L’auto da demolire? Può diventare un tavolo, o un altro oggetto d’arredo…

Ogni tanto qualcuno ci prova. L’ultimo caso è stato quello di Lapo Elkann per Meritalia, con la Cinquecento trasformata in un divanetto o in un tavolino, ma il legame tra auto e mobili è ancora più stretto per Springtime, società di Amsterdam, con la sua speciale linea Re:composed: mobili creati a partire da ciò che altri considerano immondizia. Così un tavolo può nascere da un’automobile destinata alla demolizione, un vassoio da una pianta da frutto rifiutata dagli agricoltori perché poco produttiva e una poltrona da un paio di jeans.  Continua a leggere

Il Salone dell’auto non cambia casa Motor Show a Bologna fino al 2021

Il Motor Show resta a Bologna. Lo storico appuntamento che ogni anno richiama nella città emiliana gli appassionati dei motori non cambia sede almeno per i prossimi dieci anni. Lunedì mattina, Gl Events e BolognaFiere hanno infatti siglato un accordo che conferma l’organizzazione del Salone internazionale dell’automobile nel quartiere fieristico bolognese fino al 2021. Con l’intesa, hanno spiegato il presidente Franck Glaizal e l’ad di Gl Events Giada Michetti, assieme al presidente di BolognaFiere Roversi Monaco e il consigliere delegato Duccio Campagnoli “BolognaFiere Spa e Gl Events Italia rinnovano con reciproca soddisfazione una collaborazione per mantenere e sviluppare a Bologna il più importante evento italiano dedicato all’automobile”. Continua a leggere

Bambini in automobile, tanta confusione e poca sicurezza

Spesso sono i genitori a sgridare i figli. In questo caso, invece, sono i genitori che meriterebbero una tiratina d’orecchie. Quando si tratta del trasporto dei bambini in auto, infatti, la confusione sui comportamenti da adottare regna sovrana, con grande pericolo per i più piccoli. Una ricerca condotta dall’istituto Nextplora per l’Osservatorio sui Servizi di Linear Assicurazioni, la compagnia online del Gruppo Unipol, fotografa una situazione decisamente preoccupante. Molti automobilisti non sanno che l’utilizzo dei sistemi di ritenuta è sempre obbligatorio con i bambini di statura inferiore a un metro e mezzo, ma sono confusi tra regole in disuso e convinzioni proprie. Continua a leggere

Gli Automobile club non hanno dubbi: “Favorire le auto elettriche”

Arriva dagli Automobile club di mezzo mondo l’esplicita richiesta di puntare sulle auto elettriche. Riuniti in occasione dell’International Club Conference a Estoril, in Portogallo, Automobile e Touring club di Europa, Africa e Medio Oriente hanno approvato un documento congiunto con il quale sollecitano le istituzioni europee a promuovere politiche di sostegno alla mobilità privata, anche con incentivi economici, puntando soprattutto sulle tecnologie verdi che alimenteranno i veicoli, in particolare in ambito urbano e verso specifici gruppi di utenti (trasporto pubblico, car sharing, aziende per la distribuzione delle merci in città). Continua a leggere

Germania, un francobollo e una moneta per i 125 anni dell’auto

Ben 125 anni fa l’ufficio brevetti del Reich di Berlino rilasciava alla Benz & Co. il brevetto n. 37435 per una “vettura con motore a scoppio”: di fatto quello era il certificato di nascita dell’automobile. “Brevettato nell’Impero Tedesco a partire dal 29 gennaio 1886”, ecco cosa recita l’atto. Quel giorno segnò l’inizio del trionfale cammino dell’automobile, destinata a rivoluzionare il mondo tanto quanto, allora, non era neanche immaginabile. Per celebrare il 125° compleanno dell’automobile il Ministero delle Finanze tedesco ha emesso un francobollo e ha coniato una moneta commemorativa. Continua a leggere

Cala l’utilizzo dell’auto, ma rimane la regina degli spostamenti

Lavoro o vacanza, nel 2010 gli italiani hanno utilizzato un po’ di meno l’auto. In aumento, invece, anche se in modo non estremamente evidente, l’utilizzo dell’aereo e del treno, quest’ultimo utilizzato soprattutto per  i trasferimenti legati alle attività professionali. Questo è l’esito dell’indagine svolta dall’Osservatorio sulla mobilità sostenibile, organismo ideato dall’Airp (Associazione Italiana Ricostruttori di pneumatici). Tra il 2010 e il 2009, l’impiego dell’auto – secondo dati Istat – è sceso dal 65,6 al 64 per cento. Continua a leggere

La richiesta della Fia: “Le auto elettriche devono costare meno”

Gli automobilisti non sceglieranno mai o sceglieranno difficilmente l’auto elettrica se i costi di acquisto rimarranno così alti, la rete dei punti di ricarica non sarà capillare e le nuove tecnologie non saranno facilmente fruibili. Lo dichiara l’Ufficio europeo della Fia – Federazione Internazionale dell’Automobile che ha presentato a Bruxelles un documento, intitolato “Verso la E-Mobility: le sfide da affrontare” e redatto sulla base delle esperienze di 71 automobile club internazionali, tra cui l’Aci. Continua a leggere

Tra vestiti e coperte, ormai l’auto è diventata un secondo armadio

Libri, giornali, cd, mappe, pupazzetti. Dentro le auto c’è proprio di tutto. Ma, tra sedili, bagagliaio e cassetti vari la quattro ruote sta diventando sempre di più un secondo armadio. Da un’indagine di Direct Line, la compagnia di assicurazioni online auto e moto leader in Europa, emerge infatti che tantissimi italiani (il 63 per cento) tengono in auto anche indumenti di ricambio o d’emergenza. Il 27 per cento degli italiani ha sempre con se una coperta, come rimedio per il freddo o per un improvvisato picnic, mentre il 18 per cento degli intervistati non rinuncia a guanti e k-way. Continua a leggere

Terminata la ristrutturazione, riapre il Museo dell’auto di Torino

Riaprirà il 19 marzo, dopo quattro anni di lavori di ristrutturazione e ampliamento, il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino. La notizia viene riportata da un’agenzia dell’Adnkronos. Nel volere dei gestori della struttura il museo dovrà cambiare il suo volto, ma soprattutto la sua natura e la sua mission: non una semplice ristrutturazione architettonica, ma un intervento che mira a posizionare in modo dinamico e sensazionale la nuova realtà museale all’interno del panorama culturale italiano. Continua a leggere

Lo confermano anche i crash test, le auto elettriche sono sicure

Sono tanti i pregi dell’auto elettrica, ma la maggior parte degli automobilisti continua comunque a preferire i motori tradizionali. Ora, tra i fattori che potrebbero incentivare l’acquisto di un’auto elettrica si può mettere anche la sicurezza: la dimostrazione arriva dagli ultimi crash-test di EuroNCAP, il programma internazionale per la sicurezza dei veicoli promosso dall’Aci con altri Automobile Club europei insieme a varie associazioni di produttori, consumatori e assicurazioni, nonché da sette governi europei. Il responso è positivo: l’auto elettrica è sicura. Continua a leggere