Auto ecologiche, Italia leader in Europa per le vetture a gas. Malissimo le elettriche

Gpl e metano piacciono agli italiani, che invece restano scettici quando si trovano di fronte alle vetture elettriche. Secondo un rapporto dell’Anfia, infatti, un’auto su quattro delle 953.355 vetture “green” vendute lo scorso anno in Europa (Ue + Efta) è stata immatricolata in Italia, ma il primato del nostro Paese è stato determinato dalla grande diffusione delle vetture alimentate a gas, mentre le elettriche sono ancora molto deboli. L’Italia (24,1 per cento) è il primo mercato a trazione alternativa, seguita da Gran Bretagna (12,6), Germania (12,4), Francia (11,4) e Norvegia (8,7).  Continua a leggere

L’auto ibrida è il futuro. Montezemolo: “Chi non ce l’ha è fuori dal mercato”

L’auto del futuro sarà ibrida e “chi non ce l’ha è fuori dal mercato”. Parola di Luca Cordero di Montezemolo, che nel corso del Quattroruote Day ha parlato dell’evoluzione del mondo delle auto. “La guida autonoma”, ha spiegato l’ex presidente di Ferrari, “è la più grande rivoluzione tecnologica del mondo del trasporto ma bisogna stare attenti agli eccessi. La vettura elettrica ha dimostrato i suoi limiti. In una società in cui tutto cambia velocemente è l’ibrida il futuro. Cinque anni fa era agli inizi oggi chi non ce l’ha è fuori dal mercato”. Continua a leggere

Auto ecologiche, l’Italia è il primo mercato: bene elettriche e ibride, in calo il Gpl

Gli italiani amano le auto green. E le comprano. Le immatricolazioni di veicoli a carburante alternativo nell’Ue sono aumentate del 13,4 per cento nel terzo trimestre (127.661 unità) e l’Italia è il primo mercato europeo. Secondo i dati dell’Acea – l’associazione dei costruttori europei – la crescita nel Vecchio continente è stata trainata da auto elettriche (+62,2 per cento, 28.360 vetture) e ibride (+34,7 per cento, 53.183), mentre sono in calo le vendite di auto a gas naturale e Gpl (-17,1 per cento a 46.118 unità). Continua a leggere

Anche le auto ibride “barano” su emissioni e consumi: colpa del ciclo di omologazione

Non sono soltanto i diesel a dichiarare dati sensibilmente diversi da quelli che poi restituisce la strada. Anche le auto ibride, soprattutto le plug-in (con maxi batteria) barano su consumi ed emissioni. Lo afferma l’International Council of Clean Transportation (Icct), l’ente che ha scoperto il “trucco” del Gruppo Volkswagen e che fa l’esempio della Mitsubishi Outlander Phev, la vettura ibrida plug-in più diffusa in Europa.  Continua a leggere

Niente soste per il pieno, sull’autostrada elettrica la macchina si ricarica viaggiando

Per fare il “pieno” non sarà più necessario fermarsi. Una vera e propria rivoluzione. Il progetto arriva dall’Inghilterra e riguarda i veicoli elettrici e ibridi, che si ricaricherebbero viaggiando. L’esperimento per la realizzazione di quelle che il governo britannico definisce “autostrade elettriche” dovrebbe partire entro fine anno. Le prove dureranno circa 18 mesi, dopo di che si passerà alla sperimentazione sulle strade pubbliche. Continua a leggere

Gli italiani riscoprono le auto ecologiche: siamo il mercato più grande d’Europa

L’Italia è il Paese con il mercato auto “ecofriendly” più grande di Europa. Lo afferma l’Anfia, che ha presentato un focus sul mercato italiano nel 2014. Le vetture amiche dell’ambiente immatricolate nel 2014 sono state oltre 218mila (+9,5 per cento) e rappresentano il 16,1 per cento del totale venduto. In ogni caso, le auto a trazione alternativa restano al di sotto del 21,5 per cento, la quota raggiunta nel 2009 grazie agli incentivi: da allora il mercato ha subito una pesante contrazione, spiega l’Anfia, riducendosi al 5,6 per cento di quota con appena 98 mila unità nel 2011 e crescendo progressivamente fino al 2014, raddoppiando i volumi. Continua a leggere

Auto aziendali, sfida tra colossi a Ginevra: le principali novità del Salone

Europa, Giappone e Stati Uniti alla carica per conquistare terreno nel settore delle auto aziendali, quelle di una clientela di rappresentanza che oramai non cerca più solamente l’eleganza, ma anche le tecnologie ibride e il risparmio sui consumi. Al Salone di Ginevra che prenderà il via il 6 marzo – come scrive in un’agenzia l’Adnkronos- sarà con tutta probabilità la Germania a farla da padrona: Mercedes, Audi, Bmw e Volkswagen hanno le idee chiare e lo mostreranno rispettivamente con la nuova Classe C e la GLa, la A3 Sportback g-tron, la Serie 2 Active Tourer e la Golf Sportsvan. Continua a leggere

Boom di auto ibride, crescono quelle a metano. Per le elettriche un altro flop

Gli italiani scoprono le ibride, apprezzano le auto a metano, mentre le elettriche restano mosche bianche. È quanto emerge dal nuovo Book Unrae, l’analisi del mercato italiano realizzata dal Centro studi dell’associazione delle case automobilistiche estere. L’anno scorso, infatti, le auto ibride hanno visto le vendite aumentare del 118,3 per cento a 14.926 unità, pari a una quota di mercato dell’1,1 per cento rispetto allo 0,5 per cento del 2012. Buona performance anche per le motorizzazioni a metano, che hanno proseguito nella loro crescita a doppia cifra (68.013 consegne, +26,7 per cento) grazie all’aumento della gamma di modelli offerta sul mercato e hanno portato la quota di mercato dal 3,8 al 5,2 per cento.  Continua a leggere

Ibrida con celle a combustibile: ecco l’auto del futuro secondo Toyota

La Toyota ha annunciato il lancio nel 2015 negli Stati Uniti dell’automobile “del futuro”, un veicolo ibrido con celle a combustibile che producono elettricità senza alcun processo di combustione, ma facendo reagire idrogeno e ossigeno e producendo acqua come gas di scarico. Il mercato iniziale della nuova vettura sarà la California. La notizia viene ripresa dal portale dell’Anas “Le strade dell’informazione”. Continua a leggere

Altro che auto sportive, le donne preferiscono chi guida le ecologiche

Altro che belle donne e motori rombanti. Il mito del maschio marmittone è finito, almeno per le donne inglesi, che preferiscono gli uomini che guidano le silenziosissime elettriche o le ibride. Questo il risultato del sondaggio del sito Motors.co.uk su oltre 2.000 iscritti tra uomini e donne. Ebbene quasi tutte le lady considerano “inaffidabile” l’uomo che guida auto sportive e preferiscono avere un fidanzato che si mette al volante di un veicolo non inquinante. Continua a leggere