L’auto è utilizzata ogni giorno da 6 italiani su 10. Cresce l’attenzione per le vetture ecologiche

È sempre l’auto la scelta di mobilità preferita dagli italiani. Con una novità: rispetto al passato, gli automobilisti sono più attenti all’aspetto ambientale. Secondo il 50° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese relativo al 2016, la macchina si usa nel 60,8 per cento degli spostamenti quotidiani, con un aumento nell’ultimo decennio del 2,1 per cento. Si riducono, però, le emissioni: quelle di Co2 sono passate dai 144,3 grammi per chilometri delle auto immatricolate nel 2008 ai 114,8 gr/km di quelle immatricolate nel 2015.  Continua a leggere

Le auto elettriche battono quelle a metano: “Sulle emissioni non c’è partita”

“Non c’è partita tra gas ed elettrico: le emissioni delle auto elettriche sono meno della metà di quelle a idrocarburi e a metano”. Lo ha detto il direttore di Enel Italia Carlo Tamburi intervenendo a un convegno sulle smart cities nell’ambito di Ecomondo a Rimini Fiera. E andrà sempre meglio”, ha spiegato, “basti pensare che le rinnovabili oggi sono al 37 per cento”.    Continua a leggere

Auto ecologiche, l’Italia è il primo mercato: bene elettriche e ibride, in calo il Gpl

Gli italiani amano le auto green. E le comprano. Le immatricolazioni di veicoli a carburante alternativo nell’Ue sono aumentate del 13,4 per cento nel terzo trimestre (127.661 unità) e l’Italia è il primo mercato europeo. Secondo i dati dell’Acea – l’associazione dei costruttori europei – la crescita nel Vecchio continente è stata trainata da auto elettriche (+62,2 per cento, 28.360 vetture) e ibride (+34,7 per cento, 53.183), mentre sono in calo le vendite di auto a gas naturale e Gpl (-17,1 per cento a 46.118 unità). Continua a leggere

Auto a metano, fare il pieno è una missione impossibile: a Roma chiudono i distributori

Facile predicare che bisogna utilizzare carburanti alternativi, che consumino meno e soprattutto con minori emissioni nell’atmosfera. E poi? Chi ha scelto per esempio di passare al metano può vivere delle vere e proprie odissee per fare il pieno anche in due grandi città quali Milano e Roma. L’associazione Robin-Hood ha monitorato i distributori che erogano metano per auto, pochissimi sul territorio di Roma sino al raccordo anulare (e anche oltre). Continua a leggere

Gli italiani riscoprono le auto ecologiche: siamo il mercato più grande d’Europa

L’Italia è il Paese con il mercato auto “ecofriendly” più grande di Europa. Lo afferma l’Anfia, che ha presentato un focus sul mercato italiano nel 2014. Le vetture amiche dell’ambiente immatricolate nel 2014 sono state oltre 218mila (+9,5 per cento) e rappresentano il 16,1 per cento del totale venduto. In ogni caso, le auto a trazione alternativa restano al di sotto del 21,5 per cento, la quota raggiunta nel 2009 grazie agli incentivi: da allora il mercato ha subito una pesante contrazione, spiega l’Anfia, riducendosi al 5,6 per cento di quota con appena 98 mila unità nel 2011 e crescendo progressivamente fino al 2014, raddoppiando i volumi. Continua a leggere

Incentivi per le auto ecologiche, si riparte il 6 maggio: sconti fino a 5.000 euro

Buone notizie per chi vuole comprare un’auto ecologica. Dal 6 maggio ripartono infatti gli incentivi. Il ministero dello Sviluppo Economico con un decreto firmato il 3 aprile ha stanziato 31.363.943 euro, cui si aggiungono le risorse non utilizzate nel 2013. Il fondo è destinato a promuovere la mobilità sostenibile favorendo l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive, compresi quelli a trazione elettrica, ibrida, a Gpl, a metano, a biometano, a biocombustibile e a idrogeno, che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km e ridotte emissioni di ulteriori sostanze inquinanti.  Continua a leggere

Green, economica, in grado di volare: l’auto del futuro tra sogni e realtà

Qualcuno sogna un’auto che voli sopra il traffico, altri la vorrebbero capace di farsi più piccola per entrare nei parcheggi. Ma sono l’attenzione all’ecologia e il risparmio le due qualità principali che, per gli italiani, dovrà avere l’auto del futuro. Secondo un sondaggio realizzato dal Centro studi e documentazione Direct Line, il 61 per cento dei guidatori del nostro Paese vorrebbe nei prossimi anni un’auto che sia al 100 per cento ecologica. L’attenzione all’ambiente, per quanto riguarda le quattro ruote, si lega con il portafoglio. Il 56 per cento del campione spera infatti che le auto del futuro siano meno costose di quelle attuali. Continua a leggere

Altro che auto sportive, le donne preferiscono chi guida le ecologiche

Altro che belle donne e motori rombanti. Il mito del maschio marmittone è finito, almeno per le donne inglesi, che preferiscono gli uomini che guidano le silenziosissime elettriche o le ibride. Questo il risultato del sondaggio del sito Motors.co.uk su oltre 2.000 iscritti tra uomini e donne. Ebbene quasi tutte le lady considerano “inaffidabile” l’uomo che guida auto sportive e preferiscono avere un fidanzato che si mette al volante di un veicolo non inquinante. Continua a leggere

Le auto verdi? Eccole: le macchine da rottamare si trasformano in alberi

Si chiama Giveacar ed è un’organizzazione britannica che recupera vecchie auto inutilizzate e le ricicla con la rottamazione o la vendita all’asta da cui raccogliere fondi per piantare nuovi alberi nelle aree cittadine. Un’auto da rottamare, riferisce il sito di Giveacar ripreso dall’agenzia di stampa Ansa, vale in media 13 nuovi alberi da piantare. L’ingegnoso sistema permette inoltre di ampliare senza soluzione di continuità le aree verdi delle inquinate metropoli moderne e di creare un lascito “green” destinato a durare nel tempo.  Continua a leggere

Salone dell’auto a Barcellona, sotto i riflettori macchine del futuro ed ecologiche

Al centro espositivo Montjuic della Fiera di Barcellona da sabato 11 fino al 19 maggio è in programma l’appuntamento biennale con il Barcelona International Motor Show. Unico evento spagnolo riconosciuto dall’organizzazione mondiale costruttori automobilistici (Oica) aperto agli addetti ai lavori e agli appassionati, il Salone di Barcellona, che quest’anno raggiunge la trentottesima edizione, si svolge nella stessa settimana del Gran Premio F1 al circuito di Catalunya a Montmelò. Un tentativo di rilanciare un settore che anche in Spagna, come in Italia, sta vivendo un periodo di profonda sofferenza.  Continua a leggere