Coast to coast con il pilota automatico. Tesla: “Pronti tra due-tre anni”

Si potrà fare un coast to coast in totale relax, con l’auto che attraversa gli Stati Uniti senza guidatore. Due al massimo tre anni e l’Autopilot, il sistema di guida automatica di Tesla, sarà infatti in grado di portare un’auto da New York a Los Angeles. L’annuncio è stato fatto da Elon Musk, il numero uno di Tesla. Le vetture decideranno in maniera autonoma anche quando fermarsi a una stazione di ricarica. Continua a leggere

L’auto parlerà con i pedoni: a voce, ma anche scrivendo e perfino a gesti…

L’auto che si guida da sola fa altri metri sulla strada della sicurezza. Le vetture a guida autonoma di Google comunicheranno con i pedoni. Con messaggi scritti, vocali e anche a gesti. La compagnia di Mountain View ha registrato un brevetto per un sistema con cui le Google Car potranno mostrare messaggi in aree a rischio incidente come le strisce pedonali. Sono diverse le forme di comunicazione previste: messaggi sui display, dalla scritta “attraversamento sicuro” al segnale di stop, messaggi vocali diffusi da altoparlanti (utili per ipovedenti) e anche con un braccio robotico che comunica a gesti. Continua a leggere

Auto senza conducente sulle strade tra cinque anni. Restano i nodi legati alle leggi

Google è certa: le auto che si guideranno da sole circoleranno sulle strade tra cinque anni. Come riporta l’edizione online della Bbc, il direttore del progetto delle Google Car, Chris Urmson, ha assicurato che la tecnologia è pronta per diventare standard entro il 2020. In quell’anno, ha spiegato Urmson, suo figlio avrà l’età per fare l’esame di guida e gli ingegneri “stanno lavorando duramente per fare in modo che non ne abbia bisogno”. Continua a leggere

Auto di Apple e Google, le new entry del settore spaventano i costruttori?

Ancora non c’è, ma al Salone di Ginevra la sua presenza si sente. Lei è l’auto a guida autonoma, un progetto che sta coinvolgendo costruttori tradizionali e new entry del settore. Come Google e Apple che potrebbero far circolare sulle strade queste vetture tra cinque anni. I principali protagonisti del settore non sottovalutano la concorrenza dei giganti di tecnologia e internet nel mondo dell’auto connessa, ma sostengono che i tempi per arrivare all’auto che si guida da sola siano ancora lunghi. Continua a leggere

Google sfida Uber: l’auto a noleggio in futuro si potrà guidare da sola?

Dall’auto a noleggio con conducente all’auto a noleggio, ma senza conducente. La strada dell’auto che si guida da sola potrebbe in futuro prevedere anche il noleggio. Con Google e Uber che da alleati diventerebbero concorrenti. Secondo Bloomberg, il gigante di Mountain View dopo aver investito nella start up di San Francisco sta pensando di sviluppare un suo servizio di noleggio auto, ma senza conducente. La base è il progetto di auto che si fuida da sola su cui sta lavorando. Intanto Uber pensa di aprire un centro per studiare proprio lo sviluppo di auto senza conducente. La sfida è iniziata. Continua a leggere

L’auto che si guida da sola? I passi di Nissan per venderla entro il 2020

Entro la fine del 2016 Nissan creerà veicoli con le tecnologie per la guida autonoma su strade congestionate e per il parcheggio completamente automatizzato. Lo ha annunciato il numero uno Carlos Ghosn: “Stiamo portando verso la commercializzazione un pilota anti-ingorgo, una tecnologia che permette alle vetture la guida in modo autonomo e sicuro su strade congestionate”, ha detto durante un incontro a Tokyo con la stampa. “Allo stesso tempo, faremo sistemi di parcheggio del tutto automatizzati e disponibili su una vasta gamma di veicoli”. Nissan vuole commercializzare entro il 2020 auto con sistemi di guida completamente automatici. Continua a leggere

Code troppo stressanti? Dal prossimo anno l’auto frenerà e ripartirà da sola

Dal 2015 saranno in vendita auto capaci di muoversi da sole nelle code: potranno rallentare, frenare, ripartire e frenare di nuovo durante gli ingorghi. Con il guidatore che potrà rilassarsi e non farsi divorare dallo stress: merito di sensori e computer con maggiore rapidità di decisione rispetto all’uomo. Inoltre, grazie a telecamere con visione in 3D capaci di percepire la profondità le auto saranno a breve in grado di evitare incidenti come tamponamenti oppure investimenti di ciclisti o pedoni. Questa anticipazione del futuro dell’automobile arriva da Bosch, il colosso tedesco della componentistica da 46,1 miliardi di euro di fatturato. Continua a leggere

L’auto che guida da sola piace agli italiani, ma solo se si può riprendere il volante

Gli automobilisti italiani, tedeschi e francesi, in tema di sicurezza, sono d’accordo: i sistemi di assistenza alla guida rappresentano un aiuto prezioso, soprattutto in situazioni di pericolo. La notizia viene riportata su un’agenzia Ansa. In particolare, il 60 per cento è a favore dell’auto a guida autonoma, in sostanza “l’auto che si guida da sola”. Purché, però, si possa passare alla guida tradizionale in qualsiasi momento. Una possibilità a cui Bosch, che ha presentato l’indagine a Vallelunga in occasione di un evento organizzato dall’Aci e dall’Uiga (Unione italiana giornalisti automotive), sta lavorando. Il gruppo tedesco di componentistica, infatti, ha annunciato che nel 2014 lancerà un sistema di assistenza del traffico, che può frenare, accelerare o sterzare il veicolo in totale autonomia nel traffico autostradale.  Continua a leggere

L’auto che si guida da sola: una Mercedes ha fatto 100 chilometri nel traffico

Mercedes-Benz è la prima Casa automobilistica al mondo a dimostrare che è possibile viaggiare su un’auto completamente automatica anche nel traffico urbano ed extraurbano. Lo dichiara la casa costruttrice in una nota. Ad agosto 2013 la vettura sperimentale S 500 Intelligent Drive ha percorso “da sola” lo storico tragitto del viaggio di Bertha Benz con la Patent-Motorwagen. Il percorso di quasi 100 chilometri da Mannheim a Pforzheim, infatti, è stato lo stesso che, 125 anni fa, aveva osato intraprendere la moglie dell’inventore dell’automobile Carl Benz. Continua a leggere

L’auto che si guida da sola? Arriverà nel 2018, lo ha confermato Google

Un drone con quattro ruote: è la scommessa che da alcuni anni ha fatto Google con la sua Self-Driving Car. Dopo aver mappato tutte le strade del mondo, il colosso dell’informatica vuole utilizzare tecnologia e innovazione per presentare l’automobile in grado di guidare in maniera autonoma, pilotata da un software senza l’intervento dell’uomo. Il product manager Anthony Levandowsky dichiara un possibile esordio sul mercato della Google Self-Driving Car nel 2018. Continua a leggere