E tu che guidatore sei? Al via il nuovo quiz di Autostrade per l’Italia

E tu, che tipo di guidatore sei? Ecco un nuovo quiz che probabilmente appassionerà gli automobilisti quest’estate e dirà loro che tipo di guidatori sono: campioni, preparati o distratti. Dal 25 luglio al 16 settembre si potrà giocare online sul sito autostrade.it e anche attraverso i 69 Hi Point presenti nelle aree di servizio. Partecipare al nuovo gioco è semplice e chi avrà ottenuto il profilo di “campione della sicurezza” potrà partecipare all’estrazione di 50 Tablet Nexus. Continua a leggere

Lite in auto, pensionato minaccia un uomo con la pistola perché è troppo lento

Litigare in auto è sempre una pessima idea. Ma, purtroppo, molte persone al volante si trasformano in campioni di inciviltà. Gesti volgari, urla, minacce, anche a mano armata. Come è successo a Roma, dove un automobilista innervosito ha minacciato un altro uomo con una pistola. Il protagonista di questa vicenda è un pensionato 71enne, originario della provincia di Cosenza, che ha rimediato una denuncia a piede libero con l’accusa di minaccia aggravata.  Continua a leggere

Viaggiare in auto rispettando l’ambiente. Come si fa? Ecco l’applicazione

Muoversi ogni giorno in auto e su grandi distanze e proteggere l’ambiente allo stesso tempo. Come è possibile? Grazie al progetto Econav (“Ecological aware navigation: usable persuasive trip advisor for reducing Co2 consumption”) sostenuto dall’Unione europea con oltre 2,3 milioni di euro. I ricercatori stanno sviluppando una nuova applicazione per telefoni cellulari che informerà gli utenti su una serie di situazioni, come per esempio se la propria tecnica di guida non è buona o se si è un guidatore peggiore dei propri pari. L’utente riceverà un rapporto alla fine della settimana che spiegherà dove ha sbagliato.  Continua a leggere

Inquinamento alle stelle all’interno delle automobili. Attenti al ricircolo dell’aria

Automobile fa rima con smog, lo abbiamo imparato bene in questi anni. Molti non sanno però che l’inquinamento dannoso non viene emesso soltanto dal tubo di scappamento verso l’atmosfera, ma vive e prolifera anche all’interno dell’abitacolo dell’auto. Alzare i finestrini e mettere il cosiddetto “ricircolo” dell’aria quando si rimane in coda in una zona particolarmente trafficata può arrecare più danni che benefici al nostro organismo. Perché?  Continua a leggere

Educazione per strada: i più cafoni viaggiano in pullman, i più gentili in moto

Clacson impazziti, imprecazioni e maledizioni: spesso negli incroci delle strade italiane si uniscono nervosismo e maleducazione. Ma c’è anche chi si comporta da gentlemen. Come i motociclisti che, secondo uno studio del Polo Psicodinamiche di Prato, sono i più educati sulle strade. Per la ricerca è stato intervistato un campione di 800 persone delle principali città del nord, centro e sud Italia, donne e uomini tra i 25 e 60 anni. Per un italiano su tre (il 32 per cento), i motociclisti sono i più educati. Decisamente diverso il comportamento di chi usa i mezzi pubblici – scelti solo dal 3 per cento degli intervistati – accusati di attraversare spesso senza rispettare i semafori e le strisce pedonali pur di non perdere tram e autobus. Continua a leggere

Niente accise sulla benzina e trasformare il bollo auto: ecco la ricetta dell’Aci

“Sopprimere le più antiquate accise sulla benzina e trasformare il bollo auto in una tassa di circolazione, proporzionale ai chilometri percorsi e alle emissioni di CO2”. Lo ha chiesto al governo il presidente dell’Aci, Enrico Gelpi, nella prima giornata del quarto Forum Internazionale delle Polizie Locali organizzato a Riva del Garda. Le famiglie italiane spenderanno 170 miliardi di euro nel 2011 per l’automobile, “una cifra al limite della sostenibilità”, ha detto Gelpi, “che impone un’immediata rivisitazione dei costi che gravano sull’auto”. Continua a leggere

Assicurazione auto, per risparmiare si cambia compagnia sempre più spesso

C’era una volta la compagnia assicurativa che accompagnava l’automobilista tutta la vita. Ora la realtà è decisamente diversa. Secondo un’indagine realizzata da Facile.it – comparatore di polizze Rc, prestiti, mutui e conti correnti – il 32 per cento degli italiani ha cambiato assicurazione almeno una volta negli ultimi 36 mesi. Il motivo principale? Il risparmio. Per il 75 per cento di chi ha cambiato assicurazione, infatti, il fattore determinante è stato il prezzo più competitivo offerto da un’altra compagnia, mentre il 12 per cento l’ha fatto a causa di un’esperienza negativa con la propria compagnia. Anche il passaparola (8 per cento) e l’aver ottenuto allo stesso prezzo anche coperture aggiuntive (5 per cento) sono stati elementi importanti nella scelta di cambiare.  Continua a leggere

Assicurazioni, spopolano i servizi online: preventivi Rc Auto per 3,8 milioni

Internet sta cambiando il comportamento degli assicurati, sempre più orientati all’utilizzo di servizi online. Un quadro che apre nuovi scenari e nuove opportunità per le compagnie e gli agenti. È questa una delle tendenze illustrate nel corso della Giornata Maestro tenutasi giovedì a Milano, organizzata da Uea (Unione Europea Assicuratori) e Iama Consulting su “Il cambiamento necessario. Imprese ed intermediari di fronte ai nodi irrisolti dell’economia del paese e del mercato assicurativo”. Internet è attualmente utilizzato da 35 milioni di italiani e oltre 19 milioni utilizzano abitualmente Facebook anche per informarsi sulle aziende, mentre 3,8 milioni fanno preventivi Rc Auto online.  Continua a leggere

Il sesso in auto propone diverse posizioni. Avete mai provato quella della mucca?

Fare l’amore in auto sarà anche un reato, ma continua a essere una pratica che non conosce confini. Su internet spopolano i consigli, perfino sulle posizioni. Le ultime dritte arrivano dal portale donna.tuttogratis.it, tutt’altro che avaro di dettagli. “Tra le posizioni per fare l’amore in macchina più comode”, si legge, “ritroviamo sicuramente la posizione dell’amazzone (o di Andromaca), quella cioè che prevede che lei stia su di lui a cavalcioni (frontalmente o di schiena). Per fare l’amore in questa posizione si possono tranquillamente utilizzare i sedili anteriori, da preferire quello del passeggero per evitare la scomodità del volante sul lato guida. Poter contare su un sedile ribaltabile, certo, darebbe una grossa mano d’aiuto”.  Continua a leggere

“La nuova imposta di trascrizione deprimerà il mercato dell’auto”

L’aumento dell’Ipt (l’imposta provinciale di trascrizione) ha scatenato la preoccupazione degli automobilisti, ma anche di chi con le auto ci lavora. La filiera del settore ha così deciso di comprare due spazi sul Corriere della Sera e su Repubblica per chiedere ai deputati di “valutare in un’altra prospettiva questa norma”. “Questo provvedimento”, scrivono Anfia, Federauto, Unrae, Aniasa, Assilea e Unasca, “insiste nel penalizzare gli automobilisti italiani, già vessati da incrementi fiscali che non hanno eguali in Europa introducendo una pericolosa disparità di trattamento tra i cittadini”. La misura, infatti, non dovrebbe essere applicata nelle regioni a statuto speciale e nelle provincie autonome. Continua a leggere