leggere

Nuove autostrade del mare, Gnv lancia il collegamento merci tra Livorno e Trapani

Gnv lancia un nuovo collegamento merci via mare. Dal 9 novembre, infatti, sarà operativa la linea bisettimanale Livorno-Trapani. “Dopo aver con soddisfazione potenziato i servizi a favore degli operatori della Sicilia Orientale grazie agli investimenti su Termini Imerese, con l’apertura di questa nuova Autostrada del Mare intendiamo rispondere le specifiche esigenze delle aziende di trasporto e delle piattaforme logistiche del trapanese, particolarmente attive nell’ambito della filiera industriale toscana della carta e della filiera vitivinicola della Sicilia occidentale”, ha spiegato Matteo Catani, amministratore delegato di Gnv. Continua a leggere

Babbo Natale arriva dall’Europa con un carico di bonus per chi trasporta le merci

Una buona notizia arriva a chiudere un anno controverso e impegnativo per il mondo dell’autotrasporto: il via libera agli incentivi per il mare bonus e il treno bonus che le Autorità comunitarie hanno definitivamente siglato in settimana. Un carico di bonus recapitato dalla slitta di Babbo Natale che mette finalmente la parola fine a una vicenda aperta da tempo, anche se ora si dovranno rendere operativi gli aiuti concessi, con l’augurio che accada in tempi brevi, per sviluppare le Autostrade del mare e il trasporto strada – rotaia. Modalità, questa seconda, per la quale è stata anche approvata la riduzione del pedaggio dando quindi una spinta al trasporto combinato via treno ancora più forte.  Continua a leggere

Tirrenia accelera sulle autostrade del mare facendo rotta su Catania e Malta

Tirrenia Pierre Canu bassaNessun altro Paese ha ricevuto in dono, da madre natura, la fortuna di essere la più straordinaria piattaforma logistica sul Mediterraneo. Un vantaggio in partenza straordinario che purtroppo chi è stato chiamato a guidare il nostro Paese non ha saputo sfruttare, come denunciato più volte in passato dal presidente di Fai Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè. Negli ultimi tempi, però, qualcosa sembra essersi finalmente mosso, e le autostrade del mare  sembrano aver “accelerato” la propria corsa, come conferma un addetto ai lavori che dispone di un osservatorio privilegiato sul mercato dei trasporti via mare, Pierre Canu, direttore commerciale merci di Tirrenia. Continua a leggere

Nuovi collegamenti ferroviari e traffico in crescita, il porto di Trieste prende il largo

Il porto di Trieste continua a crescere e si conferma il primo scalo italiano anche nel primo trimestre 2016. Lo ha annunciato il commissario dell’Autorità portuale, Zeno D’Agostino. In netta crescita anche il traffico ferroviario, uno dei punti forti dello scalo. “Il tonnellaggio complessivo, che nel 2015 è stato di 57 milioni, registra un incremento del 9 per cento, facendo sperare che a fine anno supereremo i 60 milioni”, ha spiegato D’Agostino all’Ansa. “Il trend è supportato da tutti i settori con il peso del petrolifero in calo dal 78 al 72 per cento grazie alla crescita di altre attività”, ha detto D’Agostino. Continua a leggere

Autotrasporto, 250 milioni in arrivo: chi inquina meno avrà più soldi

Finanziamenti per 250 milioni di euro, aiuti soprattutto alle aziende che proteggeranno l’ambiente rinnovando la flotta dei propri Tir ed eliminando i mezzi più inquinanti, sviluppo delle autostrade del mare: è quanto contenuto nel maxiemendamento alla legge di stabilità che attende il semaforo verde dal Governo, una decisione attesissima dal mondo dell’autotrasporto come spiega il presidente nazionale di Fai Conftrasporto Paolo Uggè. Clicca qui per vedere il video dell’intervista.

Autostrade del mare, l’Italia ne percorre solo una parte e frena l’economia blu

Le Autostrade del Mare sono la principale attività di molti scali portuali italiani e, se si esclude il transhipment, ovvero i trasbordi di container da una nave a un’altra, il maggiore segmento del traffico di merci del Paese. Infatti, nel 2014 più di 84 milioni di tonnellate di merci sono transitate nei porti italiani all’interno di camion o semirimorchi, di cui 30 milioni provenienti o diretti a porti di altri Paesi del Mediterraneo. È quanto emerge dal seminario di Confcommercio “Le vie del mare per la crescita” che si è tenuto a Roma. Continua a leggere

Il mare è la porta sul mondo dell’Italia: “Sviluppare infrastrutture e logistica”

“Un adeguato sviluppo delle infrastrutture e della logistica, in modo da assicurare trasporti celeri, efficaci ed economici tra le aree produttive nazionali o europee e quella grande porta sul mondo che è il mare”. È questa la rotta indicata da Paolo D’Amico, presidente della Federazione del Mare e past President della Confederazione Italiana Armatori “per mantenere una posizione industriale di avanguardia”. Continua a leggere

Porto di Genova, 2014 da record per i container: la crescita è del 9,3 per cento

Record storico per la movimentazione di container al porto di Genova. Nel 2014 la quota raggiunta è stata di 2.172.944 teu, con un aumento del 9,3 per cento rispetto al 2013. Il primato è stato favorito dalla crescita delle esportazioni nell’area nord-ovest del Paese. Al record dei container si accompagna una crescita complessiva dei traffici con un aumento del 4,8 per cento che ha portato il porto di Genova a sfiorare i 52 milioni di tonnellate (51.934.088). Sensibile l’incremento dei container pieni (+12,7 per cento) così come si conferma l’aumento (+9,4 per cento) delle esportazioni e quello dell’import (+14,7 per cento) con un superamento degli imbarchi rispetto agli sbarchi per 2,93 milioni di tonnellate. Continua a leggere

Autostrade del mare: la via per il futuro è questa. Con porti e tempi adeguati

L’hanno ribattezzata la nuova via della seta: è il percorso seguito dal collegamento ferroviario fra Cina orientale e Spagna che in 21 giorni è in grado di trasferire 70 container dal polo industriale di Yiwu a Madrid. Un nuovo capitolo dei trasporti internazionali che l’Italia dovrebbe studiare per capire quali collegamenti scegliere per affrontare il futuro. Analizzando dati temporali e quantitativi: se il fattore tempo sembra infatti giocare a tutto vantaggio del treno, per quanto riguarda la quantità di container trasportati la rotaia “parte” nettamente sfavorita rispetto ai giganti del mare, capaci di moltiplicare il numero di merci e dividere il costo del trasporto. Per l’Italia, Paese circondato dall’acqua, restano dunque le “autostrade del mare” il percorso migliore? La risposta appare scontata, ma questo provoca nuove domande. Continua a leggere